Connect with us
Pubblicità

Ambiente Abitare

Tovel sotto la lente della ricerca internazionale: la Fondazione Mach scopre un nuovo paradigma scientifico per i laghi montani

Pubblicato

-


Fino ad oggi la comunità scientifica internazionale era convinta che il riscaldamento globale riducesse l’ossigeno presente nei laghi, cosa che sta succedendo a molti specchi d’acqua di fondovalle.

Una recente ricerca condotta dalla Fondazione Edmund Mach sul lago di Tovel ha di fatto modificato questo paradigma, evidenziando come nel lago trentino, famoso per  l’arrossamento delle sue acque fino agli anni Sessanta, il cambiamento climatico aumenta l’ossigeno nel fondale attraverso la perdita di quasi tre settimane di ghiaccio dalla metà degli anni Ottanta.

Questo studio costituisce l’inizio di un cambio di paradigma per la ricerca di laghi di montagna; è stato individuato come importante contributo per la ricerca internazionale e pubblicizzato come “Editor`s Choice” nella rivista scientifica EOS.org.

Pubblicità
Pubblicità

Il Trentino, con i suoi 300 e più laghi alpini, è un laboratorio naturale per la ricerca ambientale. Nel lago di Tovel, da decenni studiato dalla FEM grazie alla lunga serie di studi limnologici e meteorologici, questa recente ricerca ha evidenziato come il ghiaccio si forma sempre più tardi a causa delle temperature più calde in autunno e questo ritardo comporta più ossigeno sui fondali del lago. L’ossigeno risulta fondamentale per la vita della sua fauna ittica, in particolare per i salmerini.

Il lago di Tovel e la ricerca decennale FEM
La prima stazione meteorologica nel lago di Tovel è stata installata nel 1973 dall’allora Stazione Sperimentale Agraria Forestale di San Michele e contemporaneamente avviate le prime indagini idrobiologiche, che sono diventate mensili nel 1995. Grazie a questa lunga storia di dati scientifici, il lago di Tovel è stato inserito come un sito di ricerca nella rete internazionale di Ricerche Ecologiche a Lungo Termine (LTER).

I dati a lungo terminespiegano i ricercatori Giovanna Flaim, Daniele Andreis e Ulrike Obertegger, che hanno condotto la ricerca insieme al ricercatore Sebastiano Piccolroaz – hanno un’importanza strategica per capire e gestire il nostro patrimonio ambientale, particolarmente adesso con i cambiamenti climatici in atto. Questi cambiamenti influenzano tutti gli ecosistemi ed anche il lago di Tovel ne risente”.

Pubblicità
Pubblicità

Climate Warming Improves Oxygen Mixing in a High-Altitude Lake

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza