Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

In onda sulla web tv “Voce24News” l’incontro/dibattito “Social-mente insicuri. Dall’SMS all’SOS” svoltosi martedì 20 ottobre a Cles

Pubblicato

-


Un tema attualissimo quello trattato nella serata che si è svolta martedì 20 ottobre presso la sala Borghesi-Bertolla della Biblioteca di Cles ed intitolata “Social-mente insicuri. Dall’SMS all’SOS”.

L’evento, già in calendario a febbraio, ma purtroppo annullato a causa del lockdown, era programmato nel ciclo di quattro serate intitolate “La tua sicurezza ci sta a cuore”, organizzate dal Comune di Cles in collaborazione con la Biblioteca di Cles.

Per questo motivo, vista la riduzione dei posti disponibili a causa delle misure preventive anti-Covid, e per dare la possibilità a tutti di poter vedere l’evento, è stato registrato con la sapiente regia di Filippo La Scala, ed è trasmesso a partire da giovedì 22 ottobre sulla web-tv  “Voce24News”, dove ognuno se lo potrà gustare quando vuole comodamente da casa. Sarà visibile anche sui canali social della Biblioteca.

Pubblicità
Pubblicità

Alla serata, improntata come incontro/dibattito per riflettere sull’evoluzione dei social network e sulle problematiche e i rischi di un’inappropriata conoscenza di questi strumenti di comunicazione, con un aggiornamento riguardante l’uso di questi mezzi prima, durante e dopo il lockdown, hanno partecipato numerosi ospiti, sia in diretta che in video.

L’Assessore alla Cultura e Sindaco del Comune di Cles, Arch. Ruggero Mucchi, rompe il ghiaccio con una breve introduzione, puntualizzando i due lati della medaglia di social e network: utilissimi specialmente durante l’emergenza sanitaria e il periodo di lockdown, amareggiato accentua di come i personaggi pubblici, ad esempio come il sindaco, siano costretti ad un uso limitato di questi, e in alcuni casi perfino a rinunciarvi.

Presenta ufficialmente la serata l’Avv. Massimiliano Debiasi, conduttore sempre apprezzatissimo dal pubblico per le sue ‘gag’ con gli ospiti, e la sua capacità di sdrammatizzare con grande abilità e preparazione temi difficili come quello proposto.

Pubblicità
Pubblicità

Debiasi ricorda al pubblico il collegamento con la prima serata, avvenuta martedì 21 gennaio scorso ed intitolata “Radioamatori – I pionieri della comunicazione wi-fi”(qui l’articolo) che ha introdotto questo appuntamento trattando le tematiche della comunicazione e della sicurezza legate ad essa.

Il primo intervento è il contributo video della Neurologa Dott.ssa Enrica Franchini, che spiega puntigliosamente il funzionamento del cervello umano e degli effetti collaterali causati dall’uso smodato di apparecchi elettronici, che provocano nel cervello un effetto simile a quello conseguente all’uso di droghe.

Max Debiasi passa ora la parola al nostro editore, Roberto Conci, che sviluppa il tema dell’informazione sul passaggio dalla carta stampata al web, con particolare riguardo alle notizie che compaiono sui social e la pericolosità di contenuti non accreditati e mai più cancellabili, una volta pubblicati in internet.

E’ la volta di un altro video: Luca Omodei Paternoster parla di comunicazione, focalizzando l’attenzione su come rapidamente i social si evolvano, e di come noi, a nostra insaputa ma consenzienti nell’autorizzare l’uso dei nostri dati personali, siamo strumentalizzati su ogni azione che compiamo quotidianamente.

Attesissimo l’intervento di Mauro Berti, Vice Ispettore della Polizia Postale e coautore con Serena Valorzi e Michele Facci di vari libri, tra i quali ‘Cyber Bullismo’, Generazione Cloud’ e ‘Cercami su Instagram’, che purtroppo a causa di un infortunio non ha potuto presenziare, ma ha comunque inviato un messaggio video, nel quale espone il suo lavoro di scrittore.

Infatti Berti presenzia spesso nelle scuole per spiegare i rischi ai quali vanno incontro soprattutto bambini e adolescenti nel postare foto ed altro materiale sui social, e di come possano prevenire ed evitare comportamenti scorretti gli educatori, genitori ed insegnanti.

Conclude la serata Walter Iori, Direttore dell’UPT di Cles, Trento e Rovereto, accentuando l’importanza degli insegnanti nell’incanalare gli alunni ad un uso corretto ed adeguato dei mezzi di comunicazione, che fanno ormai parte del corredo scolastico. Parla anche della loro utilità: senza potersi collegare ad internet non sarebbe stato possibile proseguire le lezioni nel periodo di lockdown.

Chiude in bellezza Max Debiasi, ricordando al pubblico che hanno coordinato l’evento Walter Corradini ed Orietta Coletti.

Fondamentali per la riuscita della serata sono stati i contributi di Giuseppe Mendini, che si è occupato della parte tecnica, proiettando le slide ed i video, e di Massimo Faes, fotografo e responsabile della sala insieme a Federico Visintainer.

Le foto sono di Massimo Faes e Orietta Coletti

Qui il link per vedere la trasmissione: “Voce24News”

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza