Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

La storia delle mura arroccate del castello di Segonzano

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

In Valle di Cembra, è certo la natura a fare da specchio per ogni passeggiata o escursione che serve spesso per rilassarsi o per togliersi dalla caotica vita in città.

Ed è proprio per questo che insieme a voi, percorrendo ormai la strada che è asfaltata saliamo con lo sguardo verso il cielo, dove ancora maestoso si staglia, nonostante siano rimasti solo i ruderi, il castello di Segonzano, a poca distanza dalle frazioni di Piazzo e Saletto.

Quelle mura, ormai sbiadite dal tempo forse non danno più visione degli antichi fasti e della potenza dei vassalli vescovili, ma se, circondati ora dai vitigni che coronano il visitatore, cercherete di chiudere gli occhi, dal nero vedere sfumeranno ombre di uomini, cavalieri, soldati e patrioti che vi gironzoleranno tra i pensieri di una storia carica di avventura, che è passata certo, ma che da ancora emozione, come nell’immaginario di un fanciullo che gioca.

Pubblicità
Pubblicità

Ebbene allora immaginatevi e vedeteli, lì davanti a voi questi uomini, vestiti di lunghi abiti nobiliari, che a cavallo risalgono la strada e si rifugiano nel maniero, che li difende, abbarbicato alla roccia, scrutando, con la potenza vescovile di Federico Vanga, quello che li circonda.

Oppure lasciatevi sorprendere da quelle imprecazioni che in quel francese antico sentite uscire dalle bocche di quegli uomini, sudati, sporchi di granelli di polvere da sparo, con le uniformi logore, le scarpe sfondate, che forse si reggono alle canne dei moschetti per cercare di assaltare il castello, solo per il loro generale, un certo Buonaparte, che poi affollerà per i posteri i libri di ogni studente.

Ma sia che vi affidiate a questa poetica visione della storia passata o semplicemente vogliate staccare dalla più realistica quotidiana frenesia del lavoro o della città di questa nostra società moderna, percorrere i passi tra questo quadro d’arte naturale per voi sarà un regalo, come lo fu alla fine del ‘400 per la mente e l’arte di Albrecht Durer, che ci ha donato con il suo tocco l’aspetto che aveva in quel tempo.

Pubblicità
Pubblicità

Insomma il gusto di questo paesaggio vi rimarrà dentro e anche la smaniosa voglia sicuramente di ritornare tra le braccia di questa nostra Valle.

Per dare un piccolo sguardo nella storia del castello di Segonzano alcuni storici locali hanno azzardato che le mura, in forma di torre di guardia, potevano esistere già nell’impero romano.

La prima testimonianza scritta in cui comunque si ha menzione del castello è il 1216 quando fu feudatario Rodolfo Scancio, investito dal principe vescovo Federico Vanga.

Successivamente numerosi feudatari hanno posseduto il castello tra cui i Rottemburg. Tra il 1494 e il 1495 ospite del capitano Georg von Ebenstein fu il famoso pittore e incisore Albrecht Durer.

Nel 1796 durante l’invasione francese il tetto fu gravemente danneggiato e poichè i Conti a Prato non risiedevano più lì, non ci fu alcuna riparazione e il castello andò pian piano in rovina.

Ai nostri tempi è stato restaurato e ancora si notano parti della muratura medievale ed è sede, all’aperto, di eventi culturali, visto l’installazione di sedute di legno e faretti per l’illuminazione.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento7 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento7 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero9 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura9 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento11 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento11 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra11 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion13 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero13 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro14 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina14 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento2 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

fashion13 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza