Connect with us
Pubblicità

Politica

Andrea Bertamini, il BertaCandido per la città di Trento: “Ho intenzione di spendere professionalità e vissuto dei bisogni delle persone fragili, ecco come farò”

Pubblicato

-

Andrea Bertamini, 51 anni, sposato con Claudia, e orgoglioso padre di Giulia e Matteo, ha una storia professionale e personale veramente degna di essere approfondita.

Trentino ‘de Trent’, da sempre con Trento al centro di tutti i propri interessi (di studio, di lavoro, di cuore, di tifo – ‘Forza Aquila e forza Trentino Volley’, ci tiene a sottolineare), da più di 25 anni si occupa della gestione di progetti complessi, spaziando dal bancario (iniziando dall’allora Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto) all’informatico (le nuove frontiere BigData), dall’immobiliare (la fase iniziale dello sviluppo della zona delle Albere), alla formazione delle persone.

A questo si aggiunge quella che lui chiama la sua seconda professionalità, il vivere la sua diversa abilità da più di 40 anni in maniera assolutamente non passiva.

Pubblicità
Pubblicità

Andiamo quindi a conoscere meglio il BertaCandido, come ama definirsi, e cosa lo ha spinto a proporsi per la corsa a Palazzo Thun nella lista di “Rinascimento Trento“, con candidato sindaco Marcello Carli

Perché BertaCandido, innanzitutto?

“E’ frutto delle mie due anime, il rigore professionale e l’empatia, la curiosità non fine a sé stessa verso il meraviglioso mondo esterno. Voltaire nel suo Candido ci ha fatto capire che non viviamo nel migliore dei mondi possibili, ma io sono fermamente convinto che qualcosa si può, ma soprattutto si deve fare, per migliorarlo.”

Pubblicità
Pubblicità

Quali sono allora le proposte che vorresti porre in atto?

“Tutto nasce da una convinzione, e cioè che Trento è sì una città ‘a misura d’uomo’, ma che deve diventare la Città ‘a misura di tutti’. Siamo in un periodo storico di modifiche sia strutturali, sia impreviste – intendo le ombre lunghe della pandemia Covid19 -, in cui dobbiamo renderci conto che le fasce di popolazione fragili stanno crescendo come peso e come emersione di nuove tipologie di fragilità. E una persona fragile è tale perché ha difficoltà a rapportarsi col mondo esterno come fanno tutti, quindi esprime tutta una serie di bisogni per i quali difficilmente riesce a trovare da solo le leve per poterli soddisfare.

L’idea è pertanto una risposta razionale, frutto di un progetto di analisi dei fatti e degli obiettivi, di pianificazione, attuazione e controllo delle azioni da mettere in campo: è l’offerta di servizi a supporto di queste fasce deboli che deve portarsi verso la domanda, verso i bisogni da loro espressi, e non viceversa.”

Ci puoi fare degli esempi concreti di azioni del Tuo programma a favore di queste fasce deboli?

“Le azioni concrete che ho in mente sono ovviamente calate sulle singole tipologie di bisogni, ma una gran parte di questi (degli anziani, dei malati, dei diversamente abili, di quanti hanno un disagio, delle famiglie, eccetera) possono trovare un soddisfacimento a tutto tondo con l’istituzione dei CareGiver di Circoscrizione.

Sono soggetti, conosciuti dal territorio, che diventano il riferimento, il punto di contatto per tutte le richieste (espresse o che loro fanno esprimere) di un certo numero di persone in situazione di fragilità. Se serve vanno a far visita a domicilio, e quanto viene raccolto serve per identificare ed attivare i veri fornitori dei servizi necessari, che a loro volta li erogheranno. Per creare questo processo virtuoso mi immagino la presenza di una piattaforma informatica, in cui tutti gli attori – i CareGiver, le Istituzioni locali, le Organizzazioni di Volontariato, i C.A.F., eccetera, e la Municipalità come coordinatore – contribuiscono per dare e ricevere informazioni. Informazioni che hanno lo scopo preciso di offrire il servizio migliore al bisogno dettagliato.

Con questo processo si pone rimedio a quello che è il vero fallimento che molti stanno purtroppo vivendo, ossia il non ricevere quello di cui si ha diritto, e che tantissime volte invece è disponibile, ma magari non conosciuto.”

Hai descritto delle azioni che per essere attuate avranno bisogno di coperture finanziarie. Come pensi di recuperarle?

“La parola giusta è proprio recupero. Al di là che uno dei punti fondamentali di un progetto gestito professionalmente è la ricerca delle risorse adeguate, un tema generale, valido come pilastro fondamentale del programma mio, di Rinascimento Trento e del candidato Sindaco Marcello Carli, è quello dell’efficientamento delle risorse già esistenti.

La struttura organizzativa – e ciò vale per le grandi macchine sia pubbliche, sia private – deve diventare una infrastruttura, un sistema che agevola, che facilita la messa in opera delle opportunità: a parità di risorse, quindi, si possono portare avanti due azioni.

Insomma, occorre professionalità ed esperienza non solo per attrarre nuove risorse, ma anche per efficientare quelle già esistenti, e queste sono competenze trasversali che mi sento in dovere di mettere a disposizione di Trento. Ci vivo talmente bene, che ho l’obiettivo di portare il maggior numero di persone possibili a viverla altrettanto bene.”

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza