Connect with us
Pubblicità

Psicologia dei Diritti

L’ultimo saluto dal finestrino, la nonna racconta. Storie di mala giustizia minorile – terza parte

Pubblicato

-

Questo articolo segue quanto già pubblicato precedentemente dall’autrice, la psicologa e psicoterapeuta Marica Malagutti (è possibile leggere la prima e la seconda parte della storia qui  e qui).

Dopo aver avuto le risposte dell’avvocato Casale e il punto di vista psicologico sullo sconvolgente caso di una nonna a cui è stata tolta la possibilità di vedere suo nipote senza alcuna ragione plausibile, abbiamo cercato proprio questa signora perché potesse rispondere alle nostre domande.

Signora come è iniziata la sua storia?

Pubblicità
Pubblicità

Quando, anni fa, mia figlia è rimasta incinta, io la sostenevo a 360 gradi. Purtroppo era in una situazione difficile e io ho fatto veramente di tutto sia per lei che per mio nipote. Tra di noi i rapporti erano buoni, ma ad un certo punto, quasi due anni fa, mi arriva una telefonata da parte dei servizi sociali per un colloquio, esteso anche a mia figlia. L’operatrice non mi ha detto il motivo ed io ero così fiduciosa del Servizio Sociale che ho dato la mia disponibilità senza chiedere nulla.

Da quel momento l’equilibrio tra me e mia figlia si è rotto e dal detto al fatto in 4 mesi hanno portato via mio nipote mentre era all’asilo. Solo dopo alcuni lunghissimi mesi ho potuto sentire la sua voce al telefono. Le chiamate sono state solo due, poi hanno detto che il bambino piangeva ed aveva enuresi notturna. Non ho potuto più sentirlo fino a quando il mio consulente legale,  Avvocato Casale, ha combattuto duramente per ottenere almeno le visite protette”.

Attualmente vede suo nipote?

Pubblicità
Pubblicità

Grazie alla tenacia del mio Avvocato Gianni Casale e della Dottoressa Malagutti, dopo tanto tempo, ho fatto un incontro con mio nipote.”

Perché dopo tanto tempo?

Secondo me qualsiasi cosa avessi fatto o detto prima o poi sarebbe arrivata la mail per la sospensione e guarda caso le moivazioni erano le medesime: pianto ed enuresi. Forse mio nipote è destinato ad un’altra famiglia? Forse perché è un bravo e bel bambino facile da tenere? Questa Idea purtroppo mi balena in testa da molto tempo. Ma ora ho rivisto mio nipote e sono molto felice, anche se non so ancora quando lo potrò rivedere”

Cosa si ricorda delgli ultimi incontri?

E’ stato bellissimo! La penultima volta abbbiamo giocato insieme, mio nipote era molto affettuoso, mi è corso incontro quando è arrivato, mi ha abbracciato e quando alla fine ci siamo salutati e stava andando via è tornato indietro per un ultimo abbraccio. Io ero molto emozionata, poi, mentre attraversavo la strada per raggiungere la mia auto vedo mio nipote che si allontanava in macchina e lo saluto. Lui mi ha ricambiato il saluto. Evidentemente era emozionato anche lui perché si è alzato dal sedile e si è girato per salutarmi ancora. Poi ancora una sospensione.

Infine, dopo diversi mesi, grazie all’aiuto di Casale e della Malagutti, ho rivisto mio nipote. In quest’ultima occasione abbiamo mangiato la torta per il nostro compleanno perché, da due anni ormai, non lo festeggiavamo insieme e le operatrici ci hanno permesso di scattare delle foto per ricordo. È stato davvero molto emozionante!”

Date le difficoltà di sua figlia e il suo impegno come mamma e come nonna cosa pensa che avrebbero dovuto fare i servizi sociali?

Dovevano sostenere mia figlia e portarla ad una maggiore stabilità rispettando me come madre e nonna. Avrei accolto mio nipote in casa solo fino a quando mia figlia non si fosse ristabilita. Non c’era bisogno di una famiglia affidataria che non è mai venuta in contatto con mia figlia e con la nostra famiglia. Io avrei sostenuto, come ho sempre fatto, mia figlia con l’aiuto di mio marito. Mi sconvolge il pensiero che con il cambio dell’Assistente Sociale tutto è cambiato. Ci hanno messe l’una contro l’altra”. 

Che cosa prova rispetto al fatto che non sa se potrà ritornare a fare la nonna in modo normale a suo nipote?

“Intanto sono contenta di aver rivisto mio nipote, anche se non so ancora che pensare e neanche quello che sentire. Credo solo che sia atroce prelevare da scuola un bambino così piccolo da persone sconosciute. Poliziotti in borghese l’hanno portato via come se fosse un delinquente. Sto male solo ad immaginare la paura che aveva, si sarà sentito disorientato, confuso. Come avrà vissuto la prima, la seconda notte senza la sua famiglia in un posto sconosciuto? A volte penso cosa gli possano aver detto per giustificare il fatto che viva in un’altra casa con altre persone.

Anche se alcuni professionisti mi hanno consigliato di lasciare andare la situazione, io lotterò per riaverlo a casa e se mia figlia risolverà i suoi problemi, sarò felice che mio nipote possa vivere con la sua mamma. Per ora comunque vivo tra il piacere di vederlo qualche volta  e il dolore più profondo di quando se ne va in un’altra famiglia. Mi sento arrabbiata con le persone che hanno lavorato per costruire questo ennesimo dramma che ha come protagonista un bambino”.

Si conclude così l’analisi di una parte di questa dolorosa e incredibile storia, una fra tante che ha come protagonista una donna, una nonna che per amore non smetterà mai di lottare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]

Categorie

di tendenza