Connect with us
Pubblicità

Trento

Il Gect Euregio Tirolo, Alto Adige e Trentino riuniti ieri a Stams: riforme, Covid 19, politica alimentare

Pubblicato

-

Tema centrale della riunione della Giunta del Gect Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, tenutasi ieri a Stams in Tirolo, è stato la cooperazione nella lotta alla pandemia da Covid-19. La collaborazione già in atto dovrà essere approfondita in caso di crisi.

In questo i presidenti dell’Euregio condividono appieno la risoluzione adottata ieri dai capi di governo dell’Arge Alp.

Per il Trentino erano presenti il presidente della Provincia autonoma di Trento, assieme alla dirigente Marilena Defrancesco, dal 1° agosto di quest’anno anche rappresentante della Provincia in seno all’ufficio comune dell’Euregio, ed inoltre una delegazione del Consiglio provinciale, guidata dal suo presidente.

Pubblicità
Pubblicità

Fra i temi oggetto dell’incontro, l’evento finale del programma InterregFit for cooperation (Fit4co)”, articolato in 14 progetti: per il Trentino quelli principali hanno riguardato il potenziamento della cooperazione fra le amministrazioni dei tre territori, sviluppato con il supporto di Trentino School of Management, lo studio e la valorizzazione della minoranza linguistica mochena, la prevenzioni dei disastri naturali nelle aree montane.

Fra gli altri impegni che il Trentino si assume, la creazione nel 2021 di un ufficio dell’Euregio a Trento, dove svolgere soprattutto attività di comunicazione e sensibilizzazione rivolte ai cittadini, e la ricollocazione nei confini provinciali che si affacciano sulle altre regioni delle bandiere dell’Euregio, come segno di identità e di autonomia. La mattinata si è conclusa con la firma del protocollo d’intesa per la futura gestione del rifugio Venna alla Gerla-Europa.

Prevenzione in vista della stagione turistica invernale – Il capitano del Tirolo Günther Platter ha sottolineato come Tirolo, Alto Adige e Trentino concordino che nella definizione delle regioni a rischio contagio e delle conseguenti indicazioni di viaggio siano stabiliti precisi criteri e non si faccia riferimento a meri indicatori d’incidenza. Sono imprescindibili anche fattori quali la percentuale dei test eseguiti e le percentuali riferite alla capacità ricettiva e alla copertura dei posti letto.

Pubblicità
Pubblicità

E’ priorità dell’Euregio, quindi, ha aggiunto, che l’Unione Europea si occupi della tematica e che stabilisca standard unitari ed oggettivi, che prevedano anche la possibilità di eseguire test in modo volontario, in occasione di viaggi. I governatori dell’Euregio hanno anche convenuto di avviare la stagione turistica invernale nelle tre realtà territoriali con prescrizioni e standard il più possibile uguali.

Il governatore del Trentino ha ringraziato il capitano del Titolo Günther Platter per essersi adoperato nelle fasi più difficili della pandemia, quelle del lockdown, al fine di favorire la cooperazione e il lavoro comune fra i tre territori e l’apertura dei confini. Per il presidente altoatesino le grandi sfide non possono essere affrontate da soli, come dimostrato nei mesi scorsi.

Né un virus, né un fenomeno migratorio si fermano di fronte a un confine e pertanto un’intensa collaborazione transfrontaliera è necessaria proprio in relazione a queste tematiche. Lo stretto rapporto di interscambio in seno all’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino offre ai suoi membri la possibilità di sviluppare standard unitari nei settori del turismo, cultura, economia e lavoro, e di supportarsi a vicenda.

Politica alimentare sostenibile – La Giunta Euregio ha approvato inoltre una delibera per una politica alimentare sostenibile e vicina alle esigenze dei cittadini, per il futuro dell’Europa. L’Euregio sostiene in tal modo il documento programmatico presentato dal presidente della Provincia autonoma di Bolzano in qualità di relatore del Comitato delle Regioni, in cui la Commissione UE è invitata a creare un capitolo specifico dedicato agli appalti alimentari. L’approvvigionamento alimentare sostenibile da parte delle amministrazioni pubbliche rappresenta una grande opportunità per le economie locali e regionali, nonché per un’alimentazione sana e compatibile con la necessità di tutela ambientale.

Riforma, partecipazione, progetti congiunti – Entro un anno l’Euregio riceverà uno statuto completamente rinnovato, è stato inoltre annunciato in riferimento all’avvio del processo di riforma dell’Euregio avviato su indicazione dell’EuregioLab. Obiettivo della riforma il rafforzamento delle strutture democratiche e il coinvolgimento della popolazione. Sono inoltre iniziati i preparativi per il primo Consiglio dei cittadini dell’Euregio 2021, che si terrà a febbraio 2021 e che sarà concordato con la Giunta dell’Euregio.

Verranno inoltre creati uffici informativi a Innsbruck e Trento per creare maggiori contatti con le comunità. La sede centrale sarà quella di Bolzano, dove si svolgeranno anche tutte le attività operative; la sede verrà inaugurata prossimamente, pur con tutte le cautele che il Covid 19 rende necessarie.

Nei prossimi anni l’Euregio intende portare a termine ben 51 progetti, fra cui “L’Euregio fa scuola”, il progetto di cooperazione allo sviluppo avviato in Uganda e Tanzania, ed ancora, progetti e attività che coinvolgano fra gli altri i musei, la protezione civile e il bollettino meteorologico.

Infine, la presentazione di Fit4co, un programma vasto e articolato di progetti che hanno coinvolto a vari livelli i tre territori. Il Trentino ha partecipato a sei di essi, fra cui in particolare “Sproch-Inn“, un progetto volto ad approfondire e a diffondere la conoscenza della lingua e della cultura della minoranza germanofona mochena e un progetto rivolto a funzionari e amministratori pubblici per migliorare la cooperazione fra i tre territori.

Fra gli obiettivi generali di Fit4co, infatti, come sottolineato dal presidente della provincia autonoma di Trento, vi è quello di diffondere nei territori dell’Euregio buone prassi di lavoro che favoriscano lo sviluppo di attività comuni fra Trentino, Alto Adige e Tirolo.

Ed ancora: sarà intensificata la solida collaborazione tra l’Ufficio Euregio di Bolzano e la rappresentanza congiunta dell’Euregio a Bruxelles. Allo stesso modo l’Euregio si presenta ora anche a Bruxelles con un logo comune e che è stato integrato con l’inglese. Inoltre, la presenza su internet delle due sedi Euregio di Bolzano e di Bruxelles sarà accorpata sul sito web www.europaregion.info e presentata nella primavera del 2021.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza