Connect with us
Pubblicità

Trento

Francesco Agnoli: “Noi alternativi alla sinistra, ma delusi da questa destra”

Pubblicato

-

Classe 1974, docente, Francesco Agnoli ha scritto per anni per vari quotidiani nazionali (il Foglio, Avvenire, La Verità ecc). E’ anche autore di saggi storici e filosofici tra cui “Donne che hanno fatto la storia”, “La grande storia della carità”, “Dieci brevi lezioni di filosofia” ecc… E’ segretario del partito Si può fare!, che candida a sindaco di Trento Silvia Zanetti.

Vuole presentarsi lei, ora?

Marito, padre, insegnante ed allenatore di calcio.

Pubblicità
Pubblicità

E politicamente?

Mi sono avvicinato alla politica locale in Civica Trentina di Rodolfo Borga. Dopo la chiusura del partito, insieme ad altri membri di Civica (Silvia Zanetti, Giuseppina Coali, Alessandro Gasperetti, Carmelo Innocente Furina, Luca Groff, Alessandro Matonti ecc), e ad amici di antica data come Mauro Sarra ed altri, abbiamo fondato Si può fare. Liberi civici trentini. Nel partito sono poi confluiti, con nostro grande piacere, anche Progetto Trentino e Popoli liberi.

Vi definite civici, popolari ed autonomisti

Pubblicità
Pubblicità

Sì, civico perché, come dicevo, provengo da una Civica; popolare come Alcide Degasperi, l’uomo che si oppose prima al fascismo, poi al social-comunismo, nelle elezioni decisive del 18 aprile 1948, proponendo un concetto di “popolo” del tutto diverso da quello hegeliano. Quanto all’ autonomismo, sintetizzo la mia idea: a destra, storicamente, sta il nazionalismo ideologico; a sinistra il globalismo. Alcide Degasperi ed Andreas Hofer avevano un’idea ben diversa! Patria è ciò che hai sotto i tuoi piedi, sono i tuoi cari, le vie che attraversi, la storia da cui provieni… non un concetto astratto legato ad una ambigua “volontà di potenza”, e neppure una vecchia coperta da buttare via, in nome di un presunto progresso.

Degasperi si definiva “cattolico, trentino, italiano”…

E’ una bella definizione: “cattolico” significa “universale” (un universalismo basato sul concetto che tutti gli uomini hanno il medesimo Creatore); trentino ed italiano alludono ad un’ appartenenza più ristretta, ma comunque importante. Dicendo “trentino”, poi, lo statista voleva ricordare anche il rapporto della nostra terra con la tradizione asburgica.

Perché un nuovo partito, non ce ne sono già abbastanza?

Sarebbe stato più comodo entrare in una realtà già esistente. Ma essere locali permette libertà da ingerenze esterne, da logiche che non riguardano il territorio, ma lo sovrastano. Vogliamo anche liberarci dalla gabbia della contrapposizione destra/sinistra di stampo novecentesco. Una contrapposizione spesso falsa: tante volte vediamo atteggiamenti “fascisti” in persone che si dichiarano “antifasciste”! Non dimentichiamo che Mussolini e molti gerarchi fascisti erano cresciuti proprio a sinistra, nel socialismo più radicale!

Avete deciso di andare da soli e di candidare una donna. Perché?

Perché alternativi alla sinistra, ma delusi da questa destra, che ha promesso un cambiamento che in buona parte non c’è. Non sosteniamo una donna in quanto tale, ma perché preparata e con i piedi per terra. Non siamo di quelli che si riempiono la bocca con dichiarazioni roboanti di stampo femminista, e che alla fine candidano, irrimediabilmente, uomini. Silvia merita? E’ giusto che sia lei il candidato. Aggiungo che capita spesso di sentire uomini contenti di votare una donna e donne che votano uomini. Per me è un bel segno: preferisco l’alleanza tra i sessi alla continua e logorante contrapposizione oggi di moda.

Siete di centro, ma cosa vuol dire precisamente?

Centro potrebbe voler dire “palude”, zona grigia, di bassi compromessi e di mancanza di ideali. Ha significato e significa anche questo, purtroppo. Ma centro significa anche altro. Per noi vuole dire cercare di vedere le cose non in modo parziale, ma più completo, con uno sguardo ampio. Le ideologie, di sinistra o di destra, semplificano, assolutizzano un elemento perdendone di vista un altro. Pensiamo ad esempio al problema sicurezza: non può essere negato, come fa la sinistra, ma non può neppure essere risolto ignorando che, oltre alla giusta repressione, servono anche educazione ed umanità.

Siete conservatori o progressisti?

Se conservare è rimanere sempre immobili, non siamo conservatori. Se progressisti vuole dire cambiare tanto per cambiare, fare tabula rasa del passato, delle radici e dei principi che non hanno tempo, non siamo progressisti.

Il partito che ama di meno?

Il Pd. Se penso a Matteo Renzi, mi indigno: degno erede di quella parte della Dc toscana che rottamò Degasperi nel 1954. Quanto a Zingaretti, è cresciuto nel PCI: ha quella doppiezza genetica che gli permette di dire che il coronavirus è meno di un’influenza, un giorno, per poi sostenere l’estremo opposto, il giorno dopo. O di affermare “mai e poi mai con i grillini” solo un minuto prima di governare con loro. Se poi penso che il responsabile del Pd “per i diritti civili” è il senatore Sergio Lo Giudice, che ha affittato l’utero di donne americane per comperarsi i “figli”, rimango ancora più basito. Si confondono i “diritti” con il potere del denaro e l’arbitrio sui più deboli.

Quali idee avete per Trento?

Rimando al programma. Mi limito ad una: rilanciare il centro storico, quanto a sicurezza, turismo, cultura, viabilità. E’ il biglietto da visita di una città. Oggi offre degrado, spaccio libero, mancanza di parcheggi (per di più a prezzi esorbitanti)… Inoltre a me piacerebbero più attenzione allo sport, giardini forniti di attrezzature ginniche, anche per gli anziani, e spazi, anche nelle vie, dedicati ai bambini… Però non credo ai programmi zeppi di strabilianti promesse impossibili da mantenere. Credo di più alle persone serie, che concepiscono la politica come dedizione al bene comune.

Intervista comparsa sul cartaceo de La voce del Trentino

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza