Connect with us
Pubblicità

Trento

Bisesti: “Il Memoriale vuole restituire ai trentini la memoria dei propri caduti”

Pubblicato

-

Ieri, mercoledì 14 ottobre la “Giornata per ricordare le vittime e i caduti trentini della Grande Guerra

Con il Memoriale dedicato ai caduti trentini del Primo conflitto mondiale, ma anche con la Giornata di ricordo istituita all’unanimità dal Consiglio provinciale il 14 ottobre di ogni anno, si vuole restituire una parte di storia importante ai trentini.

E’ stato in questo modo che ieri, nel corso dell’evento on line promosso dalla Provincia in collaborazione con il Museo Storico Italiano della Guerra e la Fondazione Museo storico del Trentino, l’assessore provinciale alla cultura Mirko Bisesti ha spiegato il significato dell’iniziativa.

Pubblicità
Pubblicità

Furono oltre 60.000 i trentini che militarono nell’esercito austro-ungarico, 100.000 i profughi sfollati, 12.000 i soldati caduti; è difficile trovare una famiglia trentina i cui avi non siano stati coinvolti da questo conflitto – è stato il commento dell’assessore Bisesti

E se il Centenario della Grande Guerra è stata una grande occasione di studio e di riflessione per il territorio, con la legge provinciale 11/2017, accanto alla Giornata del 14 ottobre, si è deciso anche di realizzare un Memoriale che ricordi i caduti trentini, che verrà collocato all’interno dell’Ossario di Castel Dante a Rovereto.

Sono passati più di cento anni ma manca ancora un monumento capace di trasmettere la loro memoria – ha concluso Bisesti -, ecco per me il Memoriale sarà questo, una restituzione importante, attenta alle diverse sensibilità ma che ci consenta la costruzione di una memoria pubblica del Primo conflitto mondiale. Il mio impegno come Assessorato sarà per la realizzazione di questo progetto, d’intesa con lo Stato e le forze armate

Pubblicità
Pubblicità

La commemorazione trasmessa sul profilo Facebook della Provincia, che troverà spazio successivamente anche sulle reti locali, ha visto quindi gli interventi di Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo storico del Trentino, e di Francesco Frizzera, provveditore del Museo della Guerra di Rovereto.

Moderati dal capo ufficio stampa della Provincia, Giampaolo Pedrotti, che si è avvalso anche di spezzoni dell’epoca per trasmettere il senso del conflitto, i due storici hanno illustrato due aspetti diversi delle vicende storiche trentine.

Da un lato Ferrandi ha parlato del “Popolo scomparso“, titolo di un famoso fotolibro trentino della Grande Guerra, spiegando come il “popolo trentino non abbia mai avuto una memoria pubblica adeguata“, poiché all’indomani della fine della Prima guerra mondiale, con l’annessione al Regno d’Italia, “non si poteva parlare dei combattenti sotto altra bandiera“.

Ferrandi ha quindi concluso con una lettera di Piero Calamandrei, padre della Costituzione italiana, ma anche ufficiale italiano del Servizio propaganda, che prestò servizio proprio sul fronte trentino. Una lettera scritta dalla Vallarsa alla moglie, che ben illustra la situazione peculiare del Trentino.

Frizzera, invece, nel ricordare come il conflitto in Trentino iniziò un anno prima che nel resto d’Italia, nel 1914 appunto, ha illustrato le potenzialità distruttive di questa guerra e la tragedia vissuta dai trentini sul fronte galiziano, letteralmente decimati già nei primi mesi.

Nel maggio del 1915 l’ingresso in guerra dell’Italia portò il conflitto nelle case dei trentini e quasi un terzo della popolazione venne sfollata: “Furono evacuati in condizioni che somigliano molto a quelle dei militari, non conoscevano le loro destinazioni che furono per la maggior parte le cosiddette ‘città di legno’ha commentato Frizzera -.

Oggi sappiamo che vi furono 12.000 caduti, un numero sconvolgente, ma per i trentini non ci fu nemmeno la possibilità di sapere dove erano stati sepolti i propri cari, se qualcuno se ne stava prendendo cura. Tutto questo ci dà l’idea di come questo territorio sia stato colpito fin nel profondo dalla Grande Guerra e dalle sue conseguenze”.

Questi gli appuntamenti dei prossimi giorni

Fondazione Museo Storico del Trentino – Attività per le scuole secondarie di primo e secondo grado

Venerdì 16 ottobre

Soldati e civili nella Grande Guerra – Un percorso online di un’ora con la Fondazione Museo storico del Trentino, dedicato ai trentini, soldati e civili, che hanno vissuto il dramma della prima guerra mondiale.
Partecipazione gratuita, durata 1 ora, su prenotazione scrivendo a edu@museostorico.it

Trento nella Grande Guerra – Un percorso a piedi per le vie della città per scoprire cosa ha significato la guerra per gli abitanti di Trento e del Trentino.
Partecipazione gratuita, durata 1,5 ore, su prenotazione scrivendo a edu@museostorico.it

Attività per la cittadinanza
Domenica 18 ottobre ore 14.00

Visita guidata al Forte di Cadine – Una fra le prime strutture militari costruite dagli Austriaci in Trentino: simbolo della fortificazione di un territorio che subirà il dramma della guerra.
Partecipazione gratuita, durata 1 ora, su prenotazione scrivendo a edu@museostorico.it

Federazione Schützen del Trentino

Sabato 17 ottobre ore 10.30 – Momento di ricordo presso il Sacrario dedicato ai caduti austro-ungarici del Cimitero monumentale di Trento.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]

Categorie

di tendenza