Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Mezzolombardo, Devigili si stacca dalle civiche di centro-sinistra: «Farò opposizione libera e costruttiva come consigliere indipendente»

Pubblicato

-

Giorgio Devigili ha scelto di vivere la sua avventura all'interno dell'amministrazione comunale di Mezzolombardo da consigliere indipendente

«In considerazione del confronto interno e dell’esito del risultato elettorale, ho ritenuto opportuno lasciare il campo libero a chi vuole ricostruire il centro-sinistra. Sarò pertanto un consigliere comunale indipendente di minoranza».

Parola di Giorgio Devigili, candidato sindaco battuto dal confermato Christian Girardi alle ultime elezioni e consigliere di minoranza di Mezzolombardo, che nel corso della prima seduta del nuovo Consiglio comunale, tenutasi mercoledì sera, ha comunicato la sua intenzione di fare gruppo a sé nella legislatura appena iniziata, staccandosi quindi dallo schieramento nel quale è stato eletto.

«Mi sento in coscienza di poter rappresentare meglio i miei elettori, le preferenze dirette alla mia persona –ha dichiarato – stando fuori dalle logiche dei partiti e delle liste civiche, fornendo il mio contributo di idee in continuità con le indicazioni del progetto politico presentato in campagna elettorale e con una visione pragmatica della politica, poca teoria e molta pratica».

Pubblicità
Pubblicità

Gli schieramenti di minoranza a Mezzolombardo, dunque, saranno due: i consiglieri Danilo Devigili, Danilo Dalla Brida, Carlotta Zenari e Marco Weber dei gruppi consiliari “Futuro Insieme” e “Crescere Insieme” da una parte, Giorgio Devigili dall’altra.

«Il mio atteggiamento sarà critico nei confronti di iniziative che non condivido, ma anche propositivo, suggerendo le alternative che credo utili al bene del paese, idee che possano far crescere la comunità senza dover pensare a un libro dei sogni. Un esempio: l’interramento della Trento-Malé – ha aggiunto Devigili –. Avrò un’azione di pungolo, di controllo e di stimolo sulle proposte che invece condivido, senza alcuna preclusione nel dare il mio appoggio alle iniziative che ritengo importanti. Un esempio: il potenziamento del “San Giovanni”. Insomma farò un’opposizione libera, obiettiva, senza pregiudizi e costruttiva. Ovviamente mi aspetto anche dalla maggioranza un confronto aperto al dialogo e al rispetto reciproco, pur avendo a tal proposito qualche perplessità viste le offese e gli attacchi personali gratuiti che sono stati fatti verso la mia persona e la mia professione. Ma la mia intenzione è quella di guardare avanti e puntare ai contenuti, nell’interesse della comunità».

Nel corso della seduta di mercoledì sera, oltre alla “scissione” comunicata da Devigili, al giuramento del sindaco Girardi e alla presentazione del documento programmatico della maggioranza, è stato anche nominato presidente del Consiglio con voto unanime il consigliere Mariano Concin.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza