Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Presentata la nuova giunta comunale di Cles

Pubblicato

-

A Cles è stato riconfermato Sindaco l’Arch. Ruggero Mucchi, ed è stato nominato Vicesindaco Massimiliano Girardi.

Il Sindaco di Cles Arch. Ruggero Mucchi, dopo essere stato rieletto con oltre il 70% di preferenze, giovedì 1 ottobre ha presentato in conferenza stampa la nuova giunta comunale.

Il Sindaco si dice molto onorato del risultato ottenuto, e di vedersi circondato sia da persone conosciute che nuove. Afferma poi che rispetto al mandato precedente, non c’è stato uno sfrenato entusiasmo e felicità, ma un senso di riconoscenza nei confronti della popolazione che, con i suoi voti, ha confermato di aver apprezzato il lavoro svolto nei 5 anni del precedente mandato. Maggior consapevolezza, quindi, e senso di responsabilità, con la voglia di portare avanti progetti già avviati e di crearne di nuovi.

Pubblicità
Pubblicità

“Questa volta sappiamo cosa ci aspetta, e vogliamo consolidare il progetto del gruppo di lavoro già sperimentato, ma questa volta nel costituire la giunta abbiamo avuto abbondanza di risorse, tutti con diverse capacità. Designando i 6 nuovi assessori si è fatto un percorso diverso, più difficile e coraggioso, cercando di coinvolgere tutti, distribuendo i compiti per metà mandato ciascuno. Tutti dovranno lavorare insieme per i prossimi cinque anni, svolgendo il proprio ruolo in armonia e collaborazione per il bene del paese. Le aree di competenza saranno sei, interconnesse fra di loro per interagire le une con le altre; un groviglio di relazioni per essere più efficaci sul territorio”.

Della prima area, patrimonio e viabilità, se ne occuperà Aldo Dalpiaz, consigliere uscente, ma per la prima volta nei panni di Assessore. L’area comprende lavori pubblici, patrimonio, viabilità, e sarà quella con il maggior budget a disposizione. Il progetto speciale di quest’area sarà l’accessibilità e la ciclabilità urbana.

La seconda area, territorio e ambiente, sarà di competenza di Massimiliano (Max) Girardi, nominato Vicesindaco (per la prima metà del mandato), già nella giunta precedente e ora nuovamente Assessore; sarà affiancato dal Consigliere Fabrizio Leonardi delegato all’agricoltura e dal Consigliere Adriano Taller delegato alla montagna. Il progetto speciale per quest’area riguarderà un piano per ecologia, acqua ed energia.

Pubblicità
Pubblicità

Assegnato alla terza area, progresso urbano, l’Assessore Diego Fondriest, già Vicesindaco, e lo sarà nuovamente per la seconda metà del mandato. Come progetto speciale si presenta la pedonalizzazione del centro.

Il Sindaco Mucchi ha voluto riservare per sè l’Assessorato alla cultura e formazione, affiancato dalla Consigliera Simona Malfatti con delega ai servizi ed attività culturali. Il progetto speciale per quest’area è rivolto alla fruibilità dei beni culturali e al trekking urbano.

L’area della socialità vede incaricata l’Assessore Cristina Marchesotti, già assegnata a questo compito nel mandato precedente, per la prima metà del mandato, affiancata dalla Consigliera Stella Menapace delegata alle politiche giovanili. Progetto speciale: regolamento dei beni comuni.

La sesta ed ultima area, quella del benessere, è stata assegnata all’Assessore Amanda Casula, per la prima metà del mandato, affiancata da Francesca Endrizzi che avrà la delega allo sport e salute. Il progetto speciale di quest’area si occuperà di smart city.

Rimangono invariate le competenze istituzionali esclusive del Sindaco, cioè la pubblica sicurezza, la salute pubblica ed i gemellaggi, oltre al personale ed al bilancio. Le competenze trasversali tra Assessorati saranno rivolte alle grandi opere, che ne cureranno supervisione, approfondimenti ed attuazione, e riguarderanno la tangenziale, la condotta principale dell’acquedotto, la nuova piscina e la ciclabile per Mostizzolo.

“All’Assessore Carmen Noldin, a capo dell’opposizione, è stata offerta la presidenza del Consiglio Comunale, ma ancora non ci è giunta alcuna risposta”prosegue Mucchi, sottolineando che il lavoro della Noldin, egregio ed importante, è prezioso per la democrazia, valore che va a consolidare la partecipazione e l’attaccamento dimostrato dai concittadini nei suoi confronti. “Nutro molta ammirazione nei confronti dell’opposizione, e mi auspico, come nel precedente mandato, un proficuo avvicendamento . Il lavoro della minoranza è utile per stimolare la collaborazione, è un diritto ed un obbligo fare opposizione e proporre nuovi progetti”. Conclude Mucchi: “Non ci basiamo sul vincere o perdere, perchè chi vince si assume solo nuove responsabilità e chi perde deve contribuire alla crescita del comune”.

L’Assessore alla socialità Cristina Marchesotti si dice felice dell’opportunità di poter proseguire in questo mandato, anche se è un compito difficile, perchè le politiche sociali si interfacciano con tutti gli altri assessorati. “Sono molti i progetti trasversali con lo sport e turismo, con la cultura e i lavori pubblici. Sono progetti interessanti e validi, ma io e Stella Menapace siamo due donne competenti e disponibili; ci dedicheremo a pieno a questa sfida, anche se presenta rischi e difficoltà”.

Aldo Dalpiaz, neo Assessore del patrimonio e viabilità, ammette di essere a capo di un assessorato corposo: “Già dalla precedente amministrazione erano in bilancio lavori e nuove idee per portar avanti il Masterplan, già in progettualità dal 2015; ora si tratta di capire i primi lavori da mettere in campo, dando priorità all’acquedotto. Mi sento parecchia responsabilità sulle spalle, ma anche altrettanta voglia di fare”.

Amanda Casula, Assessore al benessere, si definisce una new-entry in comune, e precisa: “Mi piace molto questo nuovo modo di lavorare, innovativo, dobbiamo dimostrare la voglia e la capacità di fare squadra. Indubbiamente il Sindaco ha voluto darmi una mano, è riuscito a individuare le competenze adatte ed i temi vicini al mio percorso, sia con l’Apt che con la Pro Loco. Occuparsi con Francesca Endrizzi al progetto smart-city sarà entusiasmante, perchè comprende tutte le tematiche e vuol dire collaborare con le altre aree. Lavoreremo per il benessere strutturale e infrastrutturale, usando la tecnologia per migliorare la vita dei cittadini”.

Max Girardi, Assessore al territorio e ambiente, afferma che la carica di Vicesindaco per lui significa il coronamento di un percorso personale, ed è molto onorato di aver ricevuto questo incarico: “Sarà un’avventura nuova, condivido l’idea degli avvicendamenti. Cercheremo di risolvere piccole e grandi problematiche, perchè è questo che chiedono i cittadini; sono molto contento di essere affiancato da Leonardi e Taller, con loro mi sento con le spalle coperte. Affronteremo la sfida del verde e del decoro urbano, Cles ha bisogno di bellezza. Mi impegnerò anche di portare a termine il progetto rifiuti, rimasto in stand-by dal precedente mandato, a causa di altre priorità.”

Infine Diego Fondriest, Assessore al progresso urbano, modestamente ammette che il lavoro più oneroso negli anni precedenti è stato quello di imparare, e la nuova rielezione significa che sicuramente non ha sfigurato durante il suo incarico: “Continuare il lavoro imbastito è una sfida non facile, come portare avanti la variante al piano regolatore. Ho imparato tanto gli anni passati in montagna, soprattutto la dinamica economica, e mi servirà per affrontare questo nuovo mandato. Il commercio sta soffrendo, servono iniziative e nuove proposte per migliorare lo standard e rendere più attrattivo e turistico il paese”.

Per concludere il Sindaco ringrazia gli Assessori uscenti Avv. Vito Apuzzo e Andrea Paternoster per il grande lavoro svolto in tutti questi anni con passione e competenza.

Gli altri membri del Consiglio Comunale, oltre ai sopraelencati, sono: Carmen Noldin, Andrea Iddau, Massimiliano Fondriest, Marco Cattani, Claudio Taller, Luciano Bresadola, Giuseppina Gasperetti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza