Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Smantellati i decreti sicurezza di Salvini: torna tutto come prima, protezione per tutti i migranti e vitto e alloggio gratis

Pubblicato

-

Dopo mesi in cui veniva promessa l’abrogazione dei decreti cosidetti “Salvini”, il governo giallorosso su proposta del presidente del consiglio e del ministro dell’interno Luciana Lamorgese ha dato vita ad un nuovo decreto in materia di immigrazione e sicurezza.

I temi trattati e modificati sono il rilascio del permesso di soggiorno per la sicurezza e protezione dell’individuo straniero, i limiti dell’ingresso delle imbarcazioni clandestine nelle acque territoriali ed il cambiamento delle norme riguardanti la sicurezza sia urbana che virtuale.

Più che un colpo di spugna, quella del governo Conte II sembra una vera e propria “restaurazione”. Su gran parte delle novità previste a suo tempo dai decreti sicurezza voluti da Matteo Salvini, è arrivato un tratto di penna che ha di fatto ripristinato la situazione antecedente a quella delle norme introdotte dal governo gialloverde.

Pubblicità
Pubblicità

In primo luogo sono state tolte le multe contro le navi delle Ong. Nei decreti voluti da Salvini, le sanzioni potevano arrivare anche al milione di Euro, adesso il massimo previsto è di 50.000 Euro. Ma le multe probabilmente non verranno mai applicate, è previsto infatti che in caso di notifica di azione di salvataggio la sanzione non scatta. E se questo punto rientrava tra i rilievi mossi dal Quirinale nell’agosto del 2019, subito dopo la conversione in legge dei decreti, tutto il resto invece è precisa volontà dei giallorossi di rimuovere ogni traccia del passaggio del segretario della Lega dal Viminale.

Per quanto riguarda il divieto di espulsione del migrante e quindi l’assegnazione della protezione internazionale degli stranieri, con il nuovo decreto questa protezione verrà assegnata, oltre a quando c è rischio di tortura, anche in caso di rischio di trattamenti inumani o degradanti e  violazione del diritto privato e familiare; in questi casi verrà loro assegnata la protezione speciale.

Con questo decreto cambieranno anche le ragioni grazie alle quali il permesso di soggiorno verrà convertito in permesso di lavoro; il permesso di lavoro verrà dunque dato anche alle categorie di protezione speciale, calamità, residenza elettiva, acquisto della cittadinanza, attività sportiva, motivi religiosi, assistenza ai minori e lavoro di tipo artistico.

Pubblicità
Pubblicità

Viene anche creato un nuovo sistema di integrazione ed accoglienza che sarà uguale per quanto riguarda i servizi di prima assistenza ma che poi dividerà i migranti fra richiedenti di protezione internazionale e già titolari di protezione i quali avranno maggiori servizi. Quindi è molto probabile che la protezione umanitaria verrà accordata quindi a buona parte delle persone che presenteranno la domanda.

Nelle nuove norme approvate dal governo, è stata prevista la possibilità per il tribunale dei minori di autorizzare l’arrivo del genitore di un minore non accompagnato “per gravi motivi connessi con lo sviluppo psicofisico e tenuto conto dell’età e delle condizioni di salute del minore”.

Inoltre, non si potranno espellere migranti se l’azione “determini il rischio di una violazione del diritto alla vita privata e familiare”. Novità anche per i centri per il rimpatrio: si potrà essere trattenuti per un massimo di 90 giorni, a fronte dei 180 precedenti, estensibili di altri 30 se si attende la risposta di uno Stato che ha stipulato con l’Italia un accordo di riammissione.

A sparire è anche un altro caposaldo dei precedenti decreti sicurezza. Se infatti Salvini aveva cancellato i centri Sprar, sostituendoli con i Siproimi dove l’accoglienza veniva data soltanto a chi aveva ottenuto asilo, adesso invece in questi istituti potranno ritornare anche i richiedenti asilo. Per loro è prevista anche la possibilità di iscriversi all’ufficio anagrafe.

Ma se è vero che il nuovo decreto ha ammorbidito le leggi in materia di immigrazione e di assegnazione della protezione, è anche vero che in materia di sicurezza pubblica le norme sono state inasprite.

Sono state infatti rafforzate alcune norme per il contrasto allo spaccio di stupefacenti e per il controllo di alcuni siti web, sono state inoltre aumentate le norme di divieto all’ingresso nei locali ad alcuni individui.

Grazie al decreto verrà reso possibile ai questori poter vietare l’ingresso nei locali pubblici a soggetti che nel corso degli ultimi tre anni abbiano avuto denunce per spaccio di sostanze stupefacenti.

In caso di violazione di questo divieto la pena può arrivare a due anni di carcere e otto mila euro di sanzione.

Per combattere lo spaccio di stupefacenti attraverso il web, il governo utilizzerà il sistema utilizzato per il contrasto alla pedopornografia online .

Con il secondo intervento, si estende il meccanismo dell’oscuramento, già utilizzato per il contrasto alla pedopornografia online, a quei siti che, sulla base di elementi oggettivi, devono ritenersi utilizzati per la commissione di reati in materia di stupefacenti. Vengono anche inasprite le pene per chi viene coinvolto in risse  con un rischio di fino a sei anni di carcere solo per la partecipazione.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza