Connect with us
Pubblicità

Trento

Coronavirus: 5.000 casi, 140 morti al giorno e ospedali pieni, ma in Svizzera le piste da sci aprono lo stesso

Pubblicato

-

In Svizzera ieri si sono contati 4.312 nuove infezioni da coronavirus e 141 decessi. 209 persone sono state ricoverate in ospedale dove i reparti di terapia intensiva sono pieni.

Ma questo non basta per chiudere le piste di sci. Oltre al danno insomma, per il Trentino arriva anche la beffa.

Di fronte alla decisione della Svizzera di garantire il via libera ad un bianco Natale sulle piste, nonostante la pandemia continui a correre con numeri in alcuni casi peggiori rispetto all’Italia il nostro governo tergiversa e come sempre decide di non decidere.

Pubblicità
Pubblicità

Nel corso della conferenza stampa di ieri il governatore Maurizio Fugatti ha  parlato – tra le altre cose – dell’impegno messo in campo dalla Provincia, in attesa che a livello europeo venga chiarito il quadro legato all’apertura degli impianti di risalita.L’assessore al turismo Roberto Failoni ha avuto oggi un lungo confronto con gli altri territori per i quali il mondo dello sci ha una grande importanza sotto il profilo economico. La sicurezza sanitaria è per noi imprescindibile, ma questo riteniamo debba valere anche per gli altri Paesi, in particolare per quelli confinanti con l’Italia. Qualora il Governo nazionale dovesse confermare la chiusura degli impianti, ribadiamo che dovranno essere garantiti i ristori che il nostro ente non riuscirebbe a sostenere in prima persona” –Ha spiegato Fugatti che ha aggiunto che se anche l’Austria dovesse aprire le piste da sci c’è la possibilità che al ritorno i cittadini italiani debbano rispettare una quarantena di 15 giorni.

Ma torniamo alla Svizzera. “Nel nostro Paese – spiega il consigliere federale Alain Berset – i comprensori sciistici possono restare aperti con l’adozione di piani di protezione. È una sfida per la Svizzera, dato che i comprensori sciistici dei Paesi circostanti rimarranno chiusi durante il periodo natalizio”.

Avrà poco da fare il premier Conte che aveva invocato l’intervento di Bruxelles quando l’Austria aveva parlato della possibilità di aprire i propri impianti, la Svizzera non fa parte dell’Ue e, già in questi giorni, diverse piste hanno aperto i battenti.

Pubblicità
Pubblicità

“I Cantoni in cui c’è molto turismo invernale stanno prendendo molto sul serio la situazione – dice Lukas Engelberger, presidente della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della sanità – e piani di protezione sarebbero molto buoni, come ci riferiscono gli esperti. Nei comprensori non si parla di limitare gli accessi alle piste”.

In nome del federalismo elvetico nulla vieterà ai singoli Cantoni di adottare provvedimenti più severi. “Abbiamo notato che i numeri sono in calo da 3 settimane. Le misure funzionano e lo si può notare soprattutto nella Svizzera romanda, ma in alcuni cantoni tedeschi i numeri sono invece in aumento – conclude Berset -. La strategia svizzera, che si basa sull’autodisciplina, la responsabilità individuale e la ragionevolezza funziona, possiamo tenere sotto controllo la pandemia e avere comunque una vita normale”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico, fino a 1000 euro per interventi ed efficientamento idrico della casa
    Tra i bonus introdotti nella legge di bilancio e ancora da attivare, trova spazio il Bonus Idrico, altrimenti noto come Bonus rubinetti o bonus bagno che punterebbe a favorire il risparmio di risorse idriche. Fino... The post Bonus idrico, fino a 1000 euro per interventi ed efficientamento idrico della casa appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza