Connect with us
Pubblicità

eventi

Risvegli dopo il Covid-19, una mostra fotografica al Museo Diocesano

Pubblicato

-

Foto ©Stefano Schirato

Una mostra fotografica dal titolo evocativo “Risvegli” racconta cinque casi di ammalati di coronavirus che ce l’hanno fatta.

 E’ una testimonianza forte, dolorosa, forse di non facile visione ma per questo da vedere. Per non dimenticare chi per primo, purtroppo e sfortunatamente, si è trovato nell”inferno” del Covid-19, Sia da ammalato sia da medico.

La mostra sarà ospitata nelle sale del Museo Diocesano Tridentino a Trento dal 10 ottobre al 9 novembre 2020, con ingresso gratuito. E’ un racconto fotografico realizzato dal fotoreporter Stefano Schirato e dalla giornalista Jenny Pacini.

 Ai due professionisti della comunicazione è stato permesso di entrare nel reparto Covid di terapia intensiva dell’Ospedale Santo Spirito di Pescara e sostare nelle stanze di ricovero, di riprendere la realtà degli oggetti, dei momenti e delle terapie cui sono stati sottoposti gli ammalati.

Hanno quindi potuto essere testimoni delle speranze e delle paure dei parenti, della sofferenza come della gioia del loro ritorno alla vita. Del loro risveglio dal sonno indotto dai farmaci.

Una mostra di questo tipo, con le immagini che ricordano l’incubo pandemia ancora troppo vivo, poteva sembrare una scelta singolare.

Eppure gli organizzatori hanno scelto di esporre attraverso le foto “cinque storie esemplari di chi, proprio in quei giorni, si risvegliava dal sonno indotto dai farmaci, eventi che in quel periodo potevano essere vissuti in qualsiasi altro ospedale o paese del mondo colpito dalla pandemia”.

Questa mostra nasce proprio dalla volontà di ricordare, di svolgere il proprio ruolo di giornalista e dare voce alle persone che sono state colpite dal virus, che hanno rischiato la vita e sono riuscite a salvarsi. Stefano Schirato – che al Diocesano ha già esposto nel 2019 l’apprezzata mostra Terra Mala.

 Viaggio nella Terra dei Fuochi – è un fotografo che in ogni suo progetto ha assolto fino in fondo questo compito. La sua fotografia è testimonianza e richiamo a non dimenticare vittime ed eroi di grandi tragedie italiane dall’impatto globale.

Le oltre 30 fotografie in mostra sono accompagnate dagli audio delle interviste raccolte da Jenny Pacini, che ha registrato le loro voci affaticate, roche, forti. Immagini e sonoro si uniscono in una proiezione multimediale che ci racconta e ricorda l’esperienza medica e umana.

Lino Profeta è uno di loro. Stefano Schirato comincia a seguirlo dall’oblò del reparto Covid. Ha 68 anni e ha sconfitto il virus. Pensionato, originario di Bisenti un paesino dell’entroterra abruzzese, è stato ricoverato il 30 marzo in terapia intensiva per cinque giorni.

 Prima di essere intubato ha avuto paura, tanta: “Qualcuno mi ha sussurrato: ora dormirai un po’”. Di quei giorni, racconta che gli restano solo incubi ricorrenti nei quali cercava di capire come avesse contratto il Covid. “Quando hanno rimosso il tubo mi sono sentito come rinato”.

  Per Profeta il ritorno alla vita ha il sapore del cioccolato: “Ho chiesto qualcosa da bere e l’infermiera mi ha dato un drink proteico al cacao, la cosa più buona al mondo, un sollievo”.

La storia della famiglia Pagliara si conclude nella loro casa di Montesilvano: dopo aver sconfitto la malattia Marzia Merlin può finalmente riabbracciare i quattro figli e il marito, che la aspettano insieme a tutto il vicinato. Schirato è lì a documentare quell’abbraccio tra la signora Merlin e Alessandro, Giada, Linda e Daniele. Attorno a loro si stringe un’intera comunità che ha accudito, sfamato, protetto i ragazzi (anche loro positivi al Covid e curati nel loro domicilio) mentre Marzia e il marito erano ricoverati in terapia intensiva.

Franco D’Agostino, 54 anni e nessuna patologia pregressa, osserva l’ambiente circostante dalla finestra della sua camera. Dopo 18 giorni di sedazione profonda, intubato, si è sentito chiamare per nome.

 È stato come avvertire una scossa elettrica pervadere tutto il corpo. Ha aperto gli occhi e ha visto una figura bianca venuta dallo spazio.

 Ha perso 19 kg. Dopo lo “svezzamento respiratorio” – la fase in cui vengono ridotti con gradualità i supporti ventilatori fino all’estubazione e alla riacquisizione della capacità di respirare in autonomia – è tornato a casa.

 Le “figure bianche venute dallo spazio” sono parte fondamentale delle storie e della vita sospesa di questi pazienti. Sono loro che hanno permesso i risvegli. Li hanno curati, sostenuti, pettinati.

Sono sempre loro a salutarli, schierati in fila, all’uscita del reparto.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza