Connect with us
Pubblicità

Spazio Corazza

Sindaci della notte e patente a punti per i locali: sono perplesso

Pubblicato

-

Il neo sindaco Ianeselli ha inaugurato il suo mandato con un’ordinanza importante sul tema della movida imponendo delle limitazioni al consumo di bevande negli spazi pubblici in una determinata zona della città.

Questo atto ha subito dato adito a diverse e contrastanti reazioni. Innanzitutto è doveroso precisare che la presa di posizione del Sindaco si è resa necessaria anche per i pericolosi assembramenti legati alla situazione sanitaria che stiamo vivendo che, in qualunque modo la si pensi, necessita attenzioni particolari.

Sarebbe interessante sapere se il Primo cittadino avrebbe avuto la stessa intraprendenza e decisione anche se non ci si fosse trovati in questa situazione.

L’appello alla responsabilità è importante e deve riguardare tutti noi, qualunque ruolo della società si vada ad occupare. La costante assenza di visione politica è però una discriminante fondamentale che non può essere dimenticata.

Non si possono accogliere migliaia di studenti e giovani che hanno diritto a qualche ora di svago senza poter offrire loro attività alternative. Attività sportive, culturali e di intrattenimento devono essere implementate e incentivate per dare modo ai nostri giovani di passare serate interessanti che portino anche ad una qualità migliore del divertimento.

Nella scorsa legislatura si è parlato molto di numerosi incontri avvenuti tra assessori competenti e rappresentanti delle parti ma risultati concreti non se ne vedono.

Le ordinanze restrittive e il “pugno di ferro” devono essere utilizzati quando sono state messe sul tavolo tutte le possibili alternative che possano portare a un cambio di mentalità naturale e non imposto.

Sentir parlare di patente a punti per i locali (che spesso hanno limitate responsabilità) e sindaci della notte (esistono già le figure istituzionali preposte ) lascia quantomeno perplessi.

Dopo anni di governo della stessa maggioranza ci si dovrebbe aspettare qualcosa di più anche se quanto è emerso dalle recenti elezioni lascia pensare che ai cittadini vada bene così.

Mauro Corazza

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza