Connect with us
Pubblicità

Politica

Rovereto sceglie Valduga ma la giunta “civica” non esiste più

Pubblicato

-

Dopo una campagna elettorale che, nonostante il Covid-19, è stata molto vivace, soprattutto nel mondo social, i roveretani hanno scelto il loro sindaco per i prossimi 5 anni, anche se la legislatura potrebbe durare molto meno, due anni e mezzo, se il rieletto Valduga, come ha ammesso, verrà scelto dal centrosinistra trentino per sfidare Fugatti per la poltrona di governatore del Trentino nell’autunno 2023.

I soliti giornali “old style” celebrano lo storico bis del dottore, dimenticandosi di fare un’analisi seria ed approfondita del voto nella seconda città del Trentino: la proposta “civica” con la quale il 43 enne “figlio d’arte” (il padre Guglielmo ha fatto politica per 50 anni nella Dc, poi Margherita, per trasformarsi, lui per primo, in “civico” per aggiudicarsi le elezioni del 2005 approfittando della fatale spaccatura tra Margherita e Ds sul nome del sindaco uscente Roberto Maffei) si era aggiudicato 5 anni e mezzo fa il ballottaggio contro l’uscente Andrea Miorandi non esiste più.

Il 38% dei voti conquistati nel maggio 2015 al primo turno dalla coalizione orgogliosamente senza simboli di partito e staccata dall’influenza (a loro dire malefica) delle segreterie dei partiti tradizionali, dopo appena 5 anni ha raccolto appena il 21% dei consensi: non sono cresciute “Rovereto libera”, “Rovereto al centro” e “Popolari con Valduga” e, soprattutto, è crollata la lista civica dello stesso Valduga, dal 18,53% a poco più del 10%.

Pubblicità
Pubblicità

Con questi pochi consensi l’acclamato primo cittadino non sarebbe mai andato neppure al ballottaggio ma lui, l’oncologo figlio d’arte, questo lo aveva capito da un pezzo, vista l’emorragia di consiglieri che aveva dovuto incassare negli ultimi tre anni, arrivando ad essere ormai minoranza in consiglio comunale (storica la sonora bocciatura sullo spostamento della terza Rsa all’attuale casa di soggiorno di via Vannetti).

Cosa fare, allora, per non tornare a lavorare? Allearsi con il Pd e l’intera sinistra, cosa sempre respinta dallo stesso podestà.

Oggi Valduga deve ringraziare proprio il Pd e Futura, che insieme gli hanno portato in dote quel 21% di consensi che gli hanno permesso di arrivare ad un soffio dal successo al primo turno con il 47,99% (meno il Patt fermo ad un modesto 4%).

Pubblicità
Pubblicità

Quello che i roveretani hanno capito (oppure lo capiranno presto) è che questa è un’altra maggioranza, con un sindaco ex civico ora baluardo del centrosinistra, che porta in consiglio comunale 10 consiglieri sui 21 di maggioranza e che avrà, giocoforza, grande impatto sulle scelte strategiche dei prossimi cinque anni.

Valduga ha ottenuto la storica rielezione? Sì, certo. Ma a che prezzo? Un elettorato diviso, confuso, che ha portato al dato dell’affluenza più basso della storia della città: 47,50%. Il primo cittadino rientrante non può dimenticare, inoltre, che 5 anni fa al ballottaggio conquistò quasi 2500 preferenze in più del primo turno (9518 contro 7021), questa volta il suo consenso è aumentato di appena 223 voti (9575 contro 9352), conseguenza sicuramente (ma non solo) della sua scelta di spostarsi decisamente a sinistra.

Poco centro e tanta sinistra in una coalizione stravolta: dalle immagini dei festeggiamenti in una Rovereto assonnata e piovigginosa resteranno nella memoria gli applausi a scena aperta, in prima fila, in strada, dei rappresentanti della sinistra, ad un comizio improvvisato per i suoi discepoli del Vate: gli stessi che 5 anni fa piangevano lacrime amare con Miorandi, ora tornati a nuova vita con il cavallo vincente. Un Valduga-bis ma a che prezzo?

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]

Categorie

di tendenza