Connect with us
Pubblicità

Trento

Coronavirus: il Trentino rimane zona gialla

Pubblicato

-


Sostanzialmente non cambia nulla. Zone rosse, gialle e arancioni: il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza, in vigore da oggi, con cui si rinnovano le misure relative alle Regioni Calabria, Lombardia, Piemonte, Campania,  Valle d’Aosta, Toscana e provincia autonoma di Bolzano per l’emergenza Covid.

La nuova ordinanza è valida fino al 3 dicembre 2020, ferma restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre 2020.

Il Trentino rimane in zona gialla insieme a Veneto, Lazio, Molise e Sardegna. In area arancione ci sono: Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Liguria, Puglia, Sicilia ed Umbria.

Pubblicità
Pubblicità

Si parla, sempre secondo indiscrezioni, di un cambio colore a dicembre per Friuli Venezia Giulia, Molise e Veneto, ma ancora una volta non per il Trentino.

La provincia di Trento rimane dunque in zona gialla, pur con tutte le incertezze che hanno caratterizzato le scorse settimane. Anche sull’indice Rt non pare esserci chiarezza: per la stampa nazionale il Trentino si attesta a 1,03 (indice molto buono) mentre quello comunicato nella giornata di ieri dall’assessore provinciale alla Salute Stefania Segnana è di 1,32.

Secondo l’ultimo bollettino in Italia nelle ultime 24 ora ci sono  37.242 nuovi contagi e 699 morti per Covid. Nel bollettino di oggi 3468 nuovi casi in Veneto, 2.887 in Lazio, 2.207 in Toscana e 512 nelle Marche. Il ministro Speranza ha firmato la nuova ordinanza che come detto non prevede cambi di colore per le regioni.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza