Connect with us
Pubblicità

Trento

Estate 2020: pernottamenti in rifugio giù del 73%, per il 47% aumenta il lavoro di ristorante

Pubblicato

-

Si è svolta l’assemblea annuale dell’Associazione Gestori Rifugi del Trentino. Più del 50% delle strutture rileva un calo del fatturato.

Come conseguenza, dei vari elementi negativi che si sono addensati nell’estate del 2020, ecco derivare il calo dei pernottamenti che ha riguardato il 73% del campione, anche se solo il 36% ha assunto meno personale rispetto all’anno precedente, mentre il 44% ha confermato i numeri dell’organico usuale. Nota positiva il fatto che per circa il 47% è aumentato il lavoro di ristorante, contro un 26% che indica un calo.

Il giudizio sulla stagione quindi nel complesso è stato negativo, anche se con eccezioni importanti. Un 16% la definisce da dimenticare, un altro 39% “mica tanto buona”, coi voti negativi che assommano a circa il 55%. Per un 8% la stagione è andata come lo scorso anno, per un 29% è stata buona, per un 8% circa molto buona.

Pubblicità
Pubblicità

Rispetto al comportamento dei clienti nei confronti delle norme Covid e dei controlli ricevuti dalle autorità preposte a far rispettare le regole anti-pandemia, il quadro che emerge dal sondaggio è il seguente. Poco più di un rifugio su dieci spiega di aver avuto controlli dalle autorità, mentre il 65% degli intervistati sostiene che la maggior parte dei clienti hanno rispettato le regole e un altro 31% che tutti i clienti le hanno rispettate. Un 86% del campione ha ritenuto giuste quelle approvate dalla Provincia.

Per farle rispettare sono stati necessari investimenti aggiuntivi legati all’acquisto di Dpi, detergenti e sanificanti e per adeguare la struttura. Per questa ultima esigenza il 24% circa ha speso oltre 2.000 euro e un altro 8% circa oltre 5.000 euro.

Per ridurre i costi circa il 36% del campione ha chiesto una riduzione dell’affitto, e di questi solo il 14% lo ha effettivamente ottenuto.

Pubblicità
Pubblicità

Nel corso della giornata Alimonta ha voluto ringraziare Trentino Marketing (era presente Maurizio Rossini, amministratore unico) per le campagne promozionali efficaci promosse nel 2020. «Dobbiamo, però – è la sua considerazione – insegnare ai turisti italiani ad andare in montagna, e con le calzature adeguate!». A tal proposito il presidente dell’Asat Giovanni Battaiola ha ricordato che «operazioni di marketing di tale calibro non si sono mai viste negli ultimi anni in Trentino», che «i turisti vanno educati, ma anche meritano un premio per aver sperimentato la montagna da neofiti», e che «grazie ai rifugi tutti i turisti, anche chi non era mai stato in montagna, hanno avuto la possibilità di avvicinarsi alla montagna».

Battaiola si è, poi, soffermato sull’inverno ormai prossimo. «Sono infastidito – ha detto – dagli attacchi del Governo nazionale nei confronti della vacanza in montagna. Quasi come se solo nei rifugi, in hotel o sulle piste ci si contagiasse. E non a fare shopping assembrati nei centri storici. Sembra che il turismo della montagna invernale sia uno sfizio di alcuni pochi turisti. E che ci si possa rinunciare.

Ma ricordo che sono migliaia le assunzioni invernali ed altrettante le famiglie e le persone che vivono di turismo invernale. Non scordiamo che, poi, come accaduto per la stagione estiva, il Trentino e i suoi attori mettono la sicurezza sanitaria davanti a tutto. Nel caso di un blocco del turismo invernale, come Asat stiamo lavorando per avere ristori certi e congrui per le nostre strutture e per i dipendenti che devono essere correttamente retribuiti».

Il vicedirettore Cardella ha, inoltre, ricordato che molti passi avanti sono stati fatti, anche grazie al proficuo rapporto con l’assessorato al turismo. Non da ultimo lo stanziamento in assestamento di bilancio delle risorse necessarie a «coprire» le domande di finanziamento che attendevano da tempo di essere evase. «Rimangono da affrontare – ha sottolineato – la modifica della legge 8 del 1993, che regolamenta le attività dei rifugi, per adeguarla al mercato. Inoltre, soprattutto alla luce dell’attualità, i rifugi dovrebbero poter contare sulla connettività di banda larga. Speriamo in un completamento del progetto di messa in rete di tutti i rifugi del Trentino».

Infine, l’assessore al turismo Roberto Failoni ha rassicurato i rifugisti su una presa in carico della legge 8 del 1993. «Nel 2021 – ha affermato – procederemo con un percorso di ascolto molto approfondito per capire quali sono i cambiamenti reali che ci sono stati in questi 27 anni. Solo allora decideremo come modificare la legge, nell’eventualità, come intervenire con una nuova legge». Failoni ha ricordato che «è intenzione dell’assessorato quella di concludere il progetto di messa in rete iniziato, con una tempistica di due anni per trovare una soluzione di connettività efficace per tutto il Trentino».

L’assemblea ha visto come tema centrale «Il cambiamento come opportunità». In tal senso sono intervenuti sia l’amministratore unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini («la cultura e gli aspetti identitari della montagna devono essere riscoperti da chi ci vive, per poi essere trasmessa agli ospiti del nostro territorio») sia il professor Umberto Martini, docente di marketing territoriale all’Università di Trento, con un dettagliato intervento sul futuro del turismo montano.

All’assemblea online erano presenti anche i rappresentati di altre associazioni di rifugisti regionali, tutte aderenti al Coordinamento nazionale dei rifugi, il cui presidente è il rifugista trentino Angelo Iellici.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza