Connect with us
Pubblicità

Trento

Commercio, nel 2019 in Trentino chiuse 108 aziende. Bort: «Situazione grave anche in periodo pre – covid»

Pubblicato

-

Nonostante il protrarsi dell’emergenza sanitaria stia definendo nuovamente i contorni del contesto economico trentino, l’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio di Trento ritiene comunque utile comunicare i dati dell’analisi annuale sul commercio, riferita al 2019, per permettere di completare il quadro conoscitivo di uno dei settori economici più rilevanti della provincia (sia in termini di numerosità delle imprese e degli addetti, sia per quanto riguarda il valore aggiunto prodotto).

Nell’analisi riferita alla fine dell’anno scorso, presso il Registro imprese della Camera di Commercio di Trento risultano iscritte 3.652 unità dedite in via prevalente all’attività di commercio al dettaglio – di cui 3.349 attive – pari a circa il 7,2% del totale con sede sul territorio.

Considerando l’attività svolta sia in via prevalente sia in via secondaria, si rilevano 8.279 unità locali (negozi) che occupano una superficie complessiva di vendita pari a 910.969 mq. Rispetto al 2018 si registra una riduzione del numero degli esercizi, pari a 108 unità, a cui corrisponde una contrazione della superficie di vendita di quasi 3mila mq.

Pubblicità
Pubblicità

Nei comuni di Trento e Rovereto è presente più del 28% degli esercizi commerciali in sede fissa dell’intera provincia e circa il 35% degli spazi di vendita complessivi. Trento dispone di 1.705 negozi per 219.527 mq di superficie, mentre Rovereto dispone di 666 negozi per 99.925 mq di superficie.

Per quel che riguarda le variazioni più rilevanti per singola specializzazione, rispetto a dieci anni fa si nota una crescita significativa dei negozi dediti alla vendita di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati, voce che racchiude il commercio al dettaglio di “latte e prodotti lattiero-caseari, caffè torrefatto, prodotti macrobiotici e dietetici e altri prodotti non classificati” (+38 unità), di negozi specializzati nella vendita di medicinali (+37), di articoli sportivi (+34) e di prodotti del tabacco (+32).

Le diminuzioni più significative riguardano gli esercizi al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (-85), i negozi specializzati nella vendita di prodotti tessili (-78), i negozi di giornali e articoli di cartoleria (-59) e le macellerie (-51).

Pubblicità
Pubblicità

Una porzione non trascurabile dell’attività di vendita al dettaglio è svolta al di fuori dei negozi. Al termine del 2019 questa realtà è rappresentata da 825 sedi o unità locali. Di queste, 518 svolgono attività di commercio al dettaglio ambulante, 175 esclusivamente via Internet, 74 vendita a domicilio, 20 per mezzo di distributori automatici e 31 per corrispondenza, telefono, radio, televisione e Internet.

Gli addetti del settore che lavorano in provincia sono 15.826 di cui 11.743 dipendenti e 4.083 indipendenti.

Il settore del commercio all’ingrosso risulta composto da 1.340 imprese registrate e 1.180 attive, in calo da alcuni anni. Rispetto al 2010 le prime sono diminuite, infatti, di 194 unità e le seconde di 179. A differenza di altri settori, dove prevalgono le forme giuridiche “semplici”, il comparto del commercio all’ingrosso si caratterizza per la preponderanza delle forme giuridiche più complesse, quali le società di capitale (53,3%).

Gli addetti del commercio all’ingrosso che operano in provincia sono 6.736 di cui 5.778 dipendenti e 958 indipendenti.

“Analogamente a quanto rilevato nella recente indagine sugli investimenti – ha commentato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – anche il commercio registrava alcune criticità già in epoca pre-Covid, che rendono ulteriormente complicata la gestione del comparto in piena emergenza sanitaria. È dunque indispensabile trovare un equilibrio tra le necessità sanitarie e quelle aziendali, ma è impossibile riuscirci se non si parte dal presupposto che entrambi gli ambiti sono colpiti in egual misura e che sarà la capacità di considerarli e sostenerli con pari attenzione che ci salverà da un futuro drammatico. Bisogna individuare modalità e sistemi ragionati e intelligenti che permettano di arrestare il diffondersi del contagio per ridurre la congestione degli ospedali e, contemporaneamente, permettere all’economia di riprendersi operando in sicurezza”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza