Connect with us
Pubblicità

Trento

Covid-19: Province e Regioni chiedono al Governo di rivedere i parametri che definiscono il rischio di contagio

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

“La conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome ha proposto oggi al Governo di aggiornare e razionalizzare i parametri utilizzati per definire il rischio di contagio e dunque decidere se un territorio debba entrare nella zona rossa, arancione o gialla”.

Lo ha annunciato il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, nel corso del consueto appuntamento pubblico con la task force provinciale impegnata nel contrasto della pandemia.

“Abbiamo chiesto al Governo – ha detto Fugatti – di utilizzare solo 5 parametri, invece dei 21 che vengono utilizzati attualmente, ovvero: la percentuale di tamponi positivi, l’indice Rt, il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e quello dei posti letto totali e la possibilità di garantire adeguate risorse per il contact-tracing”.

Pubblicità
Pubblicità

Riguardo alla classificazione dei test antigenici, tema al centro del dibattito degli ultimi giorni, il presidente ha evidenziato come le Regioni, di comune accordo, abbiano ribadito che deve essere il Governo a decidere come considerare questi dati.

Le Regioni e le Province autonome hanno, inoltre, chiesto al Governo che in caso un territorio emani un’ordinanza più restrittiva rispetto all’ambito assegnato a livello nazionale il Governo riconosca comunque i “ristori” per le attività che devono chiudere o subire delle limitazioni.

Quanto all’attuale situazione sanitaria il presidente ha chiarito come i dati sui contagi degli ultimi giorni siano davvero preoccupanti, anche se resta sostanzialmente stabile il numero delle terapie intensive e nelle ultime 24 ore si registrino 101 guariti più altri 16 guariti clinicamente.

Pubblicità
Pubblicità

A preoccupare sono soprattutto i contagi fra le persone over 70, oggi 105 su 276, tanto che il dottor Antonio Ferro dell’azienda sanitaria ha ribadito l’importanza che all’interno delle famiglie si presti la massima attenzione ai contatti con gli anziani.

Per quanto riguarda i ricoveri, Ferro ha spiegato che attualmente ci sono 500 posti letti attivi in Trentino, ma che si punta ad arrivare a 600. Infine sono stati forniti i dati relativi ai positivi fra il personale sanitario. Sono 180 i casi su circa 8500 dipendenti dell’Azienda sanitaria e 175 fra i circa 5500 operatori delle RSA. 

Il presidente ha infine dichiarato che al momento non ci sono altri comuni trentini in procinto di entrare in zona rossa, anche se c’è molta preoccupazione ed attenzione per la situazione che si è sviluppata a Telve ed ha ringraziato Graziella Menato, sindaco di Castello Tesino, uno dei tre comuni in zona rossa, intervenuta nel corso della conferenza stampa, per la grande collaborazione e il senso di responsabilità che cittadini di quel Comune stanno dimostrando in questi giorni difficili.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
PubblicitàPubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero13 minuti fa

Emozione e commozione per i «10 anni di Aluray». Presenti oltre un centinaio di persone

Val di Non – Sole – Paganella15 minuti fa

Possibili sospensioni notturne nell’erogazione dell’acqua potabile a Fondo

Trento38 minuti fa

Futili motivi alla base dell’accoltellamento di Mattarello

Val di Non – Sole – Paganella60 minuti fa

Fondo, Cavareno e Coredo: attivo fino alla fine di agosto il servizio medico per i turisti

Le ultime dal Web1 ora fa

Massimiliano Rosolino: “Chi non ride non vince”, la foto con la Marmolada sullo sfondo. Scoppia la polemica

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Marmolada: l’appello del fratello di Davide Miotti

Bolzano2 ore fa

Grave incidente in A22: si ribalta con l’auto e viene sbalzata fuori dal veicolo: una donna elitrasportata in ospedale

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Marmolada: il numero di vittime riconosciute sale a 6

Trento3 ore fa

Coronavirus in Trentino: 751 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Marmolada: trovati i resti della 10^ vittima

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Lupo e chiosco laghetto dei Poiani: le precisazioni del sindaco di Vallarsa

Ambiente Abitare4 ore fa

Allarme incendi, PEFC: tra siccità e temperature record, a rischio migliaia di ettari di bosco

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

La valle di Cembra e il Curling piangono Nino Pezzin

Valsugana e Primiero5 ore fa

Danza, musica e nuovi media: a Pergine Festival “Augmented me” di Mopstudio. In piazza Fruet, la restituzione di “Harvest”

Rovereto e Vallagarina5 ore fa

Alpe Cimbra: Degustando l’Oltresommo

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Telescopio Universitario4 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Trento4 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Italia ed estero4 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento – Ucraina, accolte le prime due studiose

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Fausto Iob è stato ucciso, arrestato il presunto colpevole

Politica3 settimane fa

Claudio Cia: «Patt è solo l’ombra del suo passato e pronto a mettersi con tutti per il potere»

Trento2 settimane fa

Chico Forti, lo zio Gianni: «Perchè chi ha promesso non ha mantenuto la parola?»

Trento2 settimane fa

Stavano progettando un attentato, arrestati due Kosovari dell’ISIS a Rovereto

Trento3 settimane fa

Piazza santa Maria Maggiore: nascondono la droga sotto terra e nella Basilica – I VIDEO DEL DEGRADO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza