Connect with us
Pubblicità

Trento

In frenata di oltre il 20% l’import – export del Trentino, Bort: «Quadro inquietante ampiamente previsto»

Pubblicato

-

In base ai dati Istat, elaborati dall’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio, nel secondo trimestre di quest’anno il valore delle esportazioni trentine è stato pari a 741 milioni di euro, facendo registrare una contrazione tendenziale del 27,7% (-285 milioni rispetto a aprile-giugno 2019).

Si tratta di un calo consistente, ma in linea con le anticipazioni fornite dall’indagine sulla congiuntura della Camera di Commercio, ed è sicuramente da ricondurre in massima parte all’impatto negativo sulla produttività e sulla domanda di beni provocato dalle misure di contenimento al diffondersi della pandemia.

Nel periodo aprile-giugno 2020 l’interscambio commerciale con i Paesi extra-Ue è diminuito del 25%, mentre quello con i Paesi dell’Unione europea ha subìto una contrazione pari al 29,2%.

Pubblicità
Pubblicità

Per la provincia di Trento, l’Unione europea (28 Paesi) si conferma essere la principale direttrice per l’interscambio di merci con l’estero, avendo assorbito nel secondo trimestre il 63,9% delle esportazioni complessive.

Tutti gli interscambi con i principali partner commerciali hanno registrato flessioni superiori al 20%. Rimane comunque invariata la classifica dei Paesi con cui la provincia ha maggiori interessi economici, che vede al primo posto la Germania (17,2% dell’export complessivo), seguita dagli Stati Uniti (12,7%) e dalla Francia (8,9%).

Tra le merci esportate figurano in prevalenza quelle dell’attività manifatturiera (93,4% del valore complessivo). La quota maggiore è da attribuire ai “prodotti alimentari, bevande e tabacco” (21,2%), seguiti da “macchinari ed apparecchi” (18,4%), “mezzi di trasporto” (10,2%) e “sostanze e prodotti chimici” (8,2%).

Pubblicità
Pubblicità

La criticità del momento ha penalizzato in particolare le vendite all’estero di “macchinari ed apparecchi” (-74 milioni), di “mezzi di trasporto” (-84 milioni) e, in termini relativi, di “articoli farmaceutici, chimico-medicali e botanici” (-12 milioni pari a -79%). Mostrano ancora segnali di tenuta le esportazioni di produzioni agricole non trasformate, di prodotti del settore estrattivo e quelle della filiera alimentare e delle bevande.

Sempre nel periodo aprile-giugno 2020, il valore delle importazioni di merci in Trentino è risultato pari a 449 milioni di euro, registrando un calo del 33,5% (-226 milioni) rispetto al secondo trimestre 2019; il calo registrato è particolarmente intenso nelle forniture provenienti dai Paesi europei (-36,5%); risulta invece più contenuto il calo dell’import dai Paesi extra-Ue (-21,4%) sul quale incide, in controtendenza, il deciso balzo delle importazioni dalla Cina (+41,2%), che diventa il terzo Paese fornitore della nostra provincia.

Tra le categorie merceologiche importate, al primo posto si collocano “legno, prodotti in legno, carta e stampa” (14,6% dell’import complessivo) e i “prodotti alimentari, bevande e tabacco” (12,5%).

“I dati che abbiamo di fronte – ha commentato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – ci forniscono un quadro inquietante per il drastico calo subìto dall’interscambio tra la nostra provincia e i nostri partner commerciali. Si tratta di dati attesi e ampiamente previsti, che però sollevano preoccupazioni allarmanti per la loro consistenza. Nel registrare la discontinuità delle importazioni dalla Cina, che quasi raddoppiano per entità, è importante rivolgere la massima attenzione alle dinamiche in atto e lavorare per ristabilire al più presto le condizioni necessarie alla ripresa dei rapporti commerciali con il resto del mondo”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza