Connect with us
Pubblicità

Spazio Corazza

Stop ai mercatini di Natale: decisione presa senza nessun confronto preventivo

Pubblicato

-

Insieme per Trento” e “Siamo Trento” ci hanno accompagnato per tutta la campagna elettorale del nuovo Sindaco indicandone rispettivamente la lista creata sulla sua persona e la coalizione a suo sostegno.

Termini chiari, inequivocabili, che rappresentano l’unione, la condivisione, l’unità d’intenti in cui la maggioranza dei cittadini si è identificata.

Ora arriviamo a una decisione eccezionale presa dal primo cittadino e dalla sua giunta che riguarda la sospensione dei mercatini di Natale. Decisione sofferta e non facile arrivata e comunicata lunedì mattina al termine della riunione dell’esecutivo.

Appare scontato pensare quindi ad una scelta ragionata insieme all’APT ( ente organizzatore ), insieme alla Provincia, insieme alle autorità sanitarie e insieme agli esercenti perché tutti insieme siamo Trento.

Ebbene, la Provincia attraverso alcuni suoi rappresentanti si dichiara sorpresa e rammaricata per questa decisione visto che per giovedì era stato calendarizzato un apposito incontro con altri sindaci dei comuni interessati ai mercatini con lo scopo di condividere pensieri e iniziative.

Si apprende dal Dott. Ferro, responsabile del dipartimento prevenzione dell’APSS, di non essere stato contattato per un consulto tecnico sui dati della diffusione locale della pandemia.

Gli esercenti, su dichiarazione del proprio presidente, fanno sapere di aver appreso la notizia a giochi fatti. E l’APT? L’ente organizzatore dell’evento nel cui consiglio d’amministrazione siede il vicesindaco? Nessuna informazione sui canali social e nessuna comunicazione sulla pagina ufficiale in cui compaiono ancora le scritte degli “immancabili mercatini di Natale”.

Prendendo atto di tutto questo c’è da chiedersi quale sia il concetto di “insieme” e “siamo” così battuto nel corso della campagna elettorale.

Resta il fatto che la situazione è molto delicata e sicuramente non avremmo visto file di pullman arrivare in città ed è altrettanto facile presumere che potrà trattarsi di un avvenimento quasi a uso e consumo dei residenti.

L’idea di una manifestazione diversa, diffusa sul territorio, che possa riscoprire il valore di comunità, può comunque essere attrattiva e rispondere alle richieste di cambiamento e rinnovo che negli ultimi anni si stavano rendendo necessarie.

Mauro Corazza
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza