Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Trasformismi della ‘sinistra ibrida’ di Trento: quando Paolo Piccoli criticava l’aborto e combatteva la legge 194

Pubblicato

-

Gentile direttore,

qualche giorno fa ricevo da un amico un vecchio libro intitolato “Libro bianco sull’aborto”, edito da Rusconi nel 1977. Passandomelo, mi fa notare che il curatore è nientemeno che Paolo Piccoli. “Paolo Piccoli, il notaio, quello che ora candida con Franco Ianeselli?”, chiedo incredulo.

 “”, mi risponde l’amico, un vecchio democristiano che ne ha viste, negli anni, di tutti i colori. E’ questa l’occasione per me di cercare di capire qualcosa di più della storia trentina del passato, storia che non ho vissuto in prima persona, ma che sembra ritornare…

Pubblicità
Pubblicità

Paolo Piccoli, come noto, è il nipote di Flaminio Piccoli, per decenni esponente di spicco della Democrazia cristiana trentina e nazionale.

Flaminio era un rigido anticomunista, e rimase fedele al suo partito sino alla fine. Attraversò Tangentopoli, si avvicinò a Rocco Buttiglione e lavorò alla rinascita della Democrazia Cristiana, collocandola in alternativa alla sinistra. Negli anni Novanta era ancora un uomo di centro, centro-destra.

E’ a Flaminio che si deve, oltre all’ascesa di Mario Malossini, anche quella, appunto, di Paolo Piccoli: infatti si portò il nipote a Roma, come giornalista parlamentare, finché Paolo divenne segretario della Dc trentina.

Pubblicità
Pubblicità

Ma mentre Flaminio, come si è visto, rimase ancorato al suo partito, nella buona e nella cattiva sorte, sino alla morte, Paolo si sganciò improvvisamente dalla Dc pochi mesi prima dello scoppio di … Tangentopoli.

Fortuna, preveggenza o altro ancora? Credo non sia dato saperlo. Certo è che a chi cerchi di capirci qualcosa, appare bizzarro che uno che si occupa per tanti anni di politica, scompaia improvvisamente quando ha raggiunto un ruolo apicale… per ritornare poi, tre decenni più tardi, dalla parte opposta rispetto a quella in cui aveva militato, insieme con lo zio.

Ma torniamo al libro da cui siamo partiti. Di cosa si occupa il “Libro bianco sull’aborto” curato da Paolo Piccoli e prefato da Flaminio Piccoli?

Della battaglia della Democrazia cristiana di allora, come scrive Paolo Piccoli, “in difesa della vita e della dignità della persona”, in opposizione a radicali, comunisti e socialisti. Nel 1977 Piccoli demolisce la tesi della sinistra secondo cui la legalizzazione dell’aborto sconfiggerebbe l’aborto clandestino, definendolo argomento “destinato a mostrare la sua inconsistenza”.

Critica “il presunto diritto della libera disponibilità del proprio corpo”: la Dc infatti “oppone sempre l’impossibilità biologica e giuridica di considerare il concepito come una mera parte del corpo della madre”.

Nella quarta di copertina si legge: “Emerge una linea comune a tutti i deputati della D.C. nell’esprimere l’impossibilità di accettare l’aborto e nel contempo l’impegno ad eliminare le cause che lo determinano…”

Non è mia intenzione proseguire nell’analisi di queste argomentazioni, ma soltanto rilevare che Paolo Piccoli, che si collocava nella sua vita politica passata su un fronte ben preciso, cattolico e di centro, sta oggi, idealmente, dalla parte opposta (la CGIL è il sindacato che ha cercato di eliminare persino la possibilità per i medici di essere obiettori di coscienza e che guarda con favore a matrimoni gay ecc.).

La sinistra ibrida di Trento nasce così dallo strano matrimonio tra  la spillina rotariana del notaio Piccoli e la tessera cigiellina di Ianeselli; tra un cattolico che era contro l’aborto, e lo considerava quantomeno un dramma, e un sostenitore dell’aborto come diritto e conquista di civiltà ecc…

Che sia il potere, a cementare questa strana chimera?

Franco Zeni

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: redazione@lavocedeltrentino.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il futuro abbraccia l’ecologia e la natura: anche in Italia spopola la moda delle Tiny House
    Sono conosciute come le” Students Tiny house talk”, ovvero 10 metri quadrati di vivere ecosostenibile. Si tratta di tipiche casette svedesi completamente costruite in legno dal design moderno e pensate inizialmente per ospitare universitari. L’efficienza energetica e l’impronta ecologia sono l’aspetto fondamentale di queste abitazioni che puntano a minimizzare al massimo le emissioni di carbonio […]
  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]

Categorie

di tendenza