Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Il Premio Nobel Deaton: «Il Covid19 aumenterà il divario tra ricchi e poveri in America, ma ridurrà il divario tra i Paesi»

Pubblicato

-

Analizza le ripercussioni della pandemia sulle disuguaglianze sociali americane e mondiali, Angus Deaton, Premio Nobel 2015, nel corso dell’evento che ha chiuso la quindicesima edizione del Festival dell’Economia di Trento ieri pomeriggio

«Il Covid19 ha reso più evidenti alcuni divari già presenti all’interno della società degli Stati Uniti – commenta -. Per esempio la fascia meno istruita è stata ulteriormente penalizzata, con un aumento del divario sanitario ma anche dei cosiddetti decessi per disperazione, che hanno raggiunto i 143mila al 22 settembre 2020».

Effetto inverso si sta invece producendo a livello mondiale: «La pandemia ha colpito prima e più i Paesi ricchi, finendo per ridurre in qualche modo il divario tra Paesi ricchi e poveri. Questo è forse l’unico modo in cui il Covid ha reso il mondo giusto».

Pubblicità
Pubblicità

Parte da un’analisi delle disuguaglianze presenti negli USA prima della pandemia da Covid19, la lezione che chiude il Festival dell’Economia, tenuta da Angus Deaton, Premio Nobel ideatore del metodo utilizzato nella misurazione della povertà, noto come il “Paradosso di D”. «Prima del Covid19, in America – e i dati provengono dalla mia ultima pubblicazione, scritta con Case, “Deaths of Despair” -, si nota come 1/3 degli americani abbia un diploma universitario e 2/3 invece ne sia sprovvisto. Un fattore, questo, che comporta come prima conseguenza la possibilità o meno di accedere ad un posto di lavoro e, dunque, di avere o meno un dato stile di vita. Si nota ancora quindi – prosegue – che dal 1990 al 2018, l’aspettativa di vita di chi è sprovvisto di istruzione, non ha subito variazioni in positivo. Per contro, in questi 2/3 di popolazione si assiste invece a una più diffusa abitudine al fumo e alle droghe».

Che effetti ha avuto il Covid19 su questo quadro? «Ha peggiorato il divario, ampliato le disuguaglianze, rendendo evidenti anche quelle che fino a tempo fa non notavamo – chiarisce Deaton -. I meno istruiti, penalizzati lavorativamente, si sono trovati in condizione di non poter lavorare da remoto. Un fattore, questo, che ha accresciuto il divario sanitario tra chi ha un reddito alto e chi ha un reddito basso. Sono molto aumentati anche i casi di morte per disperazione che, al 22 settembre 2020, raggiungono quota 143mila, colpendo – cosa inedita – anche gli afroamericani».

Ma la divisione presente in America, si è acuita anche da un punto di vista politico, stando a quanto riporta il Premio Nobel: «Il 22% dei decessi da Covid19 si sono registrati negli stati di New York e New Jersey, che però detengono solamente il 4% dei seggi in senato. Questo comporta che gli stati rurali – abitati da “bianchi”, molti dei quali non sono disposti a pagare le tasse per garantire le cure a afroamericani e ispanici – detengano potere di veto in merito all’aumento dei sistemi assistenziali».

Pubblicità
Pubblicità

Per contro però, a livello mondiale, secondo Deaton, «si assisterà a una riduzione del divario tra Paesi ricchi e poveri, in quanto la pandemia ha colpito prima e in maniera molto più massiccia proprio i Paesi ricchi. Questo perché nei Paesi ricchi troviamo molti più centri commerciali e di scambio, ma anche perché i Paesi poveri hanno una popolazione dall’età media più bassa». E gli effetti commerciali? Per l’economista di origine britannica, «ci siamo definitivamente allontanati dall’iper-globalizzazione del passato, per quanto, però, in Paesi come l’America si sia reso chiaro quanto sia impossibile poter pensare all’autonomia commerciale. Banalmente, ad esempio, molti farmaci necessari in questo momento vengono dall’estero».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]

Categorie

di tendenza