Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Palazzo Assessorile di Cles serata su “La realtà virtuale come strumento esperienziale. Nuove tecnologie a supporto dei musei”

Pubblicato

-

“La realtà virtuale come strumento esperienziale. Nuove tecnologie a supporto dei musei” è il titolo del decimo evento collaterale organizzato nell’ambito della mostra ‘Le cinque chiavi gotiche e altre meraviglie’ aperta e visitabile presso Palazzo Assessorile a Cles fino a domenica 29 novembre.

La conferenza si terrà giovedì 15 ottobre alle ore 20.30 nella Sala Baronale di Palazzo Assessorile.

La realtà virtuale può offrire molteplici possibilità in vari settori – tra qui quello museale – nell’ambito del quale è possibile unire esperienze uniche e surreali a momenti culturali e di apprendimento. Grazie a queste tecnologie, infatti, è possibile rivivere momenti della storia ormai perduti ma che, merito della computer grafica, possono essere nuovamente rievocati in tutto il loro splendore.

Pubblicità
Pubblicità

Quali sono le tendenze “immersive” che i musei utilizzano per interagire con il visitatore ed affascinarlo nel contesto di un percorso espositivo, e quali sono i passaggi per arrivare al prodotto finito come quello della mostra presso Palazzo Assessorile, sono alcune delle domande a cui risponderanno Stefano Benedetti e Gabrio Girardi di Neoinfinity, autori della realtà virtuale a disposizione dei visitatori presso la mostra ‘Le cinque chiavi gotiche e altre meraviglie a Cles’. Un prodotto, quello dei due professionisti, risultato di un imprescindibile lavoro di quadra intrapreso con la curatrice Lucia Barison e i co-curatori della mostra Marcello Nebl, Gianluca Fondriest e Alessandro Bezzi.

Non vi saranno proroghe di apertura al percorso di visita che, accessibile dal 13 giugno scorso, è già stato visitato da ben 15.000 visitatori. Dunque “chi ha tempo non aspetti tempo” è il titolo della campagna social che il Comune di Cles ha avviato sulla propria pagina Facebook e sul profilo Instagram per avvisare e invitare il pubblico ad entrare a Palazzo e farsi affascinare da una storia millenaria attraverso oltre 240 beni tra cui opere d’arte, documenti antichi, oggetti di artigianato, di oreficeria e reperti archeologici.

Due gli appuntamenti aggiunti al già ricco calendario di eventi collaterali organizzati nell’ambito della mostra che si concluderanno con l’intervento del Soprintendente Direttore della Soprintendenza per i Beni Culturali della Provincia Autonoma di Trento Dr. Franco Marzatico, invitato a parlare della ‘Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale’ giovedì 5 novembre come sempre alle ore 20,30.

Pubblicità
Pubblicità

Data l’ottima partecipazione e successo riscossi dagli eventi serali, l’amministrazione e gli organizzatori hanno deciso di aggiungere un focus sulla realtà virtuale ed un’esposizione temporanea di monete antiche con una serata illustrativa intitolata ‘Dai celti a Bernardo Cles’ che si terrà a cura di Alberto Mosca e Ferruccio Mascotti giovedì 22 ottobre 2020. Un momento per analizzare e raccontare le emissioni di Bernardo Cles dal punto di vista storico, pondometrico e araldico, con riferimento ai pezzi esposti dal 13 ottobre al 29 novembre 2020.

L’arrivo della moneta in Anaunia nel II secolo a.C., gli influssi dei greci, celti e romani, i ritrovamenti materiali fino all’alto medioevo con un’analisi sull’età medievale con particolare riguardo per le zecche di Trento e di Merano sono alcuni degli argomenti che verranno trattati.

La serata si terrà nel rispetto delle misure anti contagio con obbligo di prenotazione chiamando al numero 0463/662091 – Info: Comune di Cles

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza