Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Chiusura di via Pietrastretta, lettera aperta al Comune: “Solo disagi”

Pubblicato

-

Egregio direttore,

scrivo la presente per porre all’Amministrazione Comunale di Trento una domanda che molti residenti nelle Circoscrizioni dell’Argentario e Centro storico si stanno ponendo da tempo.

Il quesito riguarda la “recente” modifica della viabilità da e per la collina est di Trento attraverso via Pietrastretta. E’ da notare come già prima di detta modifica la circolazione sulle principali arterie che collegano la collina alla città negli orari di punta funzionava a rilento, ciò a causa del convogliarsi di tutto il traffico in via Bassano da un lato e via Venezia dall’altro.

Pubblicità
Pubblicità

La chiusura di via Pietrastretta ha quindi contribuito ad aggravare la già precaria situazione. Tale via nelle ore di punta permetteva di dimezzare il traffico proveniente dallo svincolo di Martignano ripartendo l’afflusso di veicoli che poi confluiva su via Brennero. Questo risultava possibile poiché i residenti diretti verso Trento Nord percorrevano via della Spalliera proseguendo poi in via S. Daniele Comboni mentre i molti diretti verso il centro città scendevano attraverso Via Pietrastretta. 

Attualmente invece, i cittadini sono obbligati a code interminabili per recarsi al lavoro o per portare i figli a scuola; senza contare i ritardi causati dal traffico al trasporto pubblico. In aggiunta a tutto ciò anche i residenti di via Pietrastretta, che prima di tale modifica alla viabilità erano distanti qualche minuto dal centro storico, si vedono ora obbligati a risalire la stessa per poi scendere ed ingorgarsi nel traffico di Via del Brennero, diventando a tutti gli effetti pendolari.

Unitamente a quanto già esposto, spesso si verificano casi di manovre rischiose o addirittura sanzionabili dal codice della strada da parte dei cittadini. Un esempio possono essere, purtroppo, i tanti che una volta scesi dalla collina ed arrivati in Via Solteri, ormai esasperati, svoltano a sinistra per dirigersi verso il centro città senza curarsi dell’obbligo di svolta a destra.

Pubblicità
Pubblicità

E’ quindi il caso di chiedersi se, anziché inibire la circolazione di Via Pietrastretta verso il centro cittadino, non fosse il caso di agevolare la circolazione in tale direzione magari attraverso la realizzazione di opere che regolassero meglio la viabilità delle vie secondarie che collegano la collina alla città.

Un’idea potrebbe essere quella di realizzare una rotatoria in via Bassano all’altezza dell’incrocio con via Muralta e via alle Coste; tale variante darebbe la possibilità di dimezzare l’affluenza verso lo svincolo di Martignano su via Bassano, che unitamente alla riapertura di via Pietrastretta in ambo i sensi di marcia anche solo a fasce orarie, migliorerebbe la situazione di tutti i residenti della zona.

In conclusione si vorrebbe capire, visto che le modifiche apportate sembrerebbero aver appesantito e non alleggerito la viabilità, se ci sia o meno la volontà di valutare soluzioni alternative per migliorare la situazione almeno nelle ore più critiche della giornata.

Massimiliano Troilo – Candidato di AGIRE per il Trentino alle elezioni comunali di Trento a sostegno di Marcello Carli

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza