Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Progetto Manifattura, iniziano oggi i lavori per il restauro della Ciminiera

Pubblicato

-

Il cantiere durerà 100 giorni e permetterà di consolidare la struttura simbolo di Borgo Sacco e dell’incubatore di Trentino Sviluppo.

Sono iniziati questa mattina i lavori per il restauro conservativo, la messa in sicurezza e l’adeguamento sismico della Ciminiera dell’ex Manifattura Tabacchi di Rovereto, oggi hub dell’innovazione sostenibile gestito da Trentino Sviluppo. Alta più di 42 metri e costruita 107 anni fa, la struttura è emblema e memoria di un luogo – Borgo Sacco – e di un’epoca.

Di qui la necessità di preservarla al meglio e di prevenire il naturale deterioramento dovuto all’azione del tempo e degli elementi atmosferici. Gli interventi, la cui necessità si è resa evidente a seguito di un’accurata campagna di indagine realizzata l’inverno scorso, andranno a stabilizzare le fondamenta e a rinforzare la canna fumaria grazie all’installazione di una struttura in acciaio interna.

Pubblicità
Pubblicità

L’azione deteriorante della pioggia e della neve sarà invece ridotta grazie alla chiusura del foro in copertura tramite un sottile pannello di vetro temperato. I lavori, per un valore complessivo di 351 mila euro, sono stati affidati alla ditta Fratelli Galli di Rovereto e si concluderanno nei primi mesi del 2021.

Alta 42,62 metri, con un diametro di 3,80 metri alla base e 2,45 metri alla sommità, la Ciminiera, ben visibile dalla città, è situata nell’angolo sud-ovest dell’opificio, lungo via delle Zigherane. Costruita nel 1913, ha resistito a entrambe le guerre mondiali ed è forse uno degli elementi più rappresentativi dell’anima storica dello stesso compendio industriale.

La necessità di intervenire per preservarne il valore storico è sorta a seguito di un’accurata campagna di indagine realizzata dallo studio Inglo di Rovereto tra il gennaio e il febbraio scorso. I test effettuati dagli ingegneri hanno rilevato alcune irregolarità sulla sommità della Ciminiera, nonché alcune lesioni ad andamento verticale dovute al differente gradiente termico tra le superfici interne ed esterne della canna.

Pubblicità
Pubblicità

Dalle verifiche non sono emerse criticità gravi in merito alla stabilità complessiva del manufatto, né problemi di rilievo legati al terreno di fondazione. Al fine di mantenere in essere la torre e soprattutto di preservarla dal degrado e da eventuali rischi sismici, si è però deciso di intervenire, anche al fine di adeguare le strutture alle moderne normative statiche e sismiche.

Pubblicità
Pubblicità

«E’ un intervento delicato dal punto di vista tecnicospiega Nicola Polito, direttore operativo di Trentino Sviluppo – ma per noi è molto importante che futuro e tradizione manifatturiera continuino a convivere nei nostri incubatori. Essere proiettati verso il domani, ma poter toccare con mano i segni tangibili della grande industrializzazione del Trentino nel secolo scorso, è fonte d’ispirazione per gli startupper e i ricercatori che oggi si affacciano al mondo dell’imprenditoria in Progetto Manifattura. Senza contare l’impatto simbolico, paesaggistico e affettivo che la torre della Ciminiera, tutelata dalle Belle Arti, ha per gli abitanti di Borgo Sacco e in generale per la città di Rovereto e la Vallagarina. È un pezzo di storia che si innesta nei nuovissimi spazi produttivi Be Factory e che ci teniamo a valorizzare».

L’intervento conservativo si articolerà in tre momenti. Anzitutto verranno stabilizzate le fondamenta grazie alla realizzazione di micropali da posizionare lungo il perimetro fondazionale e collegati sulle teste da cordoli in cemento armato. Anche la canna del camino verrà rinforzata dal punto di vista sismico, grazie all’installazione di una struttura in acciaio interna.

Da ultima, verrà realizzata una scala esterna in cemento armato. I gradini e le copertine dei muri di contenimento saranno rivestiti in pietra della Lessinia, nel rispetto del contesto storico-architettonico della Ciminiera stessa. Al fine di evitare il degrado delle strutture installate all’interno della canna per effetto degli agenti atmosferici, il foro a copertura della Ciminiera sarà chiuso tramite un vetro chiaro, temperato e stratificato, dello spessore di 20 millimetri.

I lavori – aggiudicati tramite gara telematica alla ditta Fratelli Galli di Rovereto per un valore complessivo di 351 mila euro al netto degli oneri per la sicurezza – dureranno poco più di tre mesi (100 giorni). Direttore degli stessi sarà l’ingegner Roberto Lorenzi, che ha curato anche le verifiche sulla Ciminiera e la progettazione del restauro.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza