Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Mense scolastiche in Val di Non, la polemica non si placa. I genitori degli alunni dell’I.C. Taio rispondono a tono alla sindacalista Dellai

Pubblicato

-

Tutto come prima nelle mense scolastiche della Val di Non. Questo, per lo meno, è quanto emerge dal racconto di un gruppo di genitori di bambini e ragazzi che frequentano la scuola primaria e quella secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Taio.

La polemica, dunque, prosegue a colpi di articoli di giornale, sopralluoghi, interrogazioni, interventi dei sindacati. Proprio le parole della sindacalista della Filcams CGIL Francesca Dellai hanno colpito particolarmente i genitori degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Taio, che hanno voluto rispondere con una lettera giunta alla nostra redazione.

«Ci vediamo costretti a intervenire nuovamente non solo per evidenziare che a tutt’oggi non abbiamo notato miglioramenti significativi nel servizio mensa, ma anche perché siamo stati chiamati in causa dalle dichiarazioni di Francesca Dellai, sindacalista della Filcams CGIL, contenute in un articolo apparso sui quotidiani locali – scrivono i genitori –. La signora Dellai ha pensato bene di attaccare frontalmente, in maniera del tutto ingiustificata e inappropriata, quei genitori che hanno “osato” esprimere la propria protesta nei confronti di un servizio mensa scolastica giudicato di cattiva, per non dire pessima, qualità».

Pubblicità
Pubblicità

Le parole di Dellai, che a quanto pare si proponeva di difendere i diritti dei dipendenti della ditta appaltatrice del servizio, hanno provocato indignazione nei genitori che si sono sentiti “cornuti e mazziati”. «Nessuno di noi ha mai attaccato il personale della ditta, com’è ovvio – ci tengono a sottolineare i genitori –. Nella pubblica amministrazione sono le ditte che hanno in appalto i servizi che devono rispondere dei medesimi servizi, non certo i loro dipendenti. Nell’unico passaggio dei nostri articoli in cui si faceva cenno ai dipendenti della ditta, si chiedeva eventualmente di potenziare il personale, se questo poteva aiutare a migliorare il servizio, non altro».

I genitori precisano infatti che, nell’esclusivo interesse dei loro bambini, loro hanno semplicemente denunciato la scarsa qualità del servizio, ovvero del prodotto finale, prescindendo totalmente dall’indicare dove stia la falla nel sistema, che spetterebbe eventualmente ad altri individuare e correggere.

«La signora Dellai, anziché individuare il giusto bersaglio delle sue proteste in merito al trattamento contrattuale dei dipendenti della ditta bolzanina, che immaginiamo essere legittime, non ha trovato di meglio da fare che colpevolizzare i genitori della Val di Non, che evidentemente, essendo dei noti buontemponi e non, a loro volta, dei lavoratori come tutti gli altri, si divertono a lamentarsi, inventando futili motivi, con l’intento di peggiorare le condizioni lavorative del personale della ditta titolare del servizio mensa – aggiungono –.Troviamo francamente inaccettabile che proprio una sindacalista della CGIL, sindacato che dovrebbe tutelare i deboli e tutti coloro che hanno difficoltà a difendersi da soli,compresi bambini e famiglie, si scagli astiosamente contro dei genitori che evidenziano un disservizio di cui sono vittime, accusandoli addirittura di non conoscere i protocolli nazionali e di non documentarsi a dovere. A questo proposito, vorremmo dire alla signora Dellai che il nostro modo di documentarci è ascoltare il disagio dei nostri figli».

Pubblicità
Pubblicità

Il gruppo di genitori si dice poi curioso di sapere cosa ne pensa la dirigenza della CGIL provinciale, e in particolare il segretario Grosselli, della posizione espressa dalla sindacalista. «La condividono? Attendiamo risposta – scrivono i genitori –. Ci è parso di scoprire, in questa occasione, una CGIL stranamente indulgente verso la ditta, che è l’unica a dover rispondere, caso mai, di faccende contrattuali, e ancor più stranamente schierata contro le famiglie e i loro bambini e ragazzi. Pensiamo che in questa guerra fra “poveri”, cioè fra chi lamenta un cattivo servizio reso ai propri figli (peraltro pagato e non gratuito) e chi lamenta sfavorevoli condizioni lavorative, si sarà fatta una bella risata la ditta appaltatrice».

«In questi tempi già di per sé così sfortunati, mai ci saremmo immaginati di diventare il bersaglio degli attacchi di una sindacalista, a tutto vantaggio di chi dalla confusione e dal conflitto fra i due presunti “litiganti” (da una parte il personale dipendente e dall’altra i genitori dei bambini che usufruiscono della mensa) non può che trarre profitto, potendo sostenere, addirittura con il supporto del sindacato, che il problema non è il cibo freddo e di cattiva qualità, ma il genitore che denuncia il problema, perché, secondo la signora Dellai, non conosce i “protocolli”».

La lettera si conclude con un ultimo riferimento alle parole di Dellai. «Il suo intervento scomposto e immotivato non solo non ci ha affatto convinti a starcene zitti, come forse a lei piacerebbe, ma ci induce piuttosto a gridare ancora più forte la nostra protesta, con l’esclusivo obiettivo del bene dei nostri figli».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza