Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Mart on web. “L’inchiesta spezzata. Perché hanno ucciso Pier Paolo Pasolini”

Pubblicato

-

Nuovo appuntamento del palinsesto “Caravaggio, Pasolini e altri corsari“. Venerdì 27 novembre alle 18.30 incontro con la giornalista Simona Zecchi. Diretta streaming sul profilo Instagram del Mart @martmuseum #martmuseum.

Sarà in diretta streaming l’incontro con la giornalista d’inchiesta Simona Zecchi. L’appuntamento è inserito nel palinsesto Caravaggio, Pasolini e altri corsari, programmato dal Mart per approfondire i temi della mostra Caravaggio. Il contemporaneo, in collaborazione con Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento.

Da un’idea del Presidente Vittorio Sgarbi, la mostra sottolinea l’attualità spirituale di Caravaggio. A Rovereto il capolavoro il “Seppellimento di Santa Lucia” dialoga con l’opera di Alberto Burri e con la figura del poeta Pier Paolo Pasolini. Come spiegato da Sgarbi in occasione dell’inaugurazione: “nel Novecento il realismo caravaggesco pare incarnarsi nella figura di Pier Paolo Pasolini”.

Pubblicità
Pubblicità

Affascinato dalla figura di Caravaggio fin dai suoi studi giovanili con Roberto Longhi, Pasolini condivide con il maestro seicentesco l’attenzione per i tipi umani e l’approccio crudo e realista che caratterizzano le descrizioni delle borgate. Le affinità tra i due emergono anche nelle rispettive vite, segnate da scandali, cesure, eresie, problemi con la giustizia e da morti violente e premature.

Tra le opere dell’artista Nicola Verlato e del fotografo Dino Pedriali, in mostra il confronto Caravaggio-Pasolini è approfondito da una consonanza che ruota attorno al tema del martirio, con il quale l’esposizione si apre e si chiude. Dal martirio della santa al martirio del poeta.

È infatti possibile leggere il delitto Pasolini, su cui l’Italia deve ancora far luce, come un martirio contemporaneo per i moventi, per l’efferatezza e per la crudeltà. In mostra trovano collocazione alcune fotografie del cadavere del poeta, provenienti dai fascicoli giudiziari del procedimento penale. Proprio da questi documenti, e da decine di altre fonti e testimonianze, muovono i recenti saggi della giornalista d’inchiesta Simona Zecchi che al massacro di Pasolini ha dedicato anni di studio e di ricerche.

Pubblicità
Pubblicità

In “Pasolini, massacro di un poeta” e nel “L’inchiesta spezzata di Pier Paolo Pasolini”, Zecchi ricostruisce il «massacro tribale»: l’accerchiamento politico e criminale che causò la morte del poeta, il 2 novembre 1975.

La tesi di Zecchi è che Pasolini fu ucciso per ciò che sapeva, vittima di una vera congiura: l’autrice sottolinea come l’intellettuale avesse negli ultimi tempi abbandonato il linguaggio della poesia in favore di uno “giornalistico”, per indagare sulla strage di piazza Fontana e sui responsabili di quel “piano di destabilizzazione atto a stabilizzare il Paese (verso una posizione centrista o autoritaria a seconda delle cordate che avrebbero prevalso)”.

Venerdì 27 novembre alle ore 18.30 Simona Zecchi presenterà il suo ultimo libro ai follower del Mart, sul profilo Instagram del museo. L’incontro sarà condotto dalla giornalista Susanna Mandice, ufficio stampa del museo.

Simona Zecchi – Giornalista di inchiesta, si occupa di cronaca giudiziaria e attualità. Ha collaborato con diversi quotidiani e riviste tra i quali “FattoQuotidiano.itEuronewsil Manifesto, Gli Stati Generali, La Voce di New York”. Per la rivista “I quaderni de L’Ora” (n. 8, 2012) ha curato con Martina Di Matteo un’inchiesta sulla morte di Pasolini, tema cui ha dedicato molti anni di ricerca che hanno portato nel 2015 alla pubblicazione di “Pasolini, massacro di un poeta” (Ponte alle Grazie), vincitore della X Edizione del Premio Marco Nozza – Giornalismo investigativo e informazione critica.

Nel 2018 ha pubblicato “La criminalità servente nel Caso Moro” (La nave di Teseo). Nell’autunno 2020 ha dato alle stampe il suo ultimo libro: “L’inchiesta spezzata di Pier Paolo Pasolini”. (Ponte alle Grazie)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza