Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Palazzo Assessorile di Cles con la stilista Margherita de Cles tavola rotonda su ecologia e sostenibilità nel settore moda

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Si è tenuta ieri, venerdì 28 agosto, presso Palazzo Assessorile di Cles, la conferenza patrocinata dal Comune di Cles dal titolo “Moda sostenibile: trend o realtà”.

Organizzatrice dell’evento la stilista di origine clesiana Margherita de Cles, creatrice dell’“Atelier La Cles Italia Fashion”, artista di fama internazionale, da poco rientrata dallo Zimbabwe, dove era rimasta bloccata a causa dell’epidemia da Coronavirus. (qui l’articolo).

A presentare la tavola rotonda l’Assessore alla Cultura Avv. Vito Apuzzo, il quale afferma che il Comune di Cles è sempre favorevole ad appoggiare iniziative di questo genere, quando si trattano argomenti inerenti l’ecologia e la sostenibilità, da tempo proposti nell’ambito del ciclo ‘Terra, cibo e salute’, eventi duranti i quali si è parlato anche di tessuti naturali.

Introduce la conferenza Lara Pizzato, esperta in marketing strategico ed innovazione, di origine vicentina ma che da tempo lavora a Londra occupandosi del settore moda nelle vendite online: La moda è uno dei settori più inquinanti al mondo, dato l’altissimo consumo di acqua necessario per la produzione dei tessuti, ed il conseguente effetto serra a danno dell’atmosfera; da qui la ricerca di realizzare una moda sostenibile. In passato la moda si definiva ‘fast fashion’ cioè moda veloce, ora si è passati alla ‘slow fashion’, moda lenta, di uso comune tra i ‘Millenials’, conosciuti anche come ‘Gen Z’ – Generazione Zero, composta da nati dopo il 1980. A queste generazioni interessa soprattutto il futuro del pianeta, come lavorano le aziende e chi fisicamente lavora per produrre; condividono e comprano soprattutto moda sostenibile, perchè ritengono sia meglio spendere qualcosa in più comprando indumenti prodotti senza danno per il nostro pianeta. Si sta puntando alla maggior durata dei materiali ma soprattutto al riciclo, con il vantaggio di comprare di seconda mano cose nuove o usate senza nessun impatto ambientale. Bisogna riorganizzare, produrre meno, e creare il nuovo in maniera sostenibile”.

Lara Pizzato illustra al pubblico alcuni tra i siti più importanti nel campo del riciclaggio di indumenti ed accessori: – The RealReal – azienda americana che si occupa di certificare e rivendere capi firmati, – Vestiaire Collective – community francese dove si possono vendere ed acquistare capi di alta moda, – By Rotation – innovativo sito londinese dove non si vende e compra nulla, semplicemente ci si prestano e noleggiano vestiti, – Depop – social nato a Londra, ora presente in Usa e Australia, per la compravendita di vestiti e accessori di ogni marca e genere, conta 18 milioni di utenti, – nuw. – piattaforma londinese per lo scambio di vestiti a costo zero, – Pangaia – azienda filantropica che produce abbigliamento usando fibre e materiali riciclati a base biologica ottenuti da bottiglie di plastica riciclate e colori naturali botanici derivati dalle piante, – Petit Pli – ideata da un ingegnere spaziale britannico, con materiali tecnici ultaleggeri traspiranti ed antipioggia, distribuiscono innovativi indumenti per bambini, un mercato di grande consumo vista la loro crescita, i quali si allungano ed allargano fino a durare per 7 taglie di seguito, – Orange Fiber – una azienda italiana unica al mondo nella produzione di tessuti simili alla seta derivanti dagli scarti degli agrumi.

L’imprenditrice boliviana Maria Josè Sologuren ha creato il marchio WaraYana, “Nome che significa ‘che viene da lontano'” – ci spiega – “Questi capi sono tutti realizzati in Bolivia dalle fibre degli alpacca e della vigogna. Ho voluto aiutare le donne boliviane che lavorano quasi totalmente in casa. Operiamo a questo progetto unitamente al governo boliviano, in collaborazione con una Omg italiana unitamente all’Unione Europea. Negli anni ’70 l’esportazione della vigogna era illegale e passava solo attraverso il mercato nero, con costi esorbitanti. Gli alpacca sono animali belli e utili al pianeta, non distruggono i prati calpestandoli e mangiano l’erba senza strappare le radici. La vigogna è più pregiata e costosa, perchè vive in clima freddissimo a mt. 4000 di altitudine ed è un animale protetto; si alleva solo in Bolivia, Perù, Cile e Argentina. Il vello di questi animali si presta alla realizzazione di capi di alta qualità, perchè non contiene lanolina, e quindi è ipoallergenico ed adatto ai bambini, idrorepellente, antinfiammabile, traspirante, leggero e caldissimo; inoltre ha una gamma naturale di 22 colori”.

Pubblicità
Pubblicità

La stilista Margherita de Cles mira ad una moda green, supportando attività artigianali in India come la fabbrica ‘Ahimsa Silk’ che produce seta vegana, grazie al suo ideatore  Kusuma Rajaiah, e consiste nell’aspettare l’uscita spontanea della larva dal bozzolo; i tempi di lavorazione sono ovviamente più lunghi, e se ne occupano centinaia di donne selezionandoli con cura.

Durante la sua permanenza in Zimbabwe, la ex Rhodesia nota per la produzione di diamanti e oro, Margherita ha approfittato per realizzare alcuni capi in collaborazione con le sarte locali, usando il cotone ricavato sul posto. Da qui la voglia di creare per il 2021 una collezione con il cotone proveniente da aziende tessili del posto, ideando una NGO per la realizzazione di cotone sostenibile, ed una collezione di moda etica adatta al mercato africano, supportando così le donne lavoratrici che letteralmente ‘cuciranno’ i capi a Km. 0, dando vita ad una forza lavoro al femminile. Si potrà in questo modo aiutare l’economia locale, in uno stato composto prevalentemente da una popolazione giovanissima e con un tasso di disoccupazione del 95%.

Riccardo Benedini è un giovane veneziano, al seguito di un viaggio in India ha ideato e creato il brand  “Là Fuori”, che mira ad utilizzare tecniche sostenibili per l’ambiente e che aiuti e rivaluti l’artigianato. “Mi sono sempre chiesto: ‘Ma chi fa i nostri vestiti?’ Voglio raccontare gli abiti, supportare un progetto etico che che testimoni il valore umano e che sia uno strumento di diffusione della cultura artigiana. Quando ero là cercavo di parlare direttamente con le donne che tessono le stoffe, ma era impossibile, potevo parlare solo con i loro capi. Abbiamo un obbligo morale di trasparenza nella produzione; quando indossiamo un capo non dovremmo farlo solo per gusto, ma per capire il mondo che ci circonda”.

La stilista Baronessa de Cles oltre che occuparsi di moda è anche grande filantropa: nel dicembre dello scorso anno aveva messo a disposizione di alcuni giovani artisti le sale dello storico Palazzo Dal Lago, dove ha sede il suo Atelier, recentemente restaurato, per un’esposizione intitolata “Armocromia” (qui l’articolo).

Per ammirare le sue collezioni: La Cles

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 minuti fa

Il turismo trentino cerca personale: ecco come candidarsi

Trento24 minuti fa

Sabato la festività di S. Barbara: in piazza Duomo i Vigili del fuoco volontari

Arte e Cultura39 minuti fa

Venerdì 2 inaugurazione della mostra «Cinque percorsi d’arte si incontrano» in sala Thun

Valsugana e Primiero49 minuti fa

“Frontiere-Grenzen”, il Premio letterario internazionale delle Alpi, finisce qui la sua avventura culturale

Italia ed estero1 ora fa

Agrigento: litiga col cardiologo e gli spara, fermato un 47 enne

Italia ed estero1 ora fa

Tragedia Ischia, la procura indaga per gli allarmi inascoltati: le autorità competenti sapevano del rischio

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Rocambolesco incidente al tornante sopra l’abitato di Denno: coinvolti un autoarticolato e due vetture

Trento2 ore fa

Spaccio: 3 denunce e 17 segnalazioni per uso personale. Fra di loro anche un 14 enne

Italia ed estero2 ore fa

Guerra, Tajani: “La Nato proteggerà i Balcani e i vicini dell’Ucraina”. Ue propone tribunale per crimini russi

Trento2 ore fa

Levata di scudi tra Fp Cgil e Muse: «Ancora una volta si rimbalzano le responsabilità»

Trento2 ore fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

L’UPT di Cles sabato 3 dicembre presenta “Scuola aperta” per illustrare il nuovo programma formativo

Italia ed estero2 ore fa

Manovra, Meloni convoca i sindacati: “Servono misure che combattono disuguaglianze. Avanti con la mobilitazione”

Io la penso così…3 ore fa

Calcio giovanile troppo violento, anche sulle tribune

Hi Tech e Ricerca3 ore fa

Il cloud riduce del 76% i costi informatici: Esakon protagonista al Forum N.A

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento7 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza