Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Dichiarazioni Dellai su Corte dei Conti, Cia (AGIRE): “Rispettare ed incentivare il principio della separazione dei poteri”.

Pubblicato

-

Spett.Le Direttore,

nel corso di un’intervista rilasciata a Vivi Trentino, supplemento video alla testata “il NordEst Quotidiano”, l’ex Presidente della Provincia Lorenzo Dellai ha dichiarato: “Molto spesso, diciamo la verità una volta tanto, anche i buoni funzionari che vorrebbero fare le cose in fretta hanno di fronte una spada di Damocle tremenda, che è quella di una magistratura che invade molto spesso l’ambito dell’attività della Pubblica amministrazione. Ci sono decine e decine di funzionari che hanno procedure da parte della Corte dei Conti – per esempio – per aver fatto semplicemente al meglio delle proprie possibilità il proprio lavoro”.

Questa affermazione, motivata probabilmente dalla necessità di ingraziarsi (in periodo di campagna elettorale) una parte importante dell’elettorato (i funzionari), dopo lo scivolone del candidato sindaco Andrea Merler che preannuncia che in caso di vittoria farà “rotolare le teste dei dirigenti comunali” ha tuttavia un doppio demerito: da un lato mette in dubbio il ruolo della magistratura contabile, dall’altro – con quel “anche i buoni funzionari che vorrebbero fare le cose in fretta” – fa intendere che la politica non è in mano ai rappresentanti del popolo (quelli eletti democraticamente attraverso le elezioni), quanto piuttosto a dirigenti e funzionari (esenti da qualsivoglia processo democratico e insensibili anche nei confronti degli avvicendamenti politici: motivo per cui, nulla è destinato a cambiare e quindi fondamento dell’antipolitica).

Pubblicità
Pubblicità

Alla luce delle numerose inchieste che vedono ed hanno visto suoi amici, ex-compagni di partito e di Giunta, ben si può comprendere l’astio dell’ex Presidente nei confronti della Corte dei Conti. Mi riesce però difficile pensare che essi abbiano agito facendo “al meglio della propria possibilità il proprio lavoro”. E’ pur vero che l’attività della Corte dei Conti in molti ambiti possa apparire eccessiva ed esasperante.

E’ infatti da considerare come essa sia figlia da un lato dell’ossessione del controllo (ovverosia di quella tendenza tipicamente italica innescata dal sospetto che tutti gli atti amministrativi e legislativi siano viziati per accontentare l’interesse particolare invece di quello generale), dall’altro da un istinto di sopravvivenza della stessa magistratura contabile, che per giustificare i costi legati al proprio apparato è costretta a produrre una grande mole di interventi, con il risultato che spesso rincorre topolini, lasciando passare gli elefanti.Nella discussione sul ruolo della magistratura contabile si inserisce la proposta presentata in Commissione dei 12 il mese scorso e relativa alla “provincializzazione della sezione di controllo della Corte dei Conti”.

Questa norma di attuazione, se da un lato contribuirebbe a proseguire nella transizione delle due Province verso due “micro-Stati” con la nomina politica di una parte dei giudici della magistratura contabile, dall’altro avrebbe anche un peso non indifferente sulle casse della nostra Provincia (anche alla luce della motivazione che molti usano per sostenere la provincializzazione: sbloccare le assunzioni – che lo Stato tiene ferme da decenni – con “teorico guadagno” in efficienza operativa dell’organo).

Pubblicità
Pubblicità

Si rischia in sostanza di portare a casa l’ennesima competenza, senza che ad essa corrisponda un tornaconto tangibile per i nostri cittadini. Vi è poi un ulteriore rischio, ovverosia che – alla luce della nomina “a vita”, della mancata (per il momento) indicazione dei requisiti in capo ai magistrati di designazione politica, nonché del fatto che anche il personale diverrebbe dipendente della Provincia – quei “buoni funzionari”  di cui parlava l’ex Presidente Dellai finiscano nei ranghi della magistratura contabile, con la possibilità che sorgano possibili conflitti di interesse (tra controllore e controllato) e con la necessaria indipendenza dell’Istituto e del suo personale che ne risulterebbe inevitabilmente menomata.

In conclusione, ritengo quindi che si debba rispettare ed incentivare l’intramontabile principio della separazione dei poteri, guardando all’attività della Corte dei Conti come ad un incoraggiamento verso una maggiore ponderazione degli atti amministrativi e legislativi e ad una più ampia partecipazione della società alla loro elaborazione, così da aumentare la qualità della vita democratica del nostro Trentino.

Cons. Claudio Cia – Segretario Politico di AGIRE per il Trentino

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: redazione@lavocedeltrentino.it

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza