Connect with us
Pubblicità

Trento

Coronavirus: record di contagi in Italia, 10.010 e 55 morti

Pubblicato

-

La curva epidemica continua a salire in modo allarmante. I 10.010 casi di oggi rappresentano un nuovo picco di contagi: mai così tanti nel nostro Paese in 24 ore.

Si tratta del terzo picco consecutivo da quando il 14 ottobre sono stati registrati 7.332 nuovi casi, superando il picco massimo del 21 marzo nella fase più critica dell’epidemia, seguito dal picco di ieri con 8.804 nuovi positivi (qui il bollettino), ma la situazione oggi è diversa da quella di marzo, sia per numero di tamponi effettuati sia per numero di persone nei reparti Covid che al momento non mettono il sistema sanitario a rischio collasso, anche se alcune Regioni hanno già gli ospedali sotto pressione (come la Lombardia). Ma la crescita preoccupa il governo, pronto a varare nuove restrizioni per contenere il contagio.

I morti oggi sono 55. Le Regioni più colpite dall’aumento di casi sono le stesse di ieri: Lombardia (+2.419) che detiene il record di più contagi per il quarto giorno di fila, Campania (+1.261) e Piemonte (+821).

Pubblicità
Pubblicità

I tamponi sono stati 150.377 (12.555 in meno rispetto a ieri che erano stati 162.932). La percentuale dei positivi individuata oggi, rispetto al numero dei tamponi processati, è intorno al 7% (precisamente 6,6%), vuol dire che su 100 test eseguiti 7 sono risultati positivi, ieri era del 5% (precisamente 5,4%).

Questo numero dà l’idea della crescita dei contagi, indipendentemente dal numero di tamponi eseguiti. Questa è la mappa del contagio in Italia.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 6.178 (+382, +6,6%; ieri +326), mentre i malati più gravi in terapia intensiva sono 638 (+52, +8,9%; ieri +47).

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza