Connect with us
Pubblicità

Trento

Bar e ristoranti in piazza Duomo per protestate contro il governo Conte

Pubblicato

-

Sono stati circa 400 fra ristoratori, baristi e titolari di locali che stamane sono scesi in piazza Duomo a Trento per protestare contro le nuove misure restrittive volute dal governo Conte per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

La manifestazione, organizzata a livello nazionale da Confcommercio con la partecipazioni di molte città italiane ha visto gli imprenditori scendere in piazza muniti di tovaglie, bicchieri, posate e cuscini per circa un’ora.

Tutti sono rimasti seduti mostrando in silenzio cartelli di protesta. Alla fine, a mezzogiorno, hanno applaudito e intonato l’inno di Mameli suonato con la tromba. In segno di solidarietà ai lavoratori sono poi arrivati in piazza anche il presidente della Giunta provinciale Maurizio Fugatti e l’assessore al commercio Roberto Failoni.

Pubblicità
Pubblicità

“Vogliamo richiamare una forte attenzione su ristoratori, locali da ballo, pubblici esercizi che sono state tra le attività più colpite“, ha detto il presidente dell’Associazione ristoratori del Trentino, Marco Fontanari. “Chiediamo che ci sia attenzione nei ristori: sul decreto del governo il giudizio è che sono state messe importanti risorse ma non sufficienti viste le perdite subite, l’importante sarà poi la velocità nell’erogarle“.

Fontanari ha confermato che, nonostante l’apertura prolungata garantita dalla Provincia, già da due settimane a questa parte, e in particolare negli ultimi due giorni “l’afflusso dei clienti è stato bassissimo, di fatto sta diventando un lock-down mascherato“.  Tutto si è svolto senza nessun incidente sotto gli occhi di molti passanti che hanno mostrato la loro solidarietà e vicinanza.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza