Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

«Roveretani Svegliatevi!»: il rischio di far diventare Rovereto poco più di un dormitorio

Pubblicato

-

Spett.Le Direttore,

Anche quest’anno siamo arrivati alla tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale e del Sindaco che ci amministrerà e durerà in carica per i prossimi 5 anni.

Dopo il rinvio dovuto all’emergenza COVID, mi aspettavo una campagna elettorale, seppur breve causa lokdown e ferie agostane, più combattuta e più densa di appuntamenti elettorali.

Pubblicità
Pubblicità

Ho l’impressione che il destino di Rovereto interessi ad una minoranza dei cittadini “tanto non cambierà niente”, salvo poi lamentarsi di quello che non è stato fatto.

I prossimi 5 anni saranno determinanti per operare scelte che dovranno fare “risorgere” la nostra città dopo almeno cinque amministrazioni comunali che non hanno saputo cogliere e prevenire le difficoltà nelle quali Rovereto stava scivolando, pena il definitivo affossamento e la definitiva desertificazione che rischierà di far diventare Rovereto poco più di un dormitorio.

I temi sui quali si può e si deve discutere sono davvero molteplici: il commercio, la viabilità, la cultura, i musei, i palazzi storici, l’Università, l’enogastronomia, l’edilizia, la sanità, il Piano Regolatore, e chi più ne ha più ne metta.

Pubblicità
Pubblicità

Su tutti questi temi è importantissimo fare dei progetti realizzabili o quantomeno cantierizzabili nell’arco dei prossimi 5 anni senza perdere tempo e risorse e non pensare a grandi progetti fantasiosi e irrealizzabili nel breve/medio periodo.

Parlo di interramento della ferrovia, di tangenziale, di funivia Rovereto/Folgaria neanche sostenibile in termini di costi/benefici per la quale tanti si dicono favorevoli a parole ma sotto sotto sono molto perplessi, la Valdastico.

Dobbiamo rivolgere la nostra attenzione e il nostro impegno per portare a termine progetti già in essere e/o già finanziati: RSA in Via Ronchi, Polo scolastico a S. Giorgio, Università con conseguente studentato che potrebbe essere realizzato al posto della attuale RSA Vanetti, Uffici Comunali ad esempio nelle ex Scuole Negrelli, per riportare in città gli uffici tecnici, edificio ex Peterlini da destinare ad un qualsivoglia Polo culturale, destinazione dell’ex Catasto. Quanti EX… ! Evidentemente strutture che non hanno trovato una riqualificazione in questi ultimi vent’anni!

Infine, ma non ultima, la realizzazione del parcheggio multipiano al Follone che potrebbe sicuramente diventare centro di smistamento pedonale per accedere alle attività di cui parlavo prima nonché vetrina delle peculiarità di Rovereto per chi viene da fuori.

Sono progetti che si possono realizzare o cantierare, assieme alla strada di scorrimento al posto della tangenziale, nel breve/medio periodo impegnandosi con concretezza e competenze da parte di persone motivate.

Tornando alla campagna elettorale, questa mi è sembrata molto fiacca, priva di fiammate che coinvolgano di più l’elettorato.

Sono sinceramente allibito nel constatare che, al di fuori degli Architetti, nessun’altra Associazione di categoria abbia organizzato incontri pubblici, con le dovute regole anti – COVID, per dare modo ai candidati sindaco di confrontarsi sui temi più caldi che riguardano Rovereto.

Niente da parte dell’Ass. Industriali, né da parte dell’Ass. Artigiani, né da parte dell’Unione Commercio, salvo poi lamentarsi di quello che non è stato fatto. Mi sembra inoltre di percepire un certo disinteresse da parte soprattutto dei giovani che dovrebbero essere le forze di governo di domani.

Credo che in questo molta responsabilità sia della scuola che ha ridotto in secondo piano l’Educazione Civica, primo passo nella conoscenza delle regole civili di convivenza in una società. Mi piacerebbe sapere quanti studenti conoscono il primo Articolo della nostra Costituzione!

Mi auguro che chi governerà Rovereto nei prossimi cinque anni sappia cogliere le istanze della cittadinanza, in particolare commercio e viabilità, senza perdere ulteriore tempo in inutili discussioni, al fine di accontentare tutti tenendo i piedi in tutte le scarpe.

L’importante è fare. Tra cinque anni saranno sottoposti nuovamente al giudizio della popolazione e chi ha fatto bene sarà premiato. «Roveretani Svegliatevi!»

Roberto Galli

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: redazione@lavocedeltrentino.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza