Connect with us
Pubblicità

Trento

Burocrazia e disonestà: da 4 anni «prigionieri» nella loro casa a Gazzadina

Pubblicato

-

Sono «prigionieri nella loro casa», non possono vendere l’immobile regolarmente acquistato 4 anni fa perché ad oggi non è ancora stata rilasciata la documentazione che certifica la regolazione degli impianti installati dal costruttore dell’abitazione.

Una labirinto senza fine che una coppia deve ormai sopportare da oltre 4 anni e che appare senza via d’uscita.

L’uomo, residente nell’Alto Garda si lascia convincere dalla sua compagna di Trento, poi diventata sua moglie, ad acquistare un appartamento. Il posto è delizioso e l’appartamento è all’interno di un piccolo contesto condominiale a Gazzadina, sulla soleggiata collina est di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

«Allora ci convinse l’ubicazione e l’estetica dell’edificio – spiega l’uomo – apparentemente tanto curato nei dettagli quanto singolare nella struttura».

All’inizio sembra andare tutto bene. La coppia intraprende la trattativa direttamente con il costruttore che prosegue tranquillamente, così come i lavori degli operai per l’ultimazione delle abitazioni.

Al momento del rogito però i lavori non sono ancora del tutto conclusi. «Ci fidammo delle promesse del costruttore e firmammo dinnanzi alla notaia di fiducia dell’impresario edile – ricorda l’uomo – e cominciammo l’immediato e faticoso trasloco»

Pubblicità
Pubblicità

Purtroppo la coppia però si accorge subito che nonostante i mesi passino i lavori non vengono mai conclusi, anzi non progrediscono proprio nonostante i ripetuti solleciti fatti sia al costruttore che al geometra/direttore dei lavori.

«Superammo il primo inverno fra numerosi disagi, – ricorda la coppia – senza aver nemmeno la possibilità di trasferire la residenza ed, in quanto non ancora installati, senza poter sfruttare i pannelli solari/fotovoltaici previsti, essendo un immobile in Classe A+ (o, almeno, seppur non attestato, come tale è stato regolarmente pagato)».

Le stagioni però si susseguono, i solleciti ai referenti aumentano – sia da parte della coppia che degli altri inquilini – senza alcun costrutto. Tutto rimane sempre terribilmente bloccato. Le sporadiche risposte ricevute da costruttore sono tanto supponenti quanto sciocche ed inutili

«Non avendo mai riscontro effettivo – aggiunge la coppia – considerando anche la poca conoscenza delle materie specifiche, cerchiamo un’illuminazione recandoci più volte presso gli Uffici preposti del Comune dove scopriamo presto, nostro malgrado, che gli acquirenti hanno ben poche tutele rispetto ai costruttori immobiliari i quali possono tranquillamente abbindolare sia degli sprovveduti clienti come noi, quanto aggirare magari i flebili controlli e le scarse verifiche che ci sembra di aver capito esistono nel settore immobiliare.» 

Trascorsi 4 anni, ma a quanto pare per alcuni vicini con lo stesso problema sono molti di più, ad oggi la coppia non è in possesso di alcuna certificazione degli impianti, e non si hanno notizie del fatto che l’immobile sia stato classificato in Classe Energetica A+.

Peraltro i tunnel dei 17 garage non risultano essere in regola con le misure di sicurezza ed antincendio.

La sostanza paradossale è che la coppia è praticamente “prigioniera nella propria casa”: «Anche volendo vendere l’immobile che regolarmente è a tutti gli effetti nostro – continua la coppia –  non potremmo farlo in quanto non in possesso della documentazione normativamente prevista. Riflettendo sulla vicenda a mente fredda, però, mestamente, ci verrebbe da pensare, ampliando la visione sulla società nel suo complesso, che siamo stati surclassati dalla dilagante disonestà che, anche nel progredito e mitteleuropeo Trentino, si sta espandendo, così quanto la professionalità ed il senso del dovere; ed il nostro caso immobiliare ne è solo un esempio»

Ma la coppia alla fine della storia non si scoraggia ed allora emergono ottimismo e positività, «Siamo certi di esser stati semplicemente sfortunati ad incappare in una rara combriccola di furfanti, sicuramente un’inutile ed insulsa mela marcia fra mille altre di buone».

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza