Connect with us
Pubblicità

Trento

Aumento shock dei parcheggi a Trento (oltre il 40%). Ecco di chi sono le responsabilità, Maestranzi: «Hanno nascosto vigliaccamente tutto»

Pubblicato

-

Nell’ultimo assestamento di bilancio il consiglio comunale ha deciso di aumentare la tariffa oraria dei parcheggi urbani. L’aumento è considerevole: si passa dalle tariffe di 1,50 e 1,80 alla tariffa unica di 2,20 euro l’ora.

Nell’area di seconda corona, quella un po’ più esterna rispetto al centro, si passa da 1 euro a 1,20 euro l’ora. Nell’area periferica la tariffa è stata invece ridotta da 0,60 euro a 0,50 euro l’ora.

Nelle vie dell’area periferica gialla, cioè quelle  con un elevato grado di occupazione, la tariffa è aumentata da 1 euro a 1,20 euro l’ora. Rimane invece uguale la tariffa nei parcheggi ospedalieri.

Pubblicità
Pubblicità

Un’aumento shock di oltre il 40% che fa infuriare non poco gli automobilisti già costretti a pagare fior fiore di tariffe in una città dove il 99% dei parcheggi sono color blu, cioè a pagamento. Il provvedimento era stato firmato quasi 2 mesi fa ma è stato reso noto solo 3 giorni dopo le elezioni.

Ma c’è un giallo intorno all’aumento. Stamane un giornale locale ha parlato di aumento consapevole in pieno accordo con tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza. Ebbene invece non è così.

Tutto nasce da una mozione delle lega e successivamente di un punto del maxi emendamento di Andrea Merler presentato a Luglio dove veniva chiesto di impegnare la giunta per deliberare che la mezz’ora gratis il sabato. 

Pubblicità
Pubblicità

Poi la giunta per non avere un brutto impatto sul bilancio ha aumentato tutti i prezzi, ma è evidente la sproporzione per un’aumento di oltre il 40%. Una follia.

Il mandato dato alla giunta comprendeva di stabilire le tariffe per non avere impatti negativi sul bilancio ma a saldo zero però. In questo caso invece c’è stato un vero e proprio aumento e di proporzioni gigantesche.

La giunta furbescamente ha giocato sull’ordine del giorno il cui intento doveva essere l’introduzione di una maggiore turnazione e non certo quello di aumentare il costo dei parcheggi. L’operazione doveva essere massimo a saldo zero, invece il rincaro per le tasche degli automobilisti sarà allucinante. In sintesi per il gentile omaggio di mezz’ora gratuita il sabato ora la giunta chiede un 40% in più su tutti in parcheggi di Trento. 

L’aumento è stato anche deciso per scoraggiare gli stessi automobilisti a muoversi con il proprio mezzo all’interno del centro, favorendo così mezzi alternativi come la bicicletta. Ma così facendo allontanerà ancora di più i cittadini dal centro.

«Iniziamo bene: un mese e mezzo fa la Giunta Comunale, approfittando di una decisione del Consiglio Comunale volta a rendere gratuita la prima mezz’ora il sabato, decideva l’aumento generalizzato delle tariffe dei parcheggi. E quando sono entrati in vigore? Due gg dopo le elezioni! Perché non prima? Perche’ temere delle proprie azioni? Bastava spiegarne la logica e sicuramente i cittadini di Trento avrebbero capito…»commenta il consigliere di Rinascimento Trento Dario Maestranzi che poi attacca il nuovo sindaco Ianeselli che tanta di difendere la vecchia giunta: «Caro Sindaco – dichiara Maestranzi rivolgendosi a Ianeselli –  ricordi male o te l’hanno spiegata male: il Consiglio Comunale stabilì la gratuita’ per mezz’ora il Sabato. Dando mandato la giunta di intervenire sulle tariffe perché il saldo rimanesse inalterato. La giunta di Centrosinistra, di cui facevano parte molti tuoi candidati nonché papabili nuovi assessori, ha approfittato di questa situazione per aumentare le tariffe in maniera generalizzata. Altroché saldo invariato. E soprattutto vigliaccamente nascondendolo. Non ricordo infatti annunci su tale provvedimento in campagna elettorale. Benvenuto caro Sindaco, l’eredità pesa.»

Sotto l’esito della votazione che ha visto favorevoli Il sindaco Andreatta e gli assessori Franzoia, Bungaro, Gilmozzi, Maule, Salizzoni, Stanchina ed Uez.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza