Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Ronzone, dopo 15 anni Stefano Endrizzi si sfila la fascia tricolore: «Devo dire che mi sono divertito. Lascio un paese vivo, che sta crescendo»

Pubblicato

-

Stefano Endrizzi, oggi quasi cinquantenne, è stato sindaco di Ronzone per 15 anni

A 15 anni abbondanti di distanza dalla prima volta che si è seduto sulla poltrona di primo cittadino, Stefano Endrizzi, sindaco di Ronzone per tre mandati, si è sfilato la fascia tricolore dal collo per affidarla a Marco Battisti.

Nel 2005 Endrizzi aveva 34 anni e tutto l’entusiasmo di chi, giovane pieno di idee e progetti, si appresta a guidare un comune di poche centinaia d’anime ma ambizioso, dalla vocazione turistica e dalle tante prospettive.

Oggi lascia nelle mani del nuovo sindaco un paese attrattivo e rinnovato, meta turistica gettonata che può andare fiera di alcuni gioiellini davvero unici, a cominciare dal Giardino della Rosa e dall’Aqualido. Ora Endrizzi avrà più tempo per sé e potrà dedicarsi maggiormente alla moglie Sabrina e ai figli Carlotta, Rebecca e Francesco.

Pubblicità
Pubblicità

«Devo dire che mi sono divertito – rivela –. La cosa che mi rende più felice ed orgoglioso è che 15 anni fa Ronzone contava 361 abitanti, ora siamo 438. Questo significa che la gente qui si trova bene. E pensare che non abbiamo servizi come l’asilo o la scuola. Abbiamo anche mantenuto sul territorio tutte le aziende del comune, che anzi si sono ampliate».

Molte e importanti le opere realizzate nel corso dei suoi tre mandati, per un totale di 12 milioni di euro. «Per un Comune così piccolo direi che non è poco. Abbiamo rifatto il municipio e il centro servizi, il magazzino comunale, realizzato il Giardino della Rosa, costruito il campo da calcio nuovo, la piscina e la viabilità collegata».

Un’attenzione particolare è stata riservata anche all’ambiente. Non vanno dimenticati, infatti, la prima centralina elettrica su acquedotto in Val di Non e i tre impianti fotovoltaici che hanno prodotto un milione di kw/ora.

Pubblicità
Pubblicità

Decisivo nel realizzare tutto ciò è stato l’apporto dell’Unione dei Comuni dell’Alta Anaunia. «Altrimenti Ronzone non avrebbe potuto fare ciò che ha fatto – spiega Endrizzi –. Abbiamo avuto garantita una struttura e gli uffici sempre a disposizione, cosa non da poco. Anche perché due grossi problemi sono la mancanza di personale e la burocrazia».

Unione dalla quale Ronzone per ora non ha intenzione di uscire. «Faremo un’analisi dei costi insieme al nuovo sindaco – rivela Endrizzi, che comunque sarà consigliere comunale –. Siamo passati da 5 a 3 Comuni (Cavareno, Romeno e Ronzone dopo l’uscita di Sarnonico e Malosco, ndr) e dobbiamo quindi valutare se rivedere qualcosa nei dettagli».

In Alta Val di Non, tra l’altro, si sente spesso parlare di contrapposizioni. «A me piace ricordare i fatti concreti – afferma Endrizzi – e in 7 anni abbiamo garantito contributi sovracomunali alle associazioni sportive e culturali per 500 mila euro, il progetto “Re di quaglie” ha portato 70 mila euro di investimenti. Certo, abbiamo avuto delle discussioni, ma abbiamo proposto una visione un po’ più ampia. Sempre nell’interesse dell’Alta Val di Non».

Tra tanti attimi da ricordare, c’è stato anche qualche momento triste. «Su tutti la perdita di Rodolfo Borga e di Francesco Decembrini. Erano due amici di cui si sente la mancanza».

Infine, un pensiero a chi raccoglierà il testimone. «Credo molto in Marco Battisti – conclude Endrizzi –. Spero che con lui ciò che è stato fatto venga gestito al meglio e implementato. Le strutture ci sono, bisogna metterle in rete. Ronzone è un paese vivo, che sta crescendo. E questo mi riempie d’orgoglio».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza