Connect with us
Pubblicità

Politica

«Le vergognose dimissioni dell’assessore Zanella»

Pubblicato

-

Cominciano a suscitare numerose polemiche le dimissione da assessore comunale di Paolo Zanella che dopo l’addio di Paolo Ghezzi, come primo dei non eletti, ha deciso di entrare nel gruppo dei consiglieri provinciali.

La prima reazione con tanto di atto istituzionale è stata di Andrea Maschio (Onda Civica) che ha presentato un’interrogazione al Sindaco dal titolo «Le vergognose dimissioni dell’assessore Zanella».

Nella premessa del documento Maschio ricorda «quando una frangia si stacca in totale dissenso e critica verso il metodo e la sostanza del PD formando una partito che fa dello scambio di poltrone, tramite ricatti politici, la sua prima esperienza consigliare comunale. Quando queste forze politiche spargono e spandono perle di saggezza verso gli altri lezioni di moralità e deontologia politica».

Pubblicità
Pubblicità

Oppure «quando alla sua seconda esperienza, forte di un buon consenso elettorale, riceve l’onore di gestire l’assessorato principe per il raggiungimento di quegli obiettivi programmatici della scorsa campagna elettorale ove Ambiente e Mobilità sono la struttura portante del Documento Unico di Programmazione e delle linee programmatiche del Sindaco».

Ma anche «Quando la formazione della giunta è stata fatta sotto una logica di puro risultato elettorale senza guardare minimamente a competenze e sostanza oltreché a credibilità politica».

Ed Infine, «Ecco quando tutto ciò si palesa arriva lo sconforto, il disprezzo, la nausea. Almeno da parte mia. Tutto ciò premesso sono a chiedere al Sindaco come intenderà muoversi per gestire questa sostituzione in modo solerte, vista anche l’imminente necessità di deliberare in merito ad importanti questioni ambientali come il Piano stralcio delle discariche, sperando valuti l’opzione di scorporare in le competenze ambientali e di mobilità affidandole separatamente a tecnici esterni competenti».

Pubblicità
Pubblicità

La capogruppo della lega in comune Bruna Giuliani parla invece di «dimissioni che rappresentano un record comunale senza precedenti».

«Dopo neanche un mese – scrive in una nota Bruna Giuliani –  la Giunta Ianeselli inizia già a perdere i suoi pezzi. Prima le dimissioni del Consigliere provinciale Paolo Ghezzi, che denuncia – nella sua lettera di addio – anche la presenza di un’opposizione di centrosinistra in provincia frammentata, emblema di quella presente in Comune dove l’impegno decantato dal Primo cittadino viene subito messo da parte a favore di altre cariche dettate dalle esigenze del singolo partito e non da quelle dei cittadini. Ora l’uscita dalla Giunta di Paolo Zanella, l’Assessore più “veloce” della storia di Trento, con tanti saluti al progetto a lungo sbandierato della mobilità sostenibile per abbracciare il ben più comodo scranno provinciale. Logicamente non abbiamo voce in capitolo sulle scelte della maggioranza comunale, ma non ci possiamo stupire della furia del Sindaco dato che proprio da parte degli esponenti di Futura c’era indignazione quando alle scorse elezioni comunali videro nella lista della Lega Trento persone che avevano già un incarico Istituzionale.

Quante critiche al Consigliere Moranduzzo Devid che era stato corretto e sincero, ammettendo che la sua era una candidatura al servizio della Lega! Probabilmente per quel tipo di sinistra certe scelte vanno bene se le fanno loro in maniera politicamente discutibile,  – conclude – mentre sono contestabili se avvengono in maniera corretta e trasparente da parte degli avversari».

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza