Connect with us
Pubblicità

Trento

Scontro Fugatti – governo sulle piste di sci: per il Trentino un danno economico da 1 miliardo di euro

Pubblicato

-

Come segnalato nell’ultima conferenza stampa del PAT per l’apertura degli impianti sciistici si attende la decisione del governo Conte, dopo il protocollo approvato e proposto dalla Conferenza delle Regioni in materia di impianti a fune.

La proposta è di aprire gli impianti sciistici nelle regioni a colore giallo con la limitazione delle presenza massime giornaliere, la creazione di percorsi che garantiscano la distanza di sicurezza, soluzioni organizzative per evitare gli assembramenti e la portata di tutte le cabinovie al 50% con l’obbligo di mantenere le norme di comportamento contro il contagio, ovvero l’uso della mascherina e la distanza di almeno un metro nell’utilizzo degli impianti sciistici

Il Governo Conte però – secondo le indiscrezioni – vorrebbe tenere chiuse le piste da sci almeno fino all’Epifania. Nel nuovo Dpcm, che uscirà il 4 dicembre, si vorrebbero evitare le consuete vacanze sulla neve per non ricadere nelle problematiche già affrontate dopo la stagione estiva.

Pubblicità
Pubblicità

Su questo è in atto un forte scontro fra lo Stato e la regione autonoma di Trento che basa il 30 per cento per proprio Pil sul turismo.

Secondo la stima fatto ieri durante la conferenza dall’assessore al turismo Roberto Failoni il danno economico ammonterebbe a 1 miliardo di euro, una cifra quindi stratosferica che metterebbe in ginocchio il comparto e distruggerebbe centinaia di posti di lavori con conseguenze drammatiche sull’economia trentina.

Per questo quindi la Provincia di Trento e le altre regioni alpine hanno chiesto al governo di ripensarci in quanto i danni economici sarebbero enormi.

Pubblicità
Pubblicità

Fugatti ha affermato che se la situazione sanitaria dovesse tornare a essere gestibile e se ci fosse un protocollo a cui attenersi non si può decidere per la chiusura totale. Il presidente si augura che ci possa essere un confronto con il Governo proprio per spiegare la gravità della situazione.

La pensano allo stesso anche gli assessori e i governatori delle altre regioni alpine, che chiedono al Governo di pensare bene alle scelte da fare in quanto metterebbe in ginocchio un intero sistema che porta un grande indotto economico, lavorativo e sociale.

A riguardo anche la senatrice della Lega Elena Testor è intervenuta direttamente in parlamento presentando una interrogazione sulla questione ai ministri De Micheli, Gualtieri e Franceschini perché, «ognuno per la parte che compete loro,  – si legge nel documento – riformulino la posizione assunta dal governo di chiudere gli impianti sciistici, aprendo con il comparto un percorso di confronto e di approfondimento, che abbia come obiettivo finale la apertura degli impianti sciistici, chiaramente in un quadro di stretta osservanza delle disposizioni di sicurezza imposte dalla condizione pandemica. Il governo consideri che il settore deve già affrontare una drastica riduzione della domanda internazionale; tengano presente che sono oltre 15000 gli addetti sugli impianti e più di 40000 quelli dell’indotto, che meritano risposte e prospettive, non solo chiusure e limitazioni. Scelgano dunque una strada di inclusione; la Lega è pronta ad offrire la sua posizione di buonsenso perché il Paese merita di ripartire dalle sue eccellenze».

Oltre al presidente Fugatti, gli esponenti delle altre regioni che stanno spingendo affinchè il governo cambi idea sono: Daniel Alfreider (vicepresidente Provincia Autonoma di Bolzano), Luigi Giovanni Bertschy (vcepresidente Regione Valle d’Aosta), Sergio Bini (assessore al Turismo Regione Friuli), Martina Cambiaghi (assessora allo Sport Regione Lombardia), Federico Caner (assessore al Turismo Regione Veneto), Failoni e Fabrizio Ricca (Assessore allo Sport Regione Piemonte) e Giovanni Toti (vicepresidente della Conferenza delle Regioni).

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza