Connect with us
Pubblicità

Riflessioni fra Cronaca e Storia

Il Napoleone Buonaparte della Val di Cembra

Pubblicato

-

Strano a dirsi ma la Val di Cembra è stata anche territorio di guerra nel 1.700.

La visione della valle trentina che vi offriamo in questo articolo non è fisica, cioè non riguarda un monumento o un castello, come fatto nei precedenti articoli (link1) (link2) ma è un passato che resta imbrigliato nella storia nazionale e si può scoprire solo attraverso i passi della mente, visto che nulla o quasi è rimasto di queste vicende, di quando il giovanissimo generale Napoleone Buonaparte, allora 27 enne, certo non rappresentava i nostri ragazzi trentini o di Francia, venne nominato dal governo francese comandante della malandata e scalcinata armata d’Italia e con questi soldati che nemmeno avevano le scarpe per raggiungere i nostri monti.

Questi giovani, coperti dalla scusante di una rivoluzione che avrebbe portato pace e giustizia sociale, cercarono di occupare anche il territorio trentino ripetutamente: già si intuivano non certo le velleità rivoluzionarie ma la sete di potere e sangue che quel generale dallo strano accento anche per i francesi avrebbe portato.

Pubblicità
Pubblicità

L’istituzione del codice civile e altre innovazioni non possono comunque perdonargli il suo comportamento assolutistico e i migliaia di morti che come lapidi pesavano sulla sua coscienza.

Adesso nei comuni di Giovo a Palù, Ville o altri paesi si respira la normalità contadina e l’avanzata del benessere e della tecnologia. ma se adesso ci seguite, non più come detto fisicamente, ma stavolta con il pensiero, vi ritroverete in strade di terra battuta o come adesso fiorite di viti, con qualche casa in legno e paglia e i soldati francesi che spadroneggiando in ogni dove razziavano e distruggevano come uno stormo di cavallette di biblica memoria.

E’ per questo clima di fervente agitazione e paranoico terrore che in quel marzo del 1797 da Palù fu prelevata con la forza la giovane Orsola Sebastiano, che di anni ne aveva 16, additata da Don Giuseppe Sebastiano come ladra e connivente ai “galli” invasori fu scortata manu militari da Schutzen con il sacerdote in testa e condannata a subire 50 bastonate in pubblico.

Pubblicità
Pubblicità

Si scoprì poi, ma solo dopo che la sentenza fu eseguita che nulla centrava, ne con il furto né con la connivenza francese. Ecco dove porta la paura, non ad una naturale difesa ma al linciaggio di innocenti senza alcuna colpa.

Un altro episodio in cui si può riflette invece sul farsi giustizia senza pensare alla conseguenza o sul seguire il cuore a chi ti porta via il diritto alla vita vede nel paese di Faver passare un concentramento di truppe francesi, dopo aver saccheggiato come al solito i paesi incontrati, furono bersagliati da moschetto da un certo Paolo Tarabelli De Fati che colpito un capitano riuscì a dileguarsi tra i tetti e fuggire alla cattura.

Per ritorsionee, sullo stampo crudele dell’opera che tristemente misero in atto anche i nazisti nella seconda guerra mondiale, i francesi diedero sfogo di crudeltà incendiando 54 case del paese, la chiesa, la canonica e la scuola.

Ecco stavolta, come avevamo promesso, queste avventure speriamo vi abbiano emozionato come un romanzo d’infanzia, in un viaggio culturale, facendo riflettere che comunque sono successe nella realtà e che molto posso insegnare se si vuole comprendere e invitandovi per curiosità a spingervi nei paesi del comune di Giovo per viaggiare con la fantasia su quanto scritto ma anche per godervi serenità e tranquillità di oggi, concludendo con bastante sicurezza nel dirvi: “Historia magistra vitae” …

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza