Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

I segreti del Duomo di Trento

Pubblicato

-

Il passante, o il turista, che si trova a percorrere la piazza principale di Trento e ad ammirare la Cattedrale dedicata a San Vigilio, non sa che la Cattedrale “parla” al visitatore attraverso le sue sculture e architetture.

Un linguaggio del tutto particolare fatto di simboli, iscrizioni e incisioni che risalgono principalmente all’epoca della sua ricostruzione per volere del principe vescovo Federico Vanga (?-1218). Questa simbologia e la sua storia è stata ricostruita nei due principali volumi dedicati al Duomo, curati dallo storico dell’arte Enrico Castelnuovo, e poi in un sito web ideato dalla Diocesi di Trento.

Proprio grazie a queste pubblicazioni è oggi possibile conoscere la simbologia nascosta della Cattedrale di San Vigilio. Una simbologia che non è solo di tipo religioso, ma anche laica, come quella nascosta dalla popolare Ruota della Fortuna, ovvero il rosone del Duomo che guarda verso la Fontana del Nettuno.

Pubblicità
Pubblicità

Una simbologia ancora oggi straordinariamente attuale perché la figura della Fortuna, sistemata al centro del rosone ricorda al passante che la vita è legata al ciclo inesorabile del tempo ed è un continuo oscillare di momenti funesti e momenti di trionfo.

I dodici petali del rosone simboleggiano le ore del giorno, o i mesi dell’anno, e la Fortuna, al centro, rappresenta l’atto simbolico di muovere i dodici petali, ovvero la sorte degli uomini raffigurati nella ghiera esterna del rosone. Sono dodici omini che rappresentano gli sfortunati, in posizione rovesciata, e i fortunati, in alto, dove il punto di massima felicità è raffigurato dall’uomo in cima alla ghiera che brinda con due coppe.

Un significato del tutto originale per un edificio religioso, ma non l’unico fuori da questo contesto. Infatti, al di sotto della Ruota della Fortuna, sulla fiancata settentrionale compaiono tre linee orizzontali che ricordano le antiche misurazioni utilizzate dai mercanti di Piazza Duomo per la vendita di stoffe, legna e pali di rincalzo delle viti. Ma i significati simbolici della fiancata settentrionale del Duomo non si esauriscono qui.

Pubblicità
Pubblicità

Sulla stessa fiancata compare la bellissima Porta del Vescovo, in stile romanico, coperta da un “baldacchino” con colonne sostenute da due leoni in pietra. Due leoni grandi e fieri che fanno da guardiani al Duomo di Trento, secondo l’antica fama dell’animale di dormire ad occhi aperti. Non a caso, a fianco della Porta del Vescovo, una delle porte principali del Duomo è stata sistemata la celeberrima “Madonna degli Annegati”, così chiamata per la consuetudine di deporre davanti a lei i cadaveri degli annegati del fiume Adige o delle rogge che un tempo attraversavano la città.

Molti altri significati sono veicolati dalle decorazioni esterne del Duomo di Trento. Ad esempio la zona del Duomo corrispondente all’abside, la parte più bella e più antica della chiesa ha un apparato decorativo di grande valore simbolico.

Tra queste decorazioni non sfugge all’occhio del visitatore la stupenda galleria di doppie colonne con la cosiddetta “colonna ofitica” (“òphis” dal greco serpente), ovvero una doppia colonna unita da un “nodo” in pietra. Un nodo dalla forte carica simbolica e il cui significato è molto antico, perché allude al Tempio di Salomone al quale si richiamava idealmente la chiesa cristiana.

Secondo la leggenda è il nodo che si formò fra i capelli del giovane Salomone, figlio di Davide, e re d’Israele, come monito ad essere più buono nei confronti delle persone che lo circondavano. Abbracciando le persone che vedeva, il nodo si scioglieva.

Questi nodi si ripetono all’esterno del Duomo e sono un avvertimento a percorrere una vita all’insegna dell’amore verso il prossimo. Un messaggio analogo è veicolato dai grifoni alati – testa e ali d’aquila e corpo di leone – che sostengono le due imponenti coppie di colonne annodate che incorniciano la finestra principale del Duomo, quella che illumina la zona dell’altare con la prima luce del mattino. Questi animali fantastici tengono tra le zampe un drago a rappresentare la vittoria del bene sul male.

Infine, ma non meno importante è curioso segnalare la lastra incisa, incastonata ai piedi dell’abside del Duomo, che oltre a ricordare l’antica zona cimiteriale di Trento ricorda la firma del costruttore, Adamo d’Arogno (originario delle Diocesi di Como), e la data 1212 relativa all’edificazione della Cattedrale di Trento. Epigrafi di questo tipo sono rare da trovare nelle chiese medievali; qui fu collocata verso la fine del XIII secolo, al fine di indicare il luogo della sepoltura di Adamo d’Arogno, ma anche quello dei suoi discendenti che intendevano celebrare i meriti del loro avo, ricordato come architetto dei lavori, e il ruolo della loro famiglia nella costruzione della Cattedrale di Trento.

Questi in breve sono alcuni dei tanti simboli e delle iscrizioni celate dall’apparato decorativo e architettonico della Cattedrale di Trento. Simboli ed epigrafi che oggi non tutti conoscono, ma che un tempo probabilmente sapeva leggere il fedele che entrava in chiesa e osservava l’immensa struttura del Duomo di Trento.

Una struttura non solo fatta di opere d’arte, ma anche come abbiamo visto di “parole” e immagini nascoste tra le pietre e le sculture di una delle chiese più importanti del Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza