Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

A22: ipotesi società in house e concessione trentennale

Pubblicato

-

Senza la proroga della concessione, stop agli investimenti per la Modena Brennero. Una partita aperta che registra il parere negativo della Commissione Europea alla proroga decennale per l’attuale società di gestione.

A nulla è servita la motivazione dell’emergenza sanitaria, dal momento che secondo la commissione, già troppe mini proroghe sono state concesse partendo dall’originaria scadenza del 2014.

L’unica via percorribile sarebbe quella di costituire entro il 29 dicembre una società in house, cioè a totale capitale pubblico alla quale potrebbe essere affidata una concessione trentennale.

Pubblicità
Pubblicità

Per costituirla è necessario liquidare prima di tutto gli attuali soci privati (Serenissima Partecipazioni spa; Società Italiana Condotte d’Acqua; Banca Popolare società cooperativa e infrastrutture Cis oltre all’1% delle azioni proprie di Autostrada del Brennero) che detengono il 16% del capitale sociale.

Una liquidazione che dovrebbe disporre di molta disponibilità finanziaria per transare a cifre al di sopra di ogni possibile contestazione. Nel frattempo senza una concessione medio lunga nessuno ha interesse ad investire al di la dell’ordinaria manutenzione, anche se alcuni interventi sono già stati finanziati.

Teoricamente sarebbe già pronto un piano d’intervento che prevederebbe la gestione di Autobrennero ai territori, indipendente dal tavolo tecnico che dovrà stabilire le modalità di liquidazione dei soci privati: per la Corte dei Conti sarebbe un’operazione da 110 milioni di euro.

Pubblicità
Pubblicità

L’obiettivo sarebbe quello di preservare l’attività della nuova società, dal blocco derivante dalla contestazione dei soci privati. Ma non è tutto così semplice. C’è anche chi considera la società in house una sorta di cavallo di troia per arrivare alla statalizzazione dell’Autostrada del Brennero ed è anche per questo che l’iter burocratico va a rilento.

Lo schema del governo per la governance sarebbe quello di 3 rappresentanti del Ministero che non detiene nessuna quota azionaria e altrettanti rappresentanti dei soci. Sarebbe tra i membri statali la scelta del futuro presidente che avrebbero anche la facoltà del doppio voto in caso di rischi di spaccatura.

In altre parole sarebbe già una forma embrionale di statalizzazione di un’Autobrennero che per la sua realizzazione non ha avuto nessun intervento economico dello Stato, ma fu tutto a carico degli enti locali.

Al momento ci sono due alternative. La prima è che sulla base di quanto già successo in Francia si possa arrivare ad un rinnovo quadriennale che dovrebbe essere concesso dal Commissario Europeo Gentiloni. La seconda è invece da tutti respinta e sarebbe quella di indire una gara europea per individuare il nuovo concessionario.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime
    Quella del legno è una filiera in affanno, alla costante ricerca di materie prime che scarseggiano o costano troppo per fronteggiare una domanda in costante ascesa. Carenza di materie prime La domanda supera l’offerta a... The post Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime appeared first on Benessere Economico.
  • Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis
    In attesa della prima scadenza a fine giugno del blocco dei licenziamenti, per dare una spinta all’occupazione e scongiurare un boom di licenziamenti, il Governo sta pensando ad un “contratto rioccupazione”. Contratto di rioccupazione, cos’è... The post Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis appeared first on Benessere Economico.
  • Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro
    Le esperienze enogastronomiche sono ormai parte integrante dell’esperienza turistica offerta dal nostro Paese, tanto che il covid non è riuscito a fermare la sua potenza economica e il suo appeal commerciale. Rapporto sul Turismo Enogastronomico... The post Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro appeared first […]
  • Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo
    Sicuramente, uno dei settori più colpiti dalla pandemia è stato quello del turismo. Per questo motivo sono stati stanziati 130 milioni di euro da investire nel settore, valorizzando i servizi di ospitalità collegati alla trasformazione... The post Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli
    Dal 10 maggio l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile, nella sezione dedicata del sito internet, la dichiarazione dei redditi precompilata. Solo dal 19 maggio sarà invece possibile modificare, integrare ed inviare la Dichiarazione. In alcuni... The post Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese
    Il tema del cambiamento climatico, obiettivo mondiale per i prossimi anni ha ribaltato l’intera economia compresa di piccoli investitori costretti ad organizzarsi verso il nuovo cambiamento. Questo è il motivo che ha spinto Boston Consulting... The post Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese appeared first on Benessere Economico.
  • Hotel Sonnenhof: un’oasi di wellness in una location strategica
    Hotel Sonnenhof si trova sulla strada del sole della Val Pusteria e spicca per un design alpino-moderno, un’oasi del wellness semplicemente stupenda e un panorama che non ha eguali. Il nome di questo hotel di Brunico è tutto un programma: soleggiata, infatti, non è solo la posizione del Hotel Sonnenhof – wellness hotel in Alto […]
  • Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
    L’Hotel Winkler al Plan de Corones non è un hotel qualsiasi, si tratta infatti di un hotel benessere in Alto Adige con 5 stelle, ma anche uno sport hotel nelle leggendarie Dolomiti, un family resort che propone tanto spazio per grandi e piccoli, un design hotel nel cuore della natura. La particolarità di questo hotel […]
  • Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
    Naturale. Autentica. Contemporanea. Senza tempo. Pregiata. Questi sono gli aggettivi che definiscono il nuovo modo d’intendere un’esperienza di villeggiatura esclusiva, nello chalet Purmontes, uno chalet di lusso in Alto Adige. Purmontes spicca per un concetto unico che fonde l’uomo e la natura in un Tutto armonioso. La modernità è sapientemente combinata al passato, le tradizioni […]
  • Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
    “Sempre sorprendente, sempre diverso, sempre unico e assolutamente indimenticabile. Questa è la vera vacanza all’Hotel Lanerhof, alle porte delle Dolomiti!” Situato nel pittoresco paesino di Mantana, un luogo delizioso dove è possibile ritirarsi in totale distensione per godersi al meglio la magia della varietà. In questo hotel in Val Pusteria è possibile fare esperienze esclusive […]

Categorie

di tendenza