Connect with us
Pubblicità

Politica

Firmata da Mattarella la Legge Costituzionale sul taglio dei parlamentari

Pubblicato

-

Dopo anni di diatribe e posticipazioni, la lunga odissea del taglio dei parlamentari sembrerebbe terminata; il presidente Mattarella ha infatti firmato l’altro ieri e promulgato la legge costituzionale che riduce il numero delle persone in Parlamento.

Il Referendum costituzionale confermativo, che ha visto primeggiare il sì con il 70% , ha infatti portato il presidente a firmare l’agognata carta che porterà alla modifica degli articoli 56,57 e 59 della Costituzione.

Alle prossime elezioni infatti il numero dei parlamentari verrà portato da 630 a 400 e quello dei senatori da 315 a 200; i posti in tutto saranno 600. I grillini, principali sostenitori di questa legge, pur avendo vinto una delle loro battaglie storiche saranno i primi ad essere penalizzati visti i numeri che ormai stanno facendo scomparire il movimento di Grillo.

Pubblicità
Pubblicità

Il nostro ministro degli interni, Luigi Di Maio elogia infatti il suo Movimento con un post su Facebook: «Sono stati mesi intensi, una legge voluta dal Movimento e votata da tutte le forze politiche, un referendum su cui ci ho messo la faccia e che ha vinto col il 70% dei sì degli italiani. Adesso lo possiamo dire: il taglio di 345 parlamentari è leggeE ora al lavoro per adeguare i regolamenti di Camera e Senato, pronti a una legge elettorale che dia massima rappresentatività

Ma se la vittoria è apparente oppure no si scoprirà il giorno in cui gli italiani voteranno, allora in base ai voti che il movimento prenderà, si saprà se Di Maio ha tagliato i parlamentari oppure  stesso e il suo partito.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza