Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Val di Non: cresce l’attesa per il debutto di “In viaggio con Adelchi”

Pubblicato

-

Mancano pochi giorni all’uscita di “In viaggio con Adelchi”, la prima serie TV interamente prodotta e girata in Val di Non, che negli ultimi mesi ha saputo coinvolgere in un’attività di produzione culturale decine di persone del territorio, in un momento estremamente difficile per tutti.

Dopo 25 anni di assenza da ogni cartellone teatrale italiano, l’Adelchi di Alessandro Manzoni riprende così vita sotto forma di una fiction televisiva, che ne mostra il particolarissimo percorso di messinscena alla maniera slow theatre.

La serie, finanziata dalla Comunità della Val di Non e da 16 Comuni della Valle con il sostegno del BIM dell’Adige, è prodotta da Stradanova Slow Theatre, in collaborazione con la Trentino Film Commission, la Fondazione Museo storico del Trentino, il Gruppo Teatrale Moreno Chini e Ananas Video. La regia è di Elena Galvani, Jacopo Laurino, Marco Rauzi.

Pubblicità
Pubblicità

IN VIAGGIO CON ADELCHI-LA SERIE – La serie andrà in onda in prima serata (ore 21.15) a partire dal 20 di novembre su History Lab (canale 602 del digitale terrestre) e si compone di 9 puntate della durata di quaranta di minuti.

A fare da scenografia una serie di luoghi di interesse storico, artistico e naturalistico della Val di Non, nei quali la serie è stata girata nei mesi di luglio, agosto e settembre 2020.

Il cast prevede i due attori e registi Elena Galvani e Jacopo Laurino, affiancati da una ventina di attori non professionisti trentini (quasi tutti nonesi) selezionati fra i partecipanti ai corsi di recitazione e lettura espressiva tenuti in parte a distanza e in parte in presenza nei mesi di maggio e giugno.

Pubblicità
Pubblicità

Cosa vedranno gli spettatori? Senz’altro un prodotto particolare, in cui la vicenda tragica di Adelchi si intreccia con le vite degli attori non professionisti e con l’avventura inedita di una produzione televisiva locale.

Il sottotitolo della serie è “Indagine collettiva sull’Adelchi di Alessandro Manzoni”. Effettivamente si tratta di un’indagine che i registi Galvani-Laurino conducono sul testo di Manzoni insieme a tante persone: gli attori non professionisti e una serie di esperti in varie tematiche legate al testo e al suo autore.

Lo spettatore, guidato dai due registi che lo aiuteranno a seguire la vicenda e ad interpretarla, verrà subito catapultato nella sala prove, dove gli attori non professionisti si cimentano con lo scavo dei loro personaggi e con la dizione degli endecasillabi manzoniani, ciascuno con le proprie comprensibili difficoltà, ma mettendo la loro umanità al servizio dei personaggi.

Poi, dalla prova e dal mondo della tragedia, lo spettatore potrebbe trovarsi proiettato nella vita dell’attore, scoprendo i legami sotterranei che vengono a crearsi tra attori e personaggi. Così, la dizione spesso fortemente regionale con cui il verso tragico viene recitato, acquista un senso, diventando quasi un valore aggiunto dell’interpretazione.

Alle domande, alle curiosità sulla vicenda storica, sull’opera tragica, sul suo autore, sui caratteri dei personaggi, proveranno poi a dare risposta vari esperti intervistati dai registi.

Così, Giuseppe Albertoni, professore di Storia Medievale dell’Università di Trento e i due archeologi nonesi Alessandro e Luca Bezzi, chiariranno alcuni aspetti del cruciale momento storico in cui i Longobardi vengono sconfitti, dopo duecento anni di dominazione sulla penisola italiana, dai Franchi di Carlo Magno; il dottor Paolo Colombo, del Dipartimento di Lettere dell’Università di Trento e il maestro Franco Sangermano, docente di Storia del Teatro dell’Accademia dei Filodrammatici di Milano, sveleranno alcuni segreti dell’opera di Manzoni e della sua fortuna o sfortuna scenica; Claudio Agostini, primario di psichiatria, proverà ad analizzare le psicologia dei personaggi e i loro rapporti.

Poi, d’improvviso, gli attori daranno vita a veri e propri momenti di fiction, in costume e in location, portando in scena, puntata dopo puntata, buona parte della tragedia di Manzoni.

Infine lo spettatore, in alcune puntate, potrebbe essere colto di sorpresa e ritrovarsi nelle bettole in cui vive quel “volgo disperso che nome non ha”, cioè il popolo italico sottomesso prima ai Longobardi e poi ai Franchi, che nella tragedia di Manzoni rimane solo sullo sfondo, ma che in questa serie TV prende vita in chiave comica attraverso delle brevi scene improvvisate da un gruppo di utenti, operatori e volontari del Centro di Salute Mentale di Cles.

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza