Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Nuovi contagi in Altopiano della Paganella, ma la situazione rimane sotto controllo. Grande incognita per gli impianti sciistici

Pubblicato

-

Attualmente la situazione contagi da Covid-19 in Altopiano della Paganella è in aumento, ma rimane sotto controllo con 2 casi a Andalo, 1 a Cavedago, 1 contagio a Fai della Paganella e un altro a Molveno.

Nei mesi scorsi sono stati registrati altri casi, già negativizzati, per cui la situazione, dall’inizio dell’epidemia, nei cinque paesi dell’Altopiano della Paganella è la seguente: ANDALO: positivi attuali 2, totale positivi 20, guariti 18, MOLVENO: positivi attuali 1, totale positivi 7, guariti 6, CAVEDAGO: positivi attuali 1, totale positivi 15, guariti 13, decessi 1, FAI DELLA PAGANELLA:  positivi attuali 1, totale positivi 9, guariti 7, decessi 1, SPORMAGGIORE: totale positivi 10, guariti 9, decessi 1.

La grande incognita per Andalo e l’Altopiano della Paganella è l’apertura degli impianti sciistici nella prossima stagione invernale, apertura fondamentale per l’economia della zona fondata sul turismo.

Pubblicità
Pubblicità

Il nuovo decreto firmato il 24 ottobre 2020 da Giuseppe Conte ha ufficializzato la chiusura degli impianti sciistici, con la sola clausola di apertura degli impianti per le competizioni nazionali e per la preparazione degli atleti professionisti.

Ma, come segnalato dal decreto, la materia rimane regolamentata anche a livello regionale che potrà decidere di aprire o meno gli impianti se verranno adottate le linee guida volte ad evitare aggregazioni di persone e, in genere, gli assembramenti.

Il decreto è attivo fino al 24 novembre 2020 per cui dopo questa data la situazione è al momento sconosciuta e probabilmente in fase di studio. A decidere quando vi sarà l’ufficiale apertura della stagione invernale in Altopiano della Paganella sarà la curva dei contagi in Italia e in regione e i successivi decreti nazionali e regionali.

Pubblicità
Pubblicità

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 ottobre 2020, articolo 1:  Misure urgenti di contenimento del  contagio  sull’intero  territorio nazionale, comma 9, punto mm): “Sono chiusi  gli  impianti  nei  comprensori  sciistici;  gli stessi  possono  essere  utilizzati   solo   da   parte   di   atleti professionisti  e  non  professionisti,  riconosciuti  di   interesse nazionale  dal  Comitato  olimpico  nazionale  italiano  (CONI),  dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e/o dalle rispettive  federazioni per  permettere  la  preparazione  finalizzata  allo  svolgimento  di competizioni sportive nazionali ed internazionali o lo svolgimento di tali competizioni. Gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all’adozione di apposite linee guida  da  parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome  e  validate dal Comitato tecnico-  scientifico, rivolte ad evitare aggregazioni  di persone e, in genere, assembramenti”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza