Connect with us
Pubblicità

18 politico

La rappresentanza di genere (femminile) in politica

Pubblicato

-

Nel nostro Paese le donne rappresentano più della metà della popolazione, ma tale proporzione non trova riscontro ai massimi livelli istituzionali e politici. Si può pertanto affermare, senza alcun timore di essere smentiti, che l’equilibrio di genere è ancora lontano dall’essere raggiunto.

E’ però altrettanto innegabile che negli ultimi vent’anni vi sia stato un importante recupero di posizioni grazie all’introduzione delle “quote rosa” che hanno il principale obiettivo di garantire un’equa rappresentanza di genere. Negli statuti di alcuni partiti politici nazionali hanno cominciato a fare capolino delle particolari procedure per garantire le quote riservate alle donne nelle segreterie e negli organismi di autogoverno.

Il criterio delle quote rosa é però rappresentativo di un numero minimo di posizioni a garanzia delle donne e non la perfetta parità che dovrebbe essere predefinita al 50% rispetto alla componente maschile. In politica la garanzia di genere, che dovrebbe essere nella natura stessa delle cose, è ancora oggi interpretata come un problema che si palesa già nella sempre più complicata composizione delle liste.

Si continuano anche a sentire inspiegabili scusanti come il ruolo fondamentale delle donne nel governo famigliare e della cura dei figli. Una concezione anacronistica che viene peraltro sostenuta anche dall’atteggiamento di molte donne che preferiscono lasciare la scena politico-istituzionale agli uomini.

I motivi sono di varia natura, ma forse quello principale risiede nella consuetudine storica basata sul fatto che gli uomini non partecipano costantemente alla gestione organizzativa famigliare, delegandola alle donne che di fatto si trovano in genere chiuse nel cerchio: lavoro, cura dei figli, cura della casa. Sono sempre stati gli uomini e per buona parte lo sono anche oggi, a ritagliarsi spazi di sviluppo di carriera e accrescimento personale, così difficili da conciliare con gli impegni di una famiglia.

Non sono certo pochi quelli che ancora pensano che in fin dei conti va bene così; sono le donne che devono poter sacrificare la carriera e molto altro per avere il privilegio di avere dei figli da crescere, ma è il paradigma che va cambiato. La famiglia deve essere basata su un rapporto assolutamente paritario senza far prevalere antichi stereotipi. Per sviluppare al meglio le capacità personali dei figli è necessario un impegno straordinario. Sul lavoro, nella società, all’interno del nucleo famigliare ambedue i genitori devono giocare un ruolo importante e impegnativo.

Questo carico aumenta vertiginosamente nelle famiglie più numerose dove i ragazzi hanno esigenze e abilità diverse. Le politiche famigliari purtroppo non sono adeguate alle esigenze reali, sia dal punto di vista economico che da quello di servizio alla cura, come la pandemia che stiamo vivendo sta palesando ulteriormente.

Certo, l’impegno politico richiede tantissimo tempo sia agli uomini che alle donne, ma soprattutto a queste ultime è riservato un aggravio aggiuntivo. Io penso che questo sia soprattutto il motivo per cui le donne abbiano sempre più reticenza ad impegnarsi nella gestione della cosa pubblica e vi siano oggettive difficoltà a coinvolgerle nella competizione politica.

Pertanto sono gli uomini a doversi impegnare di più per fare in modo che le donne non debbano rinunciare alle loro ambizioni. Non possiamo certo chiedere uno sforzo ulteriore alle donne, ma bisogna cercare di andare oltre gli ostacoli e garantire cosi il loro sviluppo e la partecipazione alla vita politica, economica e sociale come ci insegna magistralmente la nostra Costituzione.

A cura di dott. Andrea Merler

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza