Connect with us
Pubblicità

Trento

I numeri della scuola Trentina, Bisesti: «Abbiamo fatto fronte all’emergenza con impegno e una massiccia organizzazione»

Pubblicato

-

La quinta Commissione permanente di Alessia Ambrosi, si è riunita questa mattina in modalità virtuale per sentire l’assessore all’istruzione Mirko Bisesti nel corso di un lungo incontro di approfondimento della situazione della scuola trentina con riferimento all’emergenza sanitaria in corso.

L’assessore Mirko Bisesti ha premesso che negli ultimi giorni l’argomento è stato a lungo discusso. Scuola e Covid sono stati oggetto di interrogazioni e mozioni anche recentemente in Consiglio provinciale.

«La scuola trentina – ha detto Bisestiha dimostrato di aver fatto fronte con impegno e organizzazione all’emergenza in corso, fin dalla scorsa primavera. Un’organizzazione massiccia e importante per poter ripartire in sicurezza e in presenza. La didattica in presenza è sempre stata per noi la priorità, ha aggiunto e abbiamo chiesto fin da subito, supportati dall’analisi dei dati epidemiologici, di poter proseguire in presenza, ma abbiamo purtroppo dovuto subire la decisione del governo Conte.

Pubblicità
Pubblicità

Sul tema trasporti, quando il Governo aveva commisurato la capienza dei mezzi all’80% per garantire il massimo livello di sicurezza, avevamo detto che potevamo starci, ma tuttavia abbiamo fatto investimenti con mezzi e corse aggiuntive tanto che ad oggi per noi la capienza potrebbe funzionare quasi al 60%

Per l’assessore  «è evidente che sicurezza e scuola in presenza vanno a braccetto e questi sono per noi gli aspetti sui quali siamo maggiormente concentrati e abbiamo investito. Quanto alle classi isolate, dal 14 settembre ad oggi sono 664 le sezioni interessate dalla quarantena, tra l’8 e il 9 novembre abbiamo registrato il picco massimo di 294 sezioni isolate, mentre ad oggi sono 77: c’è stata una marcata riduzione degli isolamenti nonostante la persistenza della positività nell’età 14-18. Anche la didattica digitale integrata ha richiesto un grosso lavoro a monte affinché tutte le scuole potessero essere pronte in quell’eventualità che poi si è verificata».

Mirko Bisesti ha sottolineato che «c’è stato uno sforzo che ha fatto tesoro dell’esperienza maturata durante la prima emergenza per dare priorità alla connessione alle scuole dove risultava carente. La messa in campo di 45 milioni di euro aggiuntivi per un solo anno scolastico la dicono lunga su quanto abbiamo creduto e crediamo nel mondo della scuola, con l’impiego aggiuntivo di più di 800 persone legate all’emergenza».

Pubblicità
Pubblicità

La Sovrintendente Viviana Sbardella è intervenuta dicendo che le scuole avevano ricevuto tutti i supporti in termini di linee guida per la didattica a distanza. Le secondarie di secondo grado sono alla terza settimana di esperienza e da una ricognizione tra le scuole è emerso che dal momento che il vincolo per la presenza era legato alla laboratorialità le scuole hanno in molti casi modificato l’assetto settimanale per concentrare in una o due giornate l’attività in presenza.

9 istituzioni scolastiche hanno organizzato i rientri, in genere 2 giornate nel caso degli istituti tecnici e 1 giornata gli altri. Le scuole di formazione professionale rientrano tutti due giorni e tutti hanno previsto un’attenzione particolare per gli studenti con bisogni speciali o particolari fragilità, concordando le attività con le famiglie. In alcuni casi la decisione è stata di attività in presenza sempre, in altri con le famiglie è stato concordato un trattamento in egual misura agli altri compagni.

Questa modalità di permettere la presenza solo alle attività di laboratorio ha creato inevitabilmente delle disparità ed è questa la principale criticità dell’attuale sistema. I docenti sono in parte a scuola e in parte a domicilio e questo è stato concordato tra dirigente e docenti. La presenza a scuola degli studenti varia tra il 25-30% sul totale.

Il dirigente Roberto Ceccato ha precisato che l’investimento di 45 milioni è stato pensato sull’intero anno scolastico, sopratutto sul personale, solo 6 milioni sono stanziamenti per arredi e device per le scuole, il resto tutto per il personale. Quasi 70 sono le sezioni aggiuntive di scuola per l’infanzia, dal momento che il numero di alunni per classe è calato da 25-26 a 22-23 bambini per sezione, nella scuola le classi sono aumentate di 300 con oltre 400 insegnanti nuovi assunti.

Per il personale ausiliario tecnico e amministrativo sono stati spesi circa 5 milioni di euro pari a 145 unità aggiuntive, in più fino a dicembre c’è stata la richiesta di ulteriori 120 risorse per attività di vigilanza e pulizia attraverso il Progettone e per i bisogni educativi speciali abbiamo investito il 10% di quanto previsto in termini di docenti di sostegno e assistenti educatori. In questa fase, ha aggiunto sono due gli aspetti particolarmente attenzionati: sulla base della necessità evidenziata dalle scuole per l’infanzia per spese legate alla gestione dell’emergenza Covid, entro l’anno faremo un’ulteriore assegnazione per sanificazione, detergenti, igienizzanti ecc.

Quanto alla didattica a distanza siamo concentrati principalmente su due temi: la banda larga e il potenziamento/ampliamento delle reti per coprire alcune difficoltà evidenziate dagli istituti e sull’incremento delle disponibilità di giga, oltre che sull’assegnazione entro fine anno di ulteriori device a favore delle famiglie più fragili.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza