Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Ronzone, dopo 15 anni Stefano Endrizzi si sfila la fascia tricolore: «Devo dire che mi sono divertito. Lascio un paese vivo, che sta crescendo»

Pubblicato

-

Stefano Endrizzi, oggi quasi cinquantenne, è stato sindaco di Ronzone per 15 anni

A 15 anni abbondanti di distanza dalla prima volta che si è seduto sulla poltrona di primo cittadino, Stefano Endrizzi, sindaco di Ronzone per tre mandati, si è sfilato la fascia tricolore dal collo per affidarla a Marco Battisti.

Nel 2005 Endrizzi aveva 34 anni e tutto l’entusiasmo di chi, giovane pieno di idee e progetti, si appresta a guidare un comune di poche centinaia d’anime ma ambizioso, dalla vocazione turistica e dalle tante prospettive.

Oggi lascia nelle mani del nuovo sindaco un paese attrattivo e rinnovato, meta turistica gettonata che può andare fiera di alcuni gioiellini davvero unici, a cominciare dal Giardino della Rosa e dall’Aqualido. Ora Endrizzi avrà più tempo per sé e potrà dedicarsi maggiormente alla moglie Sabrina e ai figli Carlotta, Rebecca e Francesco.

Pubblicità
Pubblicità

«Devo dire che mi sono divertito – rivela –. La cosa che mi rende più felice ed orgoglioso è che 15 anni fa Ronzone contava 361 abitanti, ora siamo 438. Questo significa che la gente qui si trova bene. E pensare che non abbiamo servizi come l’asilo o la scuola. Abbiamo anche mantenuto sul territorio tutte le aziende del comune, che anzi si sono ampliate».

Molte e importanti le opere realizzate nel corso dei suoi tre mandati, per un totale di 12 milioni di euro. «Per un Comune così piccolo direi che non è poco. Abbiamo rifatto il municipio e il centro servizi, il magazzino comunale, realizzato il Giardino della Rosa, costruito il campo da calcio nuovo, la piscina e la viabilità collegata».

Un’attenzione particolare è stata riservata anche all’ambiente. Non vanno dimenticati, infatti, la prima centralina elettrica su acquedotto in Val di Non e i tre impianti fotovoltaici che hanno prodotto un milione di kw/ora.

Pubblicità
Pubblicità

Decisivo nel realizzare tutto ciò è stato l’apporto dell’Unione dei Comuni dell’Alta Anaunia. «Altrimenti Ronzone non avrebbe potuto fare ciò che ha fatto – spiega Endrizzi –. Abbiamo avuto garantita una struttura e gli uffici sempre a disposizione, cosa non da poco. Anche perché due grossi problemi sono la mancanza di personale e la burocrazia».

Unione dalla quale Ronzone per ora non ha intenzione di uscire. «Faremo un’analisi dei costi insieme al nuovo sindaco – rivela Endrizzi, che comunque sarà consigliere comunale –. Siamo passati da 5 a 3 Comuni (Cavareno, Romeno e Ronzone dopo l’uscita di Sarnonico e Malosco, ndr) e dobbiamo quindi valutare se rivedere qualcosa nei dettagli».

In Alta Val di Non, tra l’altro, si sente spesso parlare di contrapposizioni. «A me piace ricordare i fatti concreti – afferma Endrizzi – e in 7 anni abbiamo garantito contributi sovracomunali alle associazioni sportive e culturali per 500 mila euro, il progetto “Re di quaglie” ha portato 70 mila euro di investimenti. Certo, abbiamo avuto delle discussioni, ma abbiamo proposto una visione un po’ più ampia. Sempre nell’interesse dell’Alta Val di Non».

Tra tanti attimi da ricordare, c’è stato anche qualche momento triste. «Su tutti la perdita di Rodolfo Borga e di Francesco Decembrini. Erano due amici di cui si sente la mancanza».

Infine, un pensiero a chi raccoglierà il testimone. «Credo molto in Marco Battisti – conclude Endrizzi –. Spero che con lui ciò che è stato fatto venga gestito al meglio e implementato. Le strutture ci sono, bisogna metterle in rete. Ronzone è un paese vivo, che sta crescendo. E questo mi riempie d’orgoglio».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza