Connect with us
Pubblicità

Trento

Domenica ai ballottaggi si vota in 8 comuni del Trentino per eleggere il nuovo sindaco. Urne aperte dalle 7.00 alle 21.00

Pubblicato

-

Domenica si vota per l’elezione del sindaco ai ballottaggi in 8 comuni, alcuni dei quali molto importanti: Rovereto, Arco, Riva del Garda, Avio, Caldonazzo, Novella, Vallelaghi e Volano. 

I seggi resteranno aperti dalle 7.00 alle 21.00. Lo spoglio delle schede sarà effettuato a partire dalla chiusura dei seggi. Quindi è plausibile che verso le  mezzanotte si conoscano già i nomi dei nuovi sindaci.

A Rovereto Francesco Valduga dovrà vedersela con Andrea Zambelli, candidato del centro destra in un ballottaggio per lui non privo di insidie. La storia dice che mai nessun Sindaco è stato eletto direttamente al primo turno nella città della Quercia, e che spesso chi era avanti ha dovuto soccombere al ballottaggio. Ce nè abbastanza insomma per non dormire sonni tranquilli per il gruppo di Valduga.

Pubblicità
Pubblicità

I due contendenti per la poltrona di Sindaco arrivano al ballottaggio con 9.350 voti (Valduga) e 6.121 (Zambelli). Gloria Canestrini che ha raggiunto il 13,93%  ha dichiarato che lascerà libera scelta per il voto al ballottaggio. Qui la partita potrebbe giocarsi fino all’ultimo voto.

Anche a Riva del Garda è battaglia sul filo di lana. Qui però la candidata del centro destra Cristina Santi appare in leggero vantaggio su Adalberto Mosaner sindaco uscente. (entrambi nella foto)

Ad Arco si sfidano il Sindaco uscente Alessandro Betta (34,40% ) e Giacomo Bernardi (23,50%) in una partita che verrà probabilmente decisa dagli elettori degli altri due candidati sindaci esclusi al primo turno che per ora non hanno dato nessuna indicazione di voto.

Pubblicità
Pubblicità

Ad Avio i contendenti per la prima poltrona del comune sono Marco Pilati e Ivano Fracchetti, con quest’ultimo, sostenuto dal centro destra appare nettamente favorito visto il risultato del primo turno (42,06%)

Incerto invece il ballottaggio nel comune di Caldonazzo dove si sfidano Elisabetta Wolf (39,82% al primo turno) e Riccardo Giacomelli (31,43%).

Ancora più incerto il ballottaggio di Vallelaghi che vede una comunità completamente divisa. Miori Lorenzo infatti ha ottenuto il 48,94% mentre il suo sfidante Federico Sommadossi il 47,72%. A decidere visto la differenza nelle percentuali potrebbe essere lo striminzito 3,34% ricevuto da Roberto Franceschini che con i suoi 99 elettori potrebbe far pendere l’ago della bilancio da una parte vista la differenza di voti fra i due (36).

A Volano Furlini Maria Alessandra sembra andare sul velluto vista la differenza nelle preferenze: il 47,13% contro il 28,39% dell’avversario Emanuele Volani.

Il Comune di Novella, nato ufficialmente il 1° gennaio di quest’anno, è l’unico Comune del Trentino aggregato dalle fusioni a non conoscere ancora il nome del proprio nuovo sindaco.

Sarà necessario infatti il ballottaggio di domenica per sapere chi, tra Alessandro Rigatti (che al primo turno ha ottenuto il 42,39% delle preferenze) e Donato Preti (33,73%), riuscirà a mettersi al collo la fascia tricolore.

In questi giorni sono tante le voci che si sono rincorse su potenziali alleanze con gli altri candidati sindaco Fausto Garbato (15,13%) e Fabrizio Paternoster (8,75%) e le rispettive liste.

Con un post su Facebook, Alessandro Rigatti ha voluto fare chiarezza e smentire qualsiasi accordo. E anzi, il candidato sindaco ha annunciato che, insieme al suo gruppo, ha deciso di non siglare alleanze formali con altre liste, evitando così di scendere a compromessi.

Rigatti ha quindi tutte le intenzioni di giocarsi le proprie carte, dunque, con al fianco solamente il suo gruppo, con il quale, fin dall’inizio, ha condiviso idee, proposte, valori.

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza