Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Gestione illecita dei rifiuti: i Carabinieri del NOE di Trento sequestrano l’impianto della Bianchi di Isera

Pubblicato

-

Nei giorni scorsi i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Trento hanno sequestrato, su ordine del GIP di Trento, l’impianto di recupero di rifiuti speciali non pericolosi, derivanti essenzialmente da demolizioni edili, della ditta BIANCHI.

Nel marzo scorso, i Carabinieri del NOE, con l’ausilio del Nucleo Ispettivo dell’APPA e il supporto del Nucleo Operativo Specialistico del Corpo Forestale Trentino, avevano sottoposto a parziale sequestro l’impianto di Isera poiché l’azienda gestiva i rifiuti rendendo artificiosamente difficoltosa la loro tracciabilità e in molte occasioni, senza sottoporli alle analisi previste dall’autorizzazione ambientale, li miscelava abusivamente tra di loro per poi, direttamente o combinati con il cemento, utilizzarli per la realizzazione di sottofondi stradali, riempimenti di vario tipo, opere edilizie, copertura di discariche, ecc..

Nonostante il sequestro, con il quale -di fatto- si era consentito alla società di continuare ad operare salvaguardando il lavoro dei dipendenti, ulteriori indagini hanno permesso di dimostrare che l’azienda non solo non aveva messo in atto i provvedimenti prescrittivi disposti dall’APPA a seguito del sequestro, ma stava continuando a gestire i rifiuti in violazione alle norme di settore.

Pubblicità
Pubblicità

L’azione di monitoraggio promossa dalla DDA (Direzione Distrettuale Antimafia), coordinata dal Procuratore Sandro Raimondi e dai sostituti Alessandra Liverani e Davide Ognibene, ha consentito ai Carabinieri del NOE, con l’ausilio del Nucleo Ispettivo di APPA, di accertare come la ditta perseverasse nella propria azione.

Oltre a quanto accertato nelle prime fasi d’indagine, la società, attraverso il sistema cd “giro bolla”, allorché doveva smaltire dei rifiuti a matrice terrosa, anziché conferirli presso il proprio centro per sottoporli a regolari operazioni di recupero, li inviava direttamente in una cava a Mori.

Il GIP, dott. Enrico Borrelli, ha quindi disposto un doppio sequestro che ha visto, di fatto, l’apposizione dei sigilli all’impianto di recupero di rifiuti della società BIANCHI di Isera quale extrema ratio per impedire la prosecuzione e reiterazione della condotta, nonché il sequestro di un’ampia area di Mori (circa 22.000 mq), nella quale, proprio in ragione del conferimento ripetuto e sistematico di rifiuti di fatto mai recuperati, si è realizzata discarica abusiva.

Pubblicità
Pubblicità

L’attenzione della Procura della Repubblica di Trento per le tematiche ambientali ha di fatto interrotto un’azione criminosa che vedeva conferire a Isera rifiuti spesso provenienti da fuori regione i quali venivano poi riversati, senza essere stati realmente sottoposti ad operazioni di recupero, nell’ambito di opere edili in aree trentine spacciandoli per sedicenti materiali edili.

Pubblicità
Pubblicità

L’attività del Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale, specializzato nelle investigazioni di carattere ambientale, ha consentito di evidenziare un traffico di rifiuti così vasto e complesso tenuto conto inoltre che tali attività, oltre che a danneggiare l’ambiente con l’immissione di rifiuti anziché di materiali riciclati, di fatto pongono fuori mercato le imprese che operano correttamente nel settore dell’economia circolare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza