Connect with us
Pubblicità

Politica

Dal 3 al 5 novembre seduta consigliare in presenza. Dal 12 via alla manovra finanziaria del 2021

Pubblicato

-

Il Consiglio provinciale si riunirà in presenza dal 3 al 5 novembre prossimi. Dopo il question time, si ritenterà l’elezione suppletiva del vicepresidente, stanti le note dimissioni di Alessandro Olivi.

A seguire, designazione di 3 membri della sottocommissione elettorale di Tione, quindi la risoluzione della V Commissione (presidente Alessia Ambrosi) dedicata al programma di lavoro 2020 della Commissione Ue. Da ultimo, pacchetto di 14 mozioni e di 17 interrogazioni tra quelle rimaste ancora senza risposta.

Stamane si è discusso circa le modalità di svolgimento delle sedute consiliari, dopo che Paolo Ghezzi ha stigmatizzato il ritardo sull’adeguamento tecnologico dell’aula consiliare per consentire a uno o più consiglieri di collegarsi da remoto; da 5 mesi c’è il nuovo regolamento d’aula, ma in concreto – ha detto il consigliere – una seduta in modalità mista non è fattibile.

Pubblicità
Pubblicità

Il presidente Walter Kaswalder ha spiegato che si attende l’implementazione tecnologica a palazzo della Regione, nel frattempo – per situazioni emergenziali – c’è sempre a disposizione l’opzione della seduta totalmente on line. I capigruppo oggi si sono espressi – rebus sic stantibus -per lavori in presenza fisica. Mara Dalzocchio ha detto che s’impone un chiaro messaggio verso i cittadini che vanno a lavorare fuori casa; Vanessa Masè ha detto che si può pensare ad arieggiare l’aula consiliare, sospendendo brevemente e a regolare cadenza i lavori; Mario Tonina ha invocato la necessità di dare un esempio alla cittadinanza e Giorgio Leonardi ha subito condiviso il pensiero.

Claudio Cia ha invitato a non farsi prendere dal panico e a stare in aula, favorevoli anche Luca Guglielmi ma pure capigruppo di opposizione (Pietro De Godenz, Sara Ferrari, Ugo Rossi). Quest’ultimo ha suggerito anzi una comunicazione straordinaria del presidente della Provincia, per esortare tutte le istituzioni trentine a fare altrettanto. Alex Marini ha ricalcato l’invito di Ghezzi ad affrontare costi e complicazioni tecniche per attrezzare l’aula consiliare per sedute miste.

La capogruppo del Pd Ferrari ha colto l’occasione per chiedere comunicazioni del presidente Maurizio Fugatti in aula sullo stato della guerra alla pandemia, da rendere se possibile nella prossima seduta consiliare. La richiesta sarà formulata dal presidente Kaswalder.

Pubblicità
Pubblicità

L’esame consiliare della prossima manovra di bilancio preventivo 2021 della Provincia. Il calendario è stato definito e comincia nel pomeriggio di giovedì 12 novembre con la relazione del presidente Fugatti in Prima Commissione. L’organismo consiliare procederà con audizioni il giorno 13, mentre il giorno 16 ascolterà gli assessori provinciali; il giorno 17 esame nelle altre Commissioni permanenti, poi conclusione dell’esame in Prima nel pomeriggio del 20 e poi per tutta la giornata del 23 novembre. Il 9 dicembre – entro le ore 12 – si dovranno presentare gli emendamenti, poi l’aula consiliare si riunirà nelle giornate dell’11-14-15-16-17 dicembre.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza