Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

Cgil, Cisl e Uil del Trentino premiano le tre migliori tesi di laurea sul lavoro

Pubblicato

-

Corporate wellness e benessere sul luogo di lavoro; minoranze sessuali nei contesti di lavoro; relazione tra biodata, turnover e performance del personale addetto alle vendite: sono argomenti di grande attualità quelli trattati nelle tre tesi di laurea premiate oggi dai sindacati per l’appuntamento annuale con il premio Cgil, Cisl e Uil. Ad aggiudicarsi il riconoscimento per l’edizione 2020 sono stati due laureati del Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive e una laureata del Dipartimento di Economia e Management. Tutti hanno conseguito il titolo anche con il massimo dei voti.

Alberto Casciano, laureato in Psicologia delle risorse umane e delle organizzazioni ha presentato una tesi dal titolo “Studio delle relazioni tra biodata, turnover e performance con orientamento specifico alla selezione dei venditori” (relatore prof. Lorenzo Avanzi).

Lorenzo De Preto, laureato in Psicologia, si è occupato di “Minoranze sessuali nei contesti di lavoro: il contributo di microaggressioni e del clima organizzativo al benessere individuale e alla soddisfazione lavorativa in un campione italiano di lavoratori/trici lgbt+” (relatrice prof.ssa Maria Paola Paladino).

Pubblicità
Pubblicità

Giulia Dal Lago, laureata in Economia e Management, ha scritto la sua tesi su “Analisi dell’evoluzione del corporate wellness: nuove tecnologie ed il caso del progetto L3W” (relatore prof. Paolo Bouquet).

La cerimonia di premiazione si è svolta questa mattina nella sede del Rettorato a Palazzo Sardagna, in forma ridotta a causa delle precauzioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19. Al momento ufficiale erano presenti il rettore Paolo Collini e i tre segretari generali Andrea Grosselli (segretario generale Cgil del Trentino), Michele Bezzi (Cisl del Trentino) e Walter Alotti (segretario confederale Uil del Trentino).

Le tesi vincitrici sono state selezionate da una commissione composta dai professori: Gabriella Berloffa del Dipartimento di Economia e Management, Matteo Borzaga della Scuola di Studi internazionali; Barbara Poggio del Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale; Michela Vignoli del Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive.

Pubblicità
Pubblicità

I tre premi (da 1.350 euro lordi ciascuno) messi a disposizione da Cgil, Cisl e Uil del Trentino per tesi di laurea magistrale erano rivolti a laureati e laureate dell’Università di Trento che avessero conseguito il titolo nel periodo compreso tra il primo aprile 2019 e il 15 marzo 2020.

Le tesi candidate dovevano riguardare il mondo del lavoro, i suoi assetti e trasformazioni e, in particolare: Europa, giovani e lavoro; le trasformazioni del mondo del lavoro dipendente: il lavoro atipico e i nuovi lavori; lo sviluppo economico e sociale del Trentino; la contrattazione collettiva, con particolare riguardo alla contrattazione europea; il lavoro femminile e le azioni per la tutela delle pari opportunità; i lavoratori stranieri in Trentino e in Italia; Il benessere e la qualità della vita lavorativa nelle organizzazioni; l’interazione persona-tecnologie nei luoghi di lavoro; l’apprendimento e i processi formativi dei lavoratori.

«Oggi celebriamo il vostro impegno. E anche se lo facciamo in modo diverso dal solito e più contenuto per via delle precauzioni imposte dalla situazione sanitaria, ci congratuliamo con voi per la qualità delle vostre tesi» ha commentato il rettore Paolo Collini nel suo saluto di benvenuto. «Ogni anno il Premio dei sindacati porta all’attenzione lavori nuovi, ben fatti e molto attuali, che ci permettono di ampliare le nostre prospettive sul tema del lavoro.

A partire dalla nostra Costituzione, che lo richiama come valore fondamentale fin dal primo articolo, il lavoro è pervasivo nella cultura del nostro Paese. Ci realizziamo attraverso quello che facciamo, non soltanto dal punto di vista della soddisfazione economica, ma anche per quanto riguarda la formazione della nostra identità. L’Italia sconta una condizione molto difficile, anche rispetto agli altri paesi europei, in materia di occupazione, soprattutto giovanile. E si trova ad affrontare un momento storico in cui è necessaria una chiamata alla responsabilità, individuale e collettiva. Per questo bisogna continuare a parlare di lavoro, a studiarne le dinamiche sotto punti di vista diversi. Il mio plauso va alle sigle sindacali che da anni portano avanti questo significativo riconoscimento per i nostri giovani».

Dopo una breve presentazione dei lavori di tesi da parte dei laureati, hanno preso la parola i tre segretari.

Grosselli, Bezzi e Alotti hanno posto l’accento sul valore della conoscenza e della ricerca per la crescita di una comunità, ed in particolare in un momento come quello attuale in cui il mondo intero è sotto scacco a causa del coronavirus.

«Se c’è una lezione positiva che l’emergenza sanitaria ci sta insegnando è proprio il valore della conoscenza, l’importanza fondamentale della ricerca e dello studio, di cui anche voi con il vostro percorso, il vostro impegno e le vostre fatiche siete testimoni – hanno detto. Questi devono essere un bene collettivo, accessibile a tutti e tutte così come devono essere disponibili per tutti e tutte i cittadini i risultati, se veramente vogliamo costruire una società migliore, più democratica e ugualitaria». Dunque un invito ai tre giovani laureati di guardare con coraggio e tenacia al futuro, nella consapevolezza che il destino del Paese e del Trentino dipende anche da loro.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza